Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresOpinioniEconomiaVersalis vola via e il Governo guarda
Nicola Bianchi 23 febbraio 2016
L'opinione di Nicola Bianchi
Versalis vola via e il Governo guarda


Versalis ha già in tasca un biglietto di sola andata per gli Stati Uniti. C’è fortissima preoccupazione sulle conseguenze devastanti per l’economia del nostro Paese che la vendita dell’azienda leader in Italia nel settore della chimica potrà comportare, ma il Governo tiene il gioco a Eni, che da mesi manifesta una calma olimpica sulla questione, e non scoprendo le carte risponde oggi pomeriggio a una nostra interrogazione in Commissione Attività produttive della Camera dei deputati con le tipiche parole di un Esecutivo che promette e non mantiene. Il Governo ha sostenuto che intende promuovere la qualificazione e la reindustrializzazione dei poli chimici, favorendo, in un’ottica di sostenibilità ambientale, il consolidamento della petrolchimica presente, lo sviluppo delle specialità e l’insediamento in queste aree di nuove attività produttive di filiera e, comunque, ad elevato contenuto innovativo.

E nel continuare l’intervento ha fatto esplicito riferimento al progetto Chimica verde. Appare poco verosimile, purtroppo, che si possano mantenere e valorizzare le attività di Versalis in Italia se la società sarà ceduta all’investitore che ha mostrato interesse all’acquisizione. Nelle ultime settimane, infatti, le voci sulla vendita di Versalis a un investitore straniero si sono trasformate in realtà. L’investitore straniero è uscito allo scoperto e oggi ha un nome e un cognome: si tratta del fondo americano SK Capital. Il fondo, a quanto pare, godrebbe di scarsa consistenza finanziaria. Risulta quindi difficile credere alle promesse del Governo sulla Chimica verde.

Appare invece più facile immaginare quelli che saranno i tragici scenari futuri dopo la vendita: i progetti in corso rimarranno incompiuti e migliaia di dipendenti dei numerosi stabilimenti nel Paese, tra cui quelli di Porto Torres, perderanno il lavoro. Per il Governo oggi nessuna parola per i lavoratori di Versalis, che invece meritano garanzie. Garanzie che mancano anche in merito al completamento dei lavori di bonifica delle aree inquinate oggi utilizzate dall’azienda chimica. Come ho già fatto in occasione dell’assemblea pubblica che si è tenuta a Porto Torres nel novembre scorso, continuerò a esprimere il mio sostegno e a manifestare la mia solidarietà nei confronti dei lavoratori di Versalis che pagheranno le spese, come è successo a tantissimi altri lavoratori del nostro Paese negli ultimi anni, per l’ennesima decisione incomprensibile di far volare all’estero un’azienda italiana con elevate prospettive di crescita..

*deputato del M5S
Commenti
© 2000-2016 Mediatica sas