Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaParchi › Asinara, Mura (Pd): «Cappellacci non ha la coscienza pulita»
Mariangela Pala 29 febbraio 2016
«È incredibile che gli attacchi e le critiche sul futuro dell’Asinara arrivino da chi in cinque anni è riuscito a non risolvere un solo problema o a far partire un solo progetto per l’isola.» All’ex presidente della Regione Cappellacci il Pd risponde l’ex sindaco di Porto Torres Luciano Mura, attuale presidente del Pd provinciale
Asinara, Mura (Pd): «Cappellacci non ha la coscienza pulita»


PORTO TORRES - «È incredibile che gli attacchi e le critiche sul futuro dell’Asinara arrivino da chi in cinque anni è riuscito a non risolvere un solo problema o a far partire un solo progetto per l’isola.» All’ex presidente della Regione Cappellacci il Pd risponde l’ex sindaco di Porto Torres Luciano Mura, attuale presidente del Pd provinciale, dopo le dichiarazioni sull’Asinara contro l’attuale Giunta.

«Leggendo le dichiarazioni di Cappellacci – scrive il presidente provinciale del Pd Luciano Mura – non posso non pensare al fatto che la sua giunta è riuscita solo a fare proclami e lanciare idee e progetti cui non è riuscita a dare seguito». L’ex sindaco Mura sottolinea come tra le priorità da risolvere sull’isola ci sia il problema dell’approvvigionamento idrico, indispensabile per far partire e programmare qualsiasi tipo di attività, ricettiva o agricola, per il quale era stato chiesto più volte l’intervento della Giunta Cappellacci. «Avevamo chiesto di risolvere le questioni legate alle competenze per la gestione dei servizi, ad esempio per le strade e le strutture dell’isola e anche in questo caso per cinque anni abbiamo atteso invano».

La precedente giunta regionale guidata da Soru aveva risposto all’esigenza della continuità territoriale con l’attivazione di un traghetto e nel periodo di presidenza Cappellacci anche questo servizio «ha funzionato a singhiozzo perché la stessa giunta aveva bloccato il bando di gara. Insomma, un disastro, - accusa Mura - fatto di annunci e di problemi irrisolti, ma soprattutto una gestione complessiva di una risorsa fondamentale come l’isola parco improntata totalmente sull’accentramento delle decisioni e sulla mancata condivisione con la comunità locale. Ecco perché chi parla dell’Asinara deve avere la coscienza a posto.»

A questo proposito l’ex sindaco ritorna sulla questione dell’approvvigionamento idrico per dare atto all’attuale giunta Pigliaru di aver stanziato e reso immediatamente disponibili 3 milioni e 200 mila euro per cercare di avviare a soluzione il problema. «Solo dopo aver fatto questo si potrà programmare concretamente il futuro dell’Asinara, sia per quanto riguarda la sua fruizione dal punto di vista turistico ricettivo sia per il recupero dei terreni da destinare alle coltivazioni agricole».

Luciano Mura sottolinea quanto sia importante in questa occasione che ogni tipo di progetto per l’Asinara veda un coinvolgimento diretto della comunità di Porto Torres e dei comuni vicini, «altrimenti si continuerà ad avere una gestione completamente staccata con la realtà che la circonda. Non servono scelte calate dall’alto, serve un vero amministratore del parco che - conclude Mura - conosca le problematiche e sappia come affrontarle, altrimenti l’Asinara non sarà mai appetibile per investitori, perché senza risolvere questi problemi e senza il consenso delle comunità non si può fare granché»
Commenti
© 2000-2016 Mediatica sas