Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaLavoro › Eni: sciopero e assemblea per vertenza Versalis
Mariangela Pala 18 gennaio 2016
Le Segreterie territoriali di Filctem, Femca e Uiltec aderiscono allo sciopero dichiarato dalle Segreterie nazionali per il giorno 20 gennaio e chiedono il sostegno e la partecipazione delle istituzioni in indirizzo all´assemblea che si terrà presso la mensa aziendale del petrolchimico
Eni: sciopero e assemblea per vertenza Versalis


PORTO TORRES - «Insoddisfacente e inconcludente». Così è stato giudicato dalle segreterie provinciali del settore chimico, l'incontro fra Segreterie nazionali confederali, di categoria e territoriali con Eni e il ministro Guidi, tenutosi a Roma presso il Ministero dello sviluppo economico il giorno 12 gennaio. Eni e Versalis confermano che è in itinere la ricerca di un partner che possa acquisire quote di maggioranza di Versalis ponendo come vincoli la garanzia di 3 anni di mantenimento occupazionale e la garanzia di almeno 5 anni per l'attuazione del piano e degli investimenti sulla chimica verde e di base.

«Da noi e da tutta la qualificata delegazione presente alla riunione del Mise, questo progetto continua ad essere considerata una partita speculativa che porterà vantaggi solo a Eni e cancellerà in qualche anno la più grande azienda chimica italiana con i suoi 14 siti e i suoi 5200 dipendenti», sostengono i segretari provinciali di Sassari, Massimiliano Muretti (Filctem-Cgil), Luca Velluto (Femca-Cisl) e Giovanni Tavera (Uiltec-Uil). Non è da considerare credibile e accettabile, per i sindacati, la scelta del fondo Sk Capital dal momento che «non ha solidità ne economica ne industriale e che conta 18 dipendenti e 1,5 mld di capitale sociale. Il fondo americano, per quanto dichiarato dall'Ad Eni alle Segreterie nazionali non è interessato a portare avanti i progetti di riconversione di chimica verde di Porto Torres, Porto Marghera e Gela».

I segretari provinciali Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uiltec-Uil ribadiscono che per il territorio questa decisione sarebbe «l'ennesimo affronto e beffa» perpetrato nei confronti di un sito che crede e ha creduto nel progetto Matrica e in una reale riconversione industriale come volano per far ripartire l'economia sarda. «Il Governo e il Presidente Pigliaru non possono assistere in silenzio davanti a tale scippo, servono reazioni concrete e efficaci che vadano al di là delle dichiarazioni di rito».

Per queste ragioni le Segreterie territoriali di Filctem, Femca e Uiltec aderiscono, con forza, allo sciopero dichiarato dalle Segreterie nazionali per il giorno 20 gennaio e chiedono il sostegno e la partecipazione delle istituzioni in indirizzo all'assemblea che si terrà presso la mensa aziendale del petrolchimico, dove parteciperà un Segretario nazionale, i dirigenti sindacali regionali e territoriali e i lavoratori dell'indotto. «Vorremmo che le massime istituzioni locali siano al nostro fianco - concludono i segretari, Muretti, Velluto e Tavera - così come dichiarato nell’assemblea pubblica del 27 novembre», .
Commenti
17/2/2017
L’ufficio di collocamento della Capitaneria di porto di Porto Torres intende verificare la disponibilità di marittimi per l’imbarco in qualità di Capo barca per la pesca costiera sulla motopesca “4 fratelli” di Castelsardo
17/2/2017
Oggi pomeriggio, il sindaco di Alghero Mario Bruno ha ricevuto una delegazione dei lavoratori impegnati nella delicata vertenza mirata alla ripresa dell´attività produttiva nella miniera di Olmedo e nel territorio
16/2/2017
Prosegue il ciclo di incontri dei lavoratori, che oggi hanno incontrato il sindaco di Mores Giuseppe Ibba e l´assessore del Comune di Ozieri Agostino Pinna. Domani, possibile un incontro con il primo cittadino di Alghero Mario Bruno
30/1/2017
Gli operai hanno convocato per martedì mattina, alle 9.30, un´assemblea davanti ai cancelli della miniera. Nel mirino ancora le istituzioni regionali
© 2000-2017 Mediatica sas