Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaLavoro › Eni: lavoratori di Porto Torres protestano a Cagliari
Mariangela Pala 17 marzo 2016
Manifestazione regionale e sciopero dei dipendenti Eni di Porto Torres venerdì 18 marzo a Cagliari. L’appuntamento è alle ore 10 davanti al palazzo della Regione (in viale Trento), partecipano i segretari generali della Filctem Cgil Emilio Miceli, della Femca Cisl Angelo Colombini e della Uiltec Uil Paolo Pirani
Eni: lavoratori di Porto Torres protestano a Cagliari


PORTO TORRES - Manifestazione regionale e sciopero dei dipendenti Eni di Porto Torres venerdì 18 marzo a Cagliari. L’appuntamento è alle ore 10 davanti al palazzo della Regione (in viale Trento), partecipano i segretari generali della Filctem Cgil Emilio Miceli, della Femca Cisl Angelo Colombini e della Uiltec Uil Paolo Pirani. Obiettivo della mobilitazione è impedire la cessione del 70 per cento di Versalis (società del gruppo Eni, la più importante azienda italiana del settore chimico) al fondo di investimento americano Sk Capital. In favore, invece, di un salvataggio dell’azienda mediante il finanziamento do un miliardo e 200 milioni da parte della Cassa depositi e prestiti.

La mobilitazione di Cagliari è solo l’ultima di una lunga serie, che ha visto tre scioperi nazionali e una grande manifestazione a Roma il 19 febbraio scorso. Sarà seguita, inoltre, da una manifestazione a Ferrara sabato 19 marzo (con sciopero dalle ore 10 alle 18 in tutti gli impianti Versalis). Tutto questo allo scopo di contrastare una cessione che, spiegano i sindacati, rappresenta «una delle operazioni industriali più oscure e incomprensibili degli ultimi anni: Sk Capital è una società poco affidabile, piccola, con una miriade di società con zero dipendenti, di recentissima costituzione, con sede alle Cayman».

Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil sottolineano anche la cessione al fondo «porterà all'inevitabile abbandono da parte di Versalis degli investimenti previsti nel suo piano industriale, quindi al venir meno del delicato lavoro di riconversione in chimica verde al centro di importanti protocolli industriali tra le parti sociali e il governo». Il segretario generale della Filctem Cgil chiama in causa direttamente il governo. «Siamo di fronte a un esecutivo che nei consessi internazionali si batte per comprimere e chiudere la partita dei paradisi fiscali, poi lascia che Eni finisca nelle mani di un'azienda che ha sede alle Cayman e che dovrebbe assumere sulle sue spalle il peso e il futuro della chimica italiana” ha detto Emilio Miceli.

Per quanto riguarda specificamente la situazione di Porto Torres, la cessione di Versalis mette in discussione l’attuazione dell’intero protocollo di "chimica verde" sottoscritto nel maggio 2011. «Lo scenario attuale - spiegano si sindacati - induce al pessimismo, la Regione non ha preso una posizione in merito a quest'operazione. Per noi invece è importante sapere se la Regione ritiene importante favorire un processo di riconversione industriale che non si limiti solo alle attività di bonifica, se ritiene che sia urgente e necessario programmare una graduale riconversione delle produzioni tradizionali con nuove produzioni competitive e legate allo sviluppo industriale cosiddetto verde».
Commenti
19:08
Piani formativi per circa 300 ex lavoratori, espulsi dal sistema produttivo, nei settori in cui potrebbero nascere nuovi investimenti. Sono i progetti Insar e dell’indotto, proposte che l’amministrazione inoltrerà alla Regione Sardegna
13:15
Chiamata d’imbarco urgente per un marinaio su richiesta della compagnia italiana di navigazione in qualità di società armatrice della motonave “Nuraghes”
17:31
Un posto di motorista abilitato sulla motonave Albatros
29/6/2016
C’è tempo fino al 30 giugno per presentare la domanda per il progetto “Giovani in rete” nell’ambito del quale è prevista la selezione di una ragazza o ragazzo di età compresa tra i 18 e i 28 anni
30/6/2016
La Giunta ha approvato il Piano di subentro della Regione Autonoma della Sardegna nei servizi per l´impiego
30/6/2016
Ieri pomeriggio, l’assessore regionale del Lavoro Virginia Mura ha presieduto, a Cagliari, la riunione con le organizzazioni sindacali ed i rappresentanti della sede regionale dell’Inps
29/6/2016
A disposizione ci sono 544 posizioni approvate dalla Regione, a cui vanno aggiunti i posti – circa altrettanti – messi a disposizione dagli enti aventi sedi in Sardegna ma iscritti all’albo nazionale
29/6/2016
Nell´ultima riunione, la Giunta Regionale, su proposta del presidente Francesco Pigliaru, d’intesa con gli assessori del Lavoro e della Programmazione, ha varato il programma integrato per i futuri imprenditori sardi
© 2000-2016 Mediatica sas