Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaSanità › Porto Torres, Residenze sanitarie: contributi da rimodulare
M. P. 5 febbraio 2016
Rimodulare i contributi per sostenere un numero maggiore di anziani non autosufficienti, ospitati nelle strutture residenziali extraospedaliere
Porto Torres, Residenze sanitarie: contributi da rimodulare


PORTO TORRES - Rimodulare i contributi per sostenere un numero maggiore di anziani non autosufficienti, ospitati nelle strutture residenziali extraospedaliere. E' l'indirizzo deciso dall'amministrazione comunale, che ha chiesto ai Servizi sociali di varare nuove linee operative per l'inserimento nelle Residenze sanitarie assistenziali, tenendo conto della situazione economica dei beneficiari.

Ai Servizi sociali il compito di applicare il criterio di maggiore equità disponendo che il beneficiario compartecipi al pagamento delle quote se la situazione economica lo permette. Le linee operative sono state già preparate dalla struttura comunale, la quale per ogni singolo caso dovrà valutare il reddito del nucleo familiare prima di erogare il contributo. «Il Comune può aiutare chi autonomamente non è in grado di coprire tutta la retta, integrando la differenza», ha detto l’assessore ai Servizi sociali, Sebastiano Sassu.

Le Residenze sanitarie assistenziali sono strutture extraospedaliere finalizzate a fornire accoglienza, prestazioni sanitarie, trattamenti riabilitativi ad anziani in condizioni di non autosufficienza fisica e psichica. Si rivolgono agli utenti che necessitano di un’assistenza sanitaria e riabilitativa continua ma non tale da consentire il ricovero ospedaliero. «È un servizio indispensabile. Il nostro dovere di amministratori deve essere quello di fornire aiuto a questa fascia di utenti che usufruisce delle Rsa, ma con forme di sostegno che siano giuste – conclude Sebastiano Sassu – e che permettano di ottimizzare la distribuzione delle nostre risorse economiche, soprattutto in un momento così difficile per la nostra comunità».
Commenti
22/7/2016
L´isola è la prima ad aver recepito l’intesa della Conferenza delle Regioni sui percorsi diagnostici terapeutici assistenziali per persone con malattie infiammatorie croniche dell´intestino e malattie reumatiche infiammatorie ed autoimmuni
22/7/2016
Quanti, al 31 dicembre 2015, erano in possesso del riconoscimento di handicap grave, potranno inoltrare istanza per la predisposizione di un piano personalizzato di sostegno
22/7/2016
«Il mancato pagamento delle prestazioni dell’Aias da parte delle aziende sanitarie regionali sta creando sconcerto e sconforto in 1240 dipendenti qualificati che lavorano nelle 43 strutture regionali e che aspettano cinque mensilità di retribuzione», dichiara Marco Tedde, vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio Regionale
22/7/2016
Nel giro di qualche settimana la rete sarà costituita dai presidi di soccorso e in totale da 11 defibrillatori posizionati in punti strategici della città e delle frazioni
22/7/2016
Quella che era una bandiera della giunta regionale è ormai un drappo lacerato dalla guerra tra le comari eccellenti del PD sardo e del centro-sinistra in generale. Si mira solo a porre il sistema sanitario sotto uno stretto controllo delle camarille politiche, con il copia e incolla di un modello già sperimentato e fallito in altre Regioni
21/7/2016
La denuncia è del coordinatore regionale dei Riformatori sardi, Michele Cossa, che annuncia la presentazione di un’interrogazione urgente in Consiglio regionale
21/7/2016
Lo ha dichiarato Stefano Tunis, consigliere regionale di Forza Italia, commentando il cospicuo numero di emendamenti presentato dalla giunta Pigliaru e dalla maggioranza
© 2000-2016 Mediatica sas