Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaLavoro › Crisi dell´indotto: appello del sindaco Wheeler
M. P. 4 marzo 2016
Riattivare, con urgenza il tavolo regionale sull’indotto del sito produttivo di Porto Torres. Una fase in cui diventa fondamentale far ripartire il processo che responsabilizza le istituzioni locali alla tutela immediata dei lavoratori dell’area produttiva turritana
Crisi dell´indotto: appello del sindaco Wheeler


PORTO TORRES - Riattivare, con urgenza il tavolo regionale sull’indotto del sito produttivo di Porto Torres. Una fase in cui diventa fondamentale far ripartire il processo che responsabilizza le istituzioni locali alla tutela immediata dei lavoratori dell’area produttiva turritana. Il sindaco Sean Wheeler ha incontrato nei giorni scorsi una delegazione degli operai ex Sicmi, impiegati sino a poco tempo fa nelle attività di manutenzione degli impianti.

Infatti mentre si prospetta una soluzione positiva per gli ex lavoratori Simind in seguito all'accordo firmato tra i sindacati e l'azienda subentrante negli appalti dell'ex stabilimento petrolchimico, si apre un nuovo fronte nella battaglia per la tutela dei lavoratori. «Sono operai – spiega il sindaco Wheeler – che assieme ai colleghi di altre aziende erano stati inseriti anche nelle liste Insar, la società della Regione Sardegna che svolge servizi attinenti alle politiche del lavoro. Tra loro ci sono padri di famiglia che non riescono a trovare impiego nonostante l'ampia esperienza in questo settore. Pur possedendo tutte le professionalità non sono più stati richiamati a lavorare negli impianti. Sia gli operai ex Sicmi che quelli licenziati dalle altre aziende dell'indotto non possono essere esclusi in questo modo».

Il sindaco ricorda che «alcune settimane fa la nostra amministrazione è riuscita a riattivare nuovamente il tavolo con l'Insar per studiare nuove forme di sostegno e reintegro al lavoro di queste persone, ma il processo non è breve. Nel frattempo c'è un'emergenza sociale da affrontare, a cui bisogna trovare soluzione». Sean Wheeler si appella alle istituzioni e alle società che gestiscono il sito produttivo di Porto Torres.

«La Regione, l'Eni e le aziende che detengono gli appalti nella nostra area produttiva non possono rimanere indifferenti. Istituzioni e aziende hanno una responsabilità sociale verso i nostri concittadini e verso il territorio. Le scelte su Porto Torres cadute dall'alto negli ultimi sessant'anni hanno creato pesanti conseguenze ambientali e occupazionali che la comunità non può continuare a pagare in prima persona. Per questo motivo – conclude il sindaco – è urgente che gli attori in campo si attivino per il reimpiego di tutti gli operai che hanno perso il lavoro di una vita e facciano rispettare i protocolli per la tutela dell'indotto firmati ben cinque anni fa dalle istituzioni locali e nazionali».
Commenti
15:16
L’amministrazione comunale di Porto Torres ha organizzato per venerdì 3 giugno, alle ore 15, presso i locali del Museo del Porto, un incontro rivolto agli operatori economici per presentare le opportunità offerte dai fondi per la formazione e la promozione delle imprese
9:39
I funzionari dell’Agenzia delle Dogane si sono presentati presso le Raffinerie di Porto Torres e invece di togliere i sigilli hanno redatto un nuovo verbale, risequestrato i serbatoi e chiesto l’intervento della Procura
8:19
Quattro i posti disponibili per l’attuazione in 12 mesi di un progetto sull’identità culturale del territorio, per promuovere il senso di appartenenza alla comunità basato sulla storia e sulle tradizioni
30/5/2016
Il Comune ha avviato la procedura per la selezione pubblica per l’assunzione a tempo determinato di cinque agenti di Polizia Municipale (a tempo pieno) e di due geometri (part time)
© 2000-2016 Mediatica sas