Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresCronacaPesca › Pesca di frodo all’Asinara: denunciati due sassaresi
Mariangela Pala 31 dicembre 2015
Ieri sera la Guardia costiera ha denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica due persone, residenti a Sassari, che pescavano incuranti dei divieti nelle acque dell’Ara marina protetta dell´Asinara
Pesca di frodo all’Asinara: denunciati due sassaresi


PORTO TORRES - L’Area marina protetta dell’Asinara continua a fare gola ai pescatori di frodo: ieri sera la Guardia costiera ha denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica due persone, residenti a Sassari, che pescavano incuranti dei divieti nelle acque dell’Amp. La Capitaneria di porto di Porto Torres ha provveduto a recuperare e sequestrare l’attrezzatura da pesca - 1000 metri di palamito abbandonato dai pescatori - donando in beneficienza parte del pescato (circa 10 chili), destinato alla vendita illegale, mentre gli altri 30 chili di pesce sono stati ributtati in mare.

I due pescatori di frodo, sono stati denunciati a piede libero perché rispondano, oltre alle sanzioni piuttosto salate di natura amministrativa, delle violazioni di natura penale. La pesca illegale è stata scoperta dalla Guardia Costiera durante un pattugliamento notturno nel mare dell’Asinara, quando i pescatori, a bordo di un gommone, erano impegnati ad esercitare la pesca sportiva nelle acque di Cala d’Oliva, interrotta al passaggio della motovedetta durante il consueto servizio di controllo a mare.

Alla vista dell’imbarcazione dei militari, i due hanno tentato la fuga con l’intento di sottrarsi all’identificazione. Ma l’intervento immediato degli uomini della Capitaneria e la collaborazione del personale dell’Ente Parco Asinara ha permesso di intercettare e fermare l’unità nella zona dove non è consentita neppure la libera navigazione.
Commenti
5/12/2016
Lo afferma in una nota il senatore del PD Silvio Lai: Da tempo abbiamo denunciato la necessità di riorganizzare le concessioni delle licenze di pesca del tonno rosso
© 2000-2016 Mediatica sas