Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaLavoro › Eni: sciopero e assemblea per vertenza Versalis
Mariangela Pala 18 gennaio 2016
Le Segreterie territoriali di Filctem, Femca e Uiltec aderiscono allo sciopero dichiarato dalle Segreterie nazionali per il giorno 20 gennaio e chiedono il sostegno e la partecipazione delle istituzioni in indirizzo all´assemblea che si terrà presso la mensa aziendale del petrolchimico
Eni: sciopero e assemblea per vertenza Versalis


PORTO TORRES - «Insoddisfacente e inconcludente». Così è stato giudicato dalle segreterie provinciali del settore chimico, l'incontro fra Segreterie nazionali confederali, di categoria e territoriali con Eni e il ministro Guidi, tenutosi a Roma presso il Ministero dello sviluppo economico il giorno 12 gennaio. Eni e Versalis confermano che è in itinere la ricerca di un partner che possa acquisire quote di maggioranza di Versalis ponendo come vincoli la garanzia di 3 anni di mantenimento occupazionale e la garanzia di almeno 5 anni per l'attuazione del piano e degli investimenti sulla chimica verde e di base.

«Da noi e da tutta la qualificata delegazione presente alla riunione del Mise, questo progetto continua ad essere considerata una partita speculativa che porterà vantaggi solo a Eni e cancellerà in qualche anno la più grande azienda chimica italiana con i suoi 14 siti e i suoi 5200 dipendenti», sostengono i segretari provinciali di Sassari, Massimiliano Muretti (Filctem-Cgil), Luca Velluto (Femca-Cisl) e Giovanni Tavera (Uiltec-Uil). Non è da considerare credibile e accettabile, per i sindacati, la scelta del fondo Sk Capital dal momento che «non ha solidità ne economica ne industriale e che conta 18 dipendenti e 1,5 mld di capitale sociale. Il fondo americano, per quanto dichiarato dall'Ad Eni alle Segreterie nazionali non è interessato a portare avanti i progetti di riconversione di chimica verde di Porto Torres, Porto Marghera e Gela».

I segretari provinciali Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uiltec-Uil ribadiscono che per il territorio questa decisione sarebbe «l'ennesimo affronto e beffa» perpetrato nei confronti di un sito che crede e ha creduto nel progetto Matrica e in una reale riconversione industriale come volano per far ripartire l'economia sarda. «Il Governo e il Presidente Pigliaru non possono assistere in silenzio davanti a tale scippo, servono reazioni concrete e efficaci che vadano al di là delle dichiarazioni di rito».

Per queste ragioni le Segreterie territoriali di Filctem, Femca e Uiltec aderiscono, con forza, allo sciopero dichiarato dalle Segreterie nazionali per il giorno 20 gennaio e chiedono il sostegno e la partecipazione delle istituzioni in indirizzo all'assemblea che si terrà presso la mensa aziendale del petrolchimico, dove parteciperà un Segretario nazionale, i dirigenti sindacali regionali e territoriali e i lavoratori dell'indotto. «Vorremmo che le massime istituzioni locali siano al nostro fianco - concludono i segretari, Muretti, Velluto e Tavera - così come dichiarato nell’assemblea pubblica del 27 novembre», .
Commenti
10:08
Il nord ovest Sardegna si ferma per far sentire la propria voce e chiedere alla Regione interventi decisi in ogni settore. Il corteo terminerà in piazza d´Italia
24/5/2016
L´Italia perde un investimento da 700 milioni di euro che sarebbe stato capace di rilanciare parte dell´economia di un territorio in sofferenza e di garantire al sito un futuro certo per i prossimi 35 anni
25/5/2016
La selezione è aperta per un´elettricista specializzato, quattro operai generici, sei guide turistiche e un installatore di infissi e serramenti specializzato
24/5/2016
Un centinaio di operai sono partiti nelle prime ore di questa mattina da Portovesme verso Cagliari. Attendono una risposta sulle trattative con Glencore, la multinazionale svizzera interessata all´acquisizione
23/5/2016
«Investimenti importanti per il settore», annuncia il presidente della Regione Autonoma della Sardegna, in apertura del suo intervento nel convegno “Il futuro è innovazione”
© 2000-2016 Mediatica sas