Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaAmministrazione › Porto Torres, scontro in aula: la minoranza va dal Prefetto
Mariangela Pala 15 febbraio 2016
Si riunisce stamane (lunedì ) alle 10 il Consiglio Comunale dopo lo scontro a distanza consumatosi tra maggioranza e opposizione che esprime l´intenzione di rivolgersi al Prefetto per il ripristino delle regole
Porto Torres, scontro in aula: la minoranza va dal Prefetto


PORTO TORRES - Si riunisce stamane (lunedì ) alle 10 il Consiglio Comunale dopo lo scontro a distanza consumatosi tra opposizione e maggioranza, la quale ha abbandonato l’aula insieme al sindaco e alla giunta, prima di affrontare la discussione sulle dichiarazioni pesanti rilasciate dalla consigliera Paola Conticelli dopo le sue dimissioni da capogruppo del M5S. Ormai gli episodi di scontro politico si moltiplicano per le continue violazioni alla regole democratiche e alle procedure, e in tema di trasparenza amministrativa si denunciano riunioni dove è consentita la partecipazione esclusiva dei consiglieri pentastellati.

Duro il commento del capogruppo del Pd, Massimiliano Ledda: «Il nuovo modo di fare politica è la violazione delle regole democratiche, dei diritti della minoranza e del regolamento». La gravità di questo comportamento, secondo Ledda «è lesivo del diritto di iniziativa e di controllo dei consiglieri comunali dell’opposizione». Secondo l’ordine del giorno diramato nei giorni scorsi nella seduta di oggi si affronta, tra gli altri, la mozione sulla costituzione della fondazione onlus per l’organizzazione e la promozione delle festività legate alle tradizioni turritane, presentata dal consigliere Claudio Piras, ma non si escludono altri colpi di scena.

«Gli ultimi avvenimenti accaduti in Consiglio Comunale non fanno altro che rafforzare l'atteggiamento politico del M5S rispetto a quelle che sono le regole stabilite dall'ordinamento giuridico – afferma il consigliere Davide Tellini - non viene tollerata, infatti, alcuna forma di dissenso, vista come fumo negli occhi piuttosto che come stimolo a far meglio». Ancora una volta il consigliere Tellini denuncia un fatto increscioso: l'aula consigliare occupata da alcuni tecnici della Università di Cagliari che discutevano sul nuovo piano di viabilità, assieme ad assessori e a diversi consiglieri comunali di maggioranza.

Ad una richiesta di chiarimento sulla presenza dei soli consiglieri M5S «ci è stato risposto che questo è il loro modo di far politica e di farcene una ragione, ovviamente con un Presidente del Consiglio che avvalla tutto ciò». «Non tollereremo più queste forme autoritarie ed assolutistiche di governo, - accusa Davide Tellini - denunceremo al Prefetto di Sassari quanto prima questi fatti affinché vengano ripristinate in questa amministrazione le regole democratiche stabilite dalla legge. Non saranno certe affermazioni - conclude - a fermare ed affermare il ruolo fondamentale dell’ opposizione.»
Commenti
12:15 video
Impegno mantenuto dal sindaco di Alghero per ricreare un quadro amministrativo stabile, col coinvolgimento attivo del Partito democratico. Entro il 5 novembre la decisione definitiva. Poche le alternative in città e nessun progetto autorevole all´orizzonte tra le opposizioni di destra
17:15
Il coordinamento politico di Sardenya i Llibertat esce allo scoperto e risponde presente all´appello del Primo cittadino di Alghero e del capogruppo Dem in Consiglio comunale e si dice pronto ad aderire con convinzione al tavolo del Centrosinistra. Di seguito il documento integrale
13:49
Venerdì, il sindaco di Sassari ha coordinato il seminario “Il ruolo delle Città medie per la costruzione dell’Agenda urbana nazionale”. L’incontro si è svolto durante la 34esima Assemblea nazionale Anci
15:20
Alghero, negli ultimi quindici anni soprattutto, è sempre stata terra di laboratori politici. Con alcuni "casi" difficilmente eguagliabili: era il 2002 e l´allora neo-eletto sindaco rassegnò le dimissioni dopo tre mesi dal mandato. Tutte le tappe dal 2002 al 2017
© 2000-2017 Mediatica sas