Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaAmbiente › Bonifiche, Lai: «la Regione risponda ai dubbi dei cittadini»
Mariangela Pala 2 marzo 2016
In merito alle richieste di chiarimento formulate dal Comitato “Tuteliamo il Golfo dell’Asinara” sulla mancata attivazione dell’Aia per il trattamento delle acque di falda, il senatore del Partito democratico Silvio Lai ritiene meritino una risposta immediata dall´assessore Spano
Bonifiche, Lai: «la Regione risponda ai dubbi dei cittadini»


PORTO TORRES - In merito alle richieste di chiarimento formulate dal Comitato “Tuteliamo il Golfo dell’Asinara” sulla mancata attivazione dell’Aia (autorizzazione integrata ambientale) per il trattamento delle acque di falda, il senatore del Partito democratico Silvio Lai ritiene meritino «una risposta immediata ed un chiarimento da parte dell’assessorato regionale all’ambiente.» Così sull’argomento ha deciso di scrivere direttamente all’assessore Spano, per comunicarle che nei giorni scorsi il presidente del Comitato, Giuseppe Alesso aveva pubblicamente espresso dubbi e perplessità riguardo alla scelta di non attivare le procedure di valutazione di impatto ambientale per il trattamento delle acque di falda.

«Una decisione – scrive Lai – che ha suscitato reazioni immediate non solo da parte del Comitato ma anche di numerosi cittadini che si chiedono come sia possibile non verificare quali siano gli effetti del trattamento delle acque di falda. È inutile ricordare – prosegue l’esponente Pd – che sui progetti di bonifica dell’area Syndial ci siano comprensibili attese in tutto il territorio. Questo significa che le istituzioni devono avere la pazienza di chiarire ogni quesito senza affidarsi solo a risposte tecniche e burocratiche per dare totale garanzia sulla correttezza delle procedure attivate».

Per il senatore Pd sarebbe giusto sgombrare il campo da ogni dubbio o interrogativo e chiarire in tempi brevi se corrisponda al vero che l’Aia non sia stata ritenuta necessaria e le motivazioni che hanno portato a tale scelta. «Se infatti, come affermato dai responsabili del Comitato, - evidenzia Lai - è stata fatta una valutazione tenendo conto solo della portata idraulica e del carico organico e non degli inquinanti che caratterizzano il problema ambientale che si vuole sanare come il benzene o metalli pesanti, ci troveremmo di fronte ad una decisione di difficile comprensione». Stesso discorso per il monitoraggio della qualità dell’aria per il quale «sarebbe necessario verificare non solo la presenza del benzene ma, - aggiunge il senatore - nonostante la normativa non lo preveda, anche degli altri composti organici volatili, alcuni di essi cancerogeni, che disperdendosi facilmente nell’aria vengono respirati dai cittadini di Porto Torres senza che ci sia nessun monitoraggio».

«In definitiva – conclude Lai – quando si tratta di inquinamento e di bonifiche è giusto che l’attenzione sia massima, sia per quanto riguarda la correttezza dei controlli sia anche nel dare tutte le informazioni e le rassicurazioni richieste dai cittadini.»
Commenti
9:55
Nella giornata di ieri i Carabinieri della Stazione di Porto Torres hanno denunciato a piede libero 13 soggetti, portotorresi e nomadi per furto aggravato d’acqua. Da alcune settimane numerosi cittadini si sono presentati in caserma per lamentare bollette dell’acqua salatissime che non trovano corrispettivo nello standard medio dei consumi
29/9/2016
Lunedì 10 ottobre alle 11 i responsabili della Syndial, la società incaricata ad attuare le bonifiche nell’area industriale di Porto Torres, presenterà al pubblico presso il Museo del Porto lo studio di impatto ambientale e il relativo Progetto Nuraghe fase 1 “Realizzazione di una piattaforma polifunzionale e di un sito di raccolta” da realizzarsi nella zona industriale di “La Marinella”
29/9/2016
Spazzatura di ogni genere abbandonata nello spazio tra la recinzione e il muro che delimita l’area dove sono state riprese le lavorazioni necessarie a completare l’opera avviata dalla società appaltatrice Lakit Srl
29/9/2016
Una pianificazione degli ecocentri a livello regionale per scongiurare un impatto negativo degli impianti sull’ambiente e sulla popolazione. A sollecitare un provvedimento il consigliere regionale Edoardo Tocco (FI)
30/9/2016
Nel 2015 ne sono state recuperate 1.520 tonnellate su un totale di 3.260 in tutta la Regione
29/9/2016
«Ben venga la riforma delle agenzie ed il lavoro in rete», ha dichiarato nell´occasione l´assessore regionale dell´Ambiente
© 2000-2016 Mediatica sas