Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresCronacaLavoro › Vendita Versalis: protesta operai di Porto Torres sulla 131
Mariangela Pala 17 febbraio 2016
Traffico bloccato per qualche minuto all’altezza della rotatoria di Li Punti, sulla ex strada statale 131, a causa dei blocchi organizzati dai sindacati provinciali Filctem-Cgil, Femca-Cis,Uiltec-Uil e dai dipendenti diretti del petrolchimico dell’Eni che protestano contro la vendita di Versalis al fondo Sk Capital
Vendita Versalis: protesta operai di Porto Torres sulla 131


PORTO TORRES - Traffico bloccato per qualche minuto all’altezza della rotatoria di Li Punti, dalle 11 di stamani, alle porte di Porto Torres, sulla ex strada statale 131, a causa dei blocchi organizzati dai sindacati provinciali Filctem-Cgil, Femca-Cis,Uiltec-Uil e dai dipendenti diretti del petrolchimico dell’Eni che protestano contro la vendita di Versalis al fondo Sk Capital e le conseguenze che la decisione assunta dall'Eni determinerà sul futuro della chimica verde.

La misura è colma, la vertenza Versalis non può attendere ancora risposte dall’alto che non arrivano. I lavoratori chiedono solidarietà dalle istituzioni locali perché facciano pressione su Governo e Regione, ma non solo. I sindaci devono lottare al loro fianco in una battaglia che riconosca il ruolo economico di un territorio che non può essere considerato solo come un limone da spremere, per impedire che dopo la chimica chiuda anche la città.

«Chiederemo ai sindaci di prendere una posizione molto forte perché abbiamo bisogno di una spinta politica per risvegliare Governo e Regione», dichiara il segretario della Uiltec-Uil Sassari, Giovanni Tavera puntando il dito su Eni e il Presidente della Regione. «Pigliaru ha preso degli impegni e non sono stati rispettati, nessuna richiesta all’ad di Eni De Scalzi e al Governo e il 10 febbraio all’assemblea nazionale non ha mandato nessuno», accusa Tavera. Il corteo partito dal petrolchimico si è fermato al municipio per un incontro con il sindaco in quel momemnto occupato.

«Ci hanno detto che il primo cittadino aveva una riunione con l’Autorità portuale e gli abbiamo chiesto di venire qui, ha detto che sarebbe arrivato ma sono passati 20 minuti, - ha affermato il segretario Filctem-Cgil, Massimiliano Muretti – se davvero è interessato venga a parlare con noi». Al primo cittadino incontrato in seguito i sindacati hanno chiesto la sua presenza alla manifestazione organizzata in concomitanza con lo sciopero di venerdì 19 febbraio. «Chiederemo ai sindaci di venire loro da noi - afferma il segretario provinciale Femca-Cisl, Luca Velluto - e di farsi promotori della nostra vertenza».

Il giorno dello sciopero generale, ci sarà un incontro dei sindaci del territorio (Sassari, Alghero e Porto Torres) sull’area metropolitana. «Chiederemo che l’iniziativa si faccia a Porto Torres - hanno detto i segretari territoriali - per solidarietà con la nostra vertenza, sarebbe singolare non spostare l’incontro qui». Una vertenza che ancora aspetta una soluzione ed è legata a doppio filo alle decisioni che nelle prossime settimane il governo prenderà nei confronti della Sardegna. Sia per quello che riguarda il costo dell’energia, sia per le scelte strategiche sull’industria.
Commenti
14/10/2017
Ultimati i lavori di ristrutturazione, nei giorni scorsi è stato sottoscritto il comodato d´uso della struttura che ha sede nell’incrocio tra via Sassari e via Balai: con questo provvedimento il Comune di Porto Torres autorizza l´Agenzia regionale per le politiche attive del lavoro (Aspal) ad utilizzare i locali
17:20
Il direttore generale dell’Agenzia, Massimo Temussi precisa che «la riapertura del Centro per l’impiego a Porto Torres è l’ennesimo tassello nella riorganizzazione del sistema di politiche attive per il lavoro che l’Aspal ha intrapreso dalla sua nascita, con la legge 9 del maggio dello scorso anno, che ha racchiuso sotto una gestione unitaria, con la regia regionale dell’Agenzia, tutti gli uffici territoriali del lavoro»
18:53
Dura presa di posizione di Desirè Manca e Maurilio Murru in riferimento alla mancanza di comunicazione fra Sassari e Cagliari a discapito dei lavoratori: «Una pec della Regione Sardegna arriva al Comune di Sassari e nessuno la apre ma, soprattutto, nessuno si preoccupa del fatto che a Cagliari ad un tavolo di discussione così importante che affronta i temi del lavoro non c’è Sassari. Nessuno dice niente, nemmeno una telefonata. Ogni commento è superfluo, ma il fatto è grave, molto, e merita una spiegazione, subito»
15/10/2017
Convegno promosso dalla Diocesi di Alghero-Bosa in preparazione alla Settimana Sociale dei Cattolici che si svolgerà a Cagliari dal 26 al 29 ottobre
14/10/2017
La Regione autonoma della Sardegna ha presentato a Sassari il nuovo portale dedicato alle imprese. «Sempre più vicini alle imprese», sottolinea l´assessore regionale dell´Industria Maria Grazia Piras
16/10/2017
Sabato, i lavoratori della miniera di bauxite hanno raggiunto gli operai del Geoparco che occupano il tetto di San Nicola da cinque giorni. L´incontro fra i due presìdi di protesta unisce due vertenze fondamentali per il territorio
14/10/2017
Il vescovo della Diocesi di Alghero-Bosa Mauro Maria Morfino dopo l´incontro con gli operai, si rivolge alle Istituzioni pubbliche perché si adoperino, in breve tempo, per restituire speranze, lavoro e dignità ai minatori ed alle loro famiglie
© 2000-2017 Mediatica sas