Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaLavoro › Porto Torres, sciopero: «vendita inaccettabile, Eni torni indietro»
Mariangela Pala 20 gennaio 2016
Dalle 6 alle 9 oltre duecento operai e i loro rappresentanti sindacali hanno presidiato l´ingresso dello stabilimento prima di riunirsi in assemblea. Una protesta promossa dai sindacati in contemporanea in tutti i territori d´Italia che ospitano gli impianti produttivi del colosso Eni
Porto Torres, sciopero: «vendita inaccettabile, Eni torni indietro»


PORTO TORRES - Questa mattina la mobilitazione dei lavoratori del polo industriale di Porto Torres è iniziata prima dell’alba. Dalle 6 alle 9 oltre duecento operai e i loro rappresentanti sindacali hanno presidiato l'ingresso dello stabilimento prima di riunirsi in assemblea. Una protesta promossa dai sindacati in contemporanea in tutti i territori d'Italia che ospitano gli impianti produttivi del colosso Eni.

«Vogliamo certezze sul piano industriale e sugli investimenti nel ramo chimico, in particolare su Versalis, la sua vendita rischia di mettere la parola “fine” al progetto di Matrìca e alla chimica verde a Porto Torres e compromettere i livelli occupazionali», sostengono i lavoratori. Secondo i sindacati (Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil) l'incontro con Eni e il ministero dello Sviluppo economico tenutosi a Roma il 12 gennaio è stato "insoddisfacente e inconcludente" confermando lo sciopero di otto ore di tutti i dipendenti di Eni e Saipem.

«Il fondo americano non è interessato a portare avanti i progetti di riconversione di chimica verde di Porto Torres, Porto Marghera e Gela. Una vendita inacettabile - hanno ribadito i sindacati - Eni deve tornare indietro». La cessione di quote di maggioranza di Versalis al fondo finanziario SK Capital, per Gianluca Bianco segretario nazionale Femca-Cisl, porterebbe allo smantellamento definitivo della chimica italiana.
Commenti
26/2/2017
Così il vicecapogruppo di Forza Italia commenta l’incontro di Olmedo di sabato mattina. «Non è possibile accettare che l’assessore continui ad affrontare la crisi con stilemi burocratici e formali. Occorre – secondo l’ex sindaco di Alghero - mettere in campo gli strumenti della politica»
26/2/2017
Il sindaco di Sassari, insieme a numerosi primi cittadini del nord ovest della Sardegna, partecipa al consiglio comunale straordinario aperto a Olmedo, convocato per la questione della miniera di bauxite e dei lavoratori
25/2/2017
«Crollo dei contratti a tempo indeterminato e aumento oltre la media nazionale dei voucher venduti in Sardegna certificano il fallimento del centrosinistra al Governo nazionale e in Sardegna su lavoro e occupazione». Lo denunciano Bruno Murgia e Paolo Truzzu, parlamentare e consigliere regionale di FdI-An, commentando i dati Aspal ed Inps
30/1/2017
Gli operai hanno convocato per martedì mattina, alle 9.30, un´assemblea davanti ai cancelli della miniera. Nel mirino ancora le istituzioni regionali
© 2000-2017 Mediatica sas