Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaAmministrazione › Porto Torres: 15 mozioni approvate rimaste nel cassetto
Mariangela Pala 13 febbraio 2017
La presidente del consiglio Loredana De Marco firma l’interpellanza "Mozioni consiliari approvate negli anni 2015 e 2016" con l’obiettivo primario di “riportare alla luce” i dispositivi che hanno ricevuto il consenso unanime o a maggioranza dell’assemblea civica inserendo il punto tra gli argomenti all’ordine del giorno che verranno affrontati nella seduta consiliare di domani mattina
Porto Torres: 15 mozioni approvate rimaste nel cassetto


PORTO TORRES - Di sicuro non c’è una scadenza, ma le 15 mozioni consiliari proposte e approvate dal 2015 ad oggi sembrano essere finite nel dimenticatoio. «Considerato che a tutt’oggi, né le commissioni consiliari competenti per materia, né tanto meno il Consiglio comunale sono stati messi a conoscenza dello sviluppo e del raggiungimento degli obiettivi prefissati da tali mozioni chiedo alla giunta se riconosce la fattibilità di tali proposte e se così non fosse di motivare tecnicamente la non eseguibilità».

Così la presidente del consiglio Loredana De Marco firma l’interpellanza "Mozioni consiliari approvate negli anni 2015 e 2016" con l’obiettivo primario di “riportare alla luce” i dispositivi che hanno ricevuto il consenso unanime o a maggioranza dell’assemblea civica inserendo il punto tra gli argomenti all’ordine del giorno che verranno affrontati nella seduta consiliare di domani mattina, martedì 14 febbraio. Undici le mozioni consiliari approvate nel 2015, la prima fra tutte quella relativa all’insediamento del gruppo Eph nella centrale elettrica di Fiume Santo proposta dal consigliere Alessandro Carta per arrivare alla mozione sugli slacci utenze della società Abbanoa a firma del consigliere Davide Tellini e al dispositivo sul baratto amministrativo portato avanti dal consigliere Massimo Cossu.

Altre quattro mozioni sono state approvate nel 2016 fra cui la stipula di un accordo quadro o convenzione con l’Università degli studi di Sassari per la formazione del personale dipendente sottoscritto dal consigliere Claudio Piras e quella avanzata dalla consigliera Paola Conticelli sull’amministrazione condivisa. Alcune mozioni - creazione orti urbani - hanno trovato seguito e stanno procedendo nel loro percorso di realizzazione sostenute dagli assessori competenti, altre probabilmente si sono arenate perche non fattibili. In questo caso la presidente De Marco chiede di produrre «un cronoprogramma di lavoro da relazionare periodicamente alle commissioni competenti».
Commenti
30/1/2017
L’incarico del presidente del Parco dell’Asinara sarebbe «incompatibile con altri incarichi pubblici»La proposta di delibera del Consiglio comunale convocato per domani mattina (martedì) sull’isola dell’Asinara non lascia spazio a dubbi sul ruolo del futuro presidente del parco dell’Asinara
16:42
La foto-simbolo del degrado cittadino cresciuto nell´ultimo decennio sul fronte del decoro e dell´inefficiente servizio di gestione dei rifiuti ritrae un cumulo di spazzatura sotto il campanile della Cattedrale il 14 agosto del 2007 (non un giorno qualunque per Alghero). Cresce l´attesa tra gli algheresi per l´avvio del nuovo capitolato. «Non sarà facile» mettono in guardia alcuni residenti
24/2/2017
Per la società di Ravenna presente in forza in Sardegna, quello in Riviera del corallo sarà un vero e proprio banco di prova fondamentale. Alghero è infatti la città più grande che sarà gestita dalla cooperativa. In attesa degli investimenti - possibili dopo maggio - già programmati i primi rinforzi per la partenza del 100° Giro d'Italia
23/2/2017
Firmata oggi dal dirigente competente Giovanni Spanedda, la consegna anticipata in via d'urgenza dell'appalto di nettezza urbana alla Ciclat Trasporti Soc.Coop., dando contestuale mandato alla Centrale Unica di Committenza per la stipula del contratto
22/2/2017
Il Consiglio di Stato si è espresso respingendo il ricorso proposto da Ambiente 2.0. Di conseguenza, grazie alla sentenza del T.A.R. Sardegna del giugno 2016, l’appalto per la Nettezza Urbana del Comune di Alghero va affidato alla Ciclat, l’impresa arrivata seconda in base alla valutazione della stazione appaltante
9:02
La Giunta comunale ha dato indirizzo al responsabile dell’Area tecnica affinché si proceda allo stanziamento dei fondi per il ripristino della viabilità nella zona
© 2000-2017 Mediatica sas