Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaTurismo › Asinara: silenzio sui progetti della Conservatoria
Mariangela Pala 29 febbraio 2016
«Un silenzio inaccettabile, che suscita notevoli dubbi sul futuro dell´Asinara». Così Ugo Cappellacci, coordinatore regionale di Forza Italia definisce la mancata risposta del presidente Pigliaru ad un´interrogazione presentata da Forza Italia sui progetti della Conservatoria per l´Asinara
Asinara: silenzio sui progetti della Conservatoria


PORTO TORRES - «Un silenzio inaccettabile, che suscita notevoli dubbi sul futuro dell'Asinara». Così Ugo Cappellacci, coordinatore regionale di Forza Italia definisce la mancata risposta del presidente Pigliaru ad un'interrogazione presentata dall'intero gruppo azzurro sui progetti della Conservatoria per l'Asinara dei quali, durante la gestione commissariale ormai destinata a compiere due anni, si sono perse le tracce.

«Abbiamo elencato uno per uno - ricorda Cappellacci- i progetti, abbiamo domandato quale sia lo stato di avanzamento del Programma Integrato di valorizzazione del patrimonio costiero, che varammo noi nel 2013, quale sia lo stato dell'arte degli altri progetti in capo alla Conservatoria e infine quale sia l'orientamento della Giunta riguardo all'aumento di spesa causato dalla scelta di un prolungato quanto immotivato regime commissariale».

Secondo Cappellacci tale silenzio rischia di essere «il migliore alleato di chi dalla Penisola propone il ritorno dei detenuti. Noi per l'Asinara abbiamo programmato un futuro diverso, all'insegna del turismo sostenibile, della vela, dell'agroalimentare a chilometro zero. Non permetteremo - ha concluso Cappellacci- che tutto questo venga sostituito con il nulla o, peggio ancora, con un ritorno al passato».
Commenti
18:26
L’incontro sulla Legge agriturismo, in programma domani a Cabras ed organizzato dalla Coldiretti Oristano, è stato rinviato a data da destinarsi
28/9/2016
«Numeri impietosi denunciano un calo di arrivi e presenze, in controtendenza rispetto al resto della Sardegna, che cresce a due cifre, e costituiscono la base dalla quale partire per scongiurare che questa situazione si riproponga negli anni a venire», dichiara Marco Di Gangi
© 2000-2016 Mediatica sas