Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaAmbiente › Porto Torres, problema amianto, si della Commissione inchiesta
M. P. 24 marzo 2016
Il senatore del Pd Silvio Lai nei giorni scorsi, con i colleghi Cucca e Angioni aveva sollecitato l’intervento della commissione parlamentare presieduta dalla senatrice Camilla Fabbri. Ora chiarezza su Porto Torres, Ottana e Assemini
Porto Torres, problema amianto, si della Commissione inchiesta


PORTO TORRES - Presto una nuova audizione in Parlamento per fare chiarezza su Porto Torres, Ottana e Assemini. «L’esito della prima audizione della commissione d’inchiesta sugli infortuni sul lavoro e le malattie professionali sulla vicenda dell'amianto in Sardegna è davvero positivo e ci conforta sul fatto che sia il primo passo istituzionale per fare chiarezza su Ottana, ma anche per verificare Porto Torres e Assemini e dare giustizia ai lavoratori del settore chimico industriale e ai cittadini coinvolti». Lo afferma in un post sulla sua pagina Facebook il senatore del Pd Silvio Lai che nei giorni scorsi, con i colleghi Cucca e Angioni aveva sollecitato l’intervento della commissione parlamentare presieduta dalla senatrice Camilla Fabbri.

«In primo luogo va evidenziato un fatto: la commissione d'inchiesta ha riconosciuto che il problema amianto in Sardegna c’è e che c'è stato, - precisa Lai - come ha ricordato il presidente della commissione un trattamento disomogeneo tra i lavoratori di stabilimenti, a danno di quelli sardi».” Per il senatore Pd la convocazione dei rappresentanti di Aiea è stato un primo importante segnale. Il prossimo 12 Aprile è prevista una nuova audizione della commissione, questa volta con i rappresentanti di Afeva Sardegna, una Onlus che lavora da anni sui danni legati all’esposizione all’amianto.

«La nostra soddisfazione è legata soprattutto all’approccio che la Presidente Fabbri ha avuto rispetto alla vicenda dell’amianto negli stabilimenti ex Enichem sardi. Prima di tutto - sottolinea Lai - il riconoscimento del fatto che il problema c’è e va affrontato, sia per fare chiarezza che per garantire giustizia ai lavoratori esposti e ai loro familiari. Parliamo di Ottana e di Assemini - prosegue il senatore - ma l’indagine dovrà appurare anche se c’è stata esposizione in altri stabilimenti. Pensiamo anche a Porto Torres dove è di pochi giorni fa la morte di un lavoratore la cui patologia potrebbe essere legata all’esposizione all’amianto».

Dunque il percorso che è stata aperto con l’audizione di ieri prevede ancora altre importanti tappe: saranno infatti sentiti i rappresentanti sardi dell’associazione Afeva ma si proseguirà anche sentendo le istituzioni regionali, le autorità amministrative e giudiziarie che stanno seguendo il caso, e si attende nelle settimane successive il sopralluogo della commissione. «La Presidente Fabbri, che ancora ringraziamo e che siamo pronti a supportare in ogni modo, ha affermato che si dovranno anche accertare le responsabilità delle gestioni degli stabilimenti. Questo - conclude Silvio Lai - perché fare giustizia significa risarcire le vittime e i loro familiari, ma anche individuare con precisione le responsabilità dirette e indirette, anche nei tanti silenzi».”
Commenti
21:04
C’è attesa per i cantieri sulla forestazione, aspettative di giovani e meno giovani disoccupati che sperano in una boccata d’ossigeno che sembra non arrivare mai. Nel frattempo è arrivata la notizia della sottoscrizione della convenzione da parte del Centro Servizi per il Lavoro di Sassari per l´avvio delle chiamate per il cantiere di forestazione
18/1/2017
Onde che sembrano spazzare via la spiaggia di Balai. A seguito del vento di grecale cresciuto questa mattina, il mare ha cominciato a gonfiarsi con vistose onde alte fino a sei metri finendo prima sulla battigia e poi invadendo l’intera spiaggia
19/1/2017
Il forte vento di ieri mattina ha fatto cadere un vecchio albero di pino dal giardino di fronte l’istituto del liceo scientifico “Europa Unita” danneggiando una parte del recinto. Una situazione più volte segnalata dal consigliere Davide Tellini
18:38
Abbiamo il timore che si tratti dell’ennesimo annuncio che serve a distogliere l’attenzione dalla paralisi dell’amministrazione. Auspichiamo che le chiacchiere siano finite e sia giunta l’ora dell’azione amministrativa concreta
19/1/2017
A chiedere le dimissioni dell’assessore all’Ambiente e del direttore generale della Protezione civile sarda è Paolo Truzzu, consigliere regionale di Fratelli d’Italia-An
© 2000-2017 Mediatica sas