Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaAmministrazione › Scintille in consiglio: Piras bacchetta De Marco
Mariangela Pala 14 febbraio 2017
«Credo che per lei sia la prima volta che legge questo articolo perché non ha agito di conseguenza rispetto agli argomenti trattati». In posizione di attacco sin dalle prime battute il consigliere Claudio Piras invita la Presidente dell´assemblea Loredana De Marco a leggere il Regolamento del consiglio
Scintille in consiglio: Piras bacchetta De Marco


PORTO TORRES - «Credo che per lei sia la prima volta che legge questo articolo perché non ha agito di conseguenza rispetto agli argomenti trattati». In posizione di attacco sin dalle prime battute il consigliere Claudio Piras invita la Presidente dell'assemblea Loredana De Marco a leggere il Regolamento del consiglio all’articolo 46 relativo ai comportamenti dei consiglieri che “hanno il più ampio diritto di esprimere apprezzamenti, critiche, rilievi e censure, ma essi devono riguardare atteggiamenti, opinioni o comportamenti politico-amministrativi”. Un chiaro riferimento al consigliere Davide Tellini che nel precedente consiglio aveva espresso un suo punto di vista su Piras, assente dalla seduta.

Se, infatti, un consigliere “pronuncia parole sconvenienti oppure turba con il suo contegno l’ordine della seduta o la libertà delle discussioni, il Presidente lo richiama, nominandolo”, si legge nel Regolamento. «Lei dimostra di non conoscere la norma perché facendo riferimento al consiglio scorso dove sono stati citati fatti personali che mi riguardano, lei ha diretto quell’assemblea in maniera irresponsabile». Nella norma si specifica che “Il Presidente dell’assemblea può disporre l’esclusione dall’aula per il resto della seduta se il consigliere ingiuria uno o più colleghi o i componenti della Giunta comunale.

Se il consigliere si rifiuta di lasciare l’aula, il Presidente sospende la seduta e dà ai Vigili Urbani le istruzioni necessarie perché la sua decisione venga eseguita”. Il consigliere Piras rimprovera al Presidente il modo in cui si è svolta l’assemblea civica consentendo ad un altro consigliere «di entrare nella mia sfera personale» e si è pure rincarata la dose «dando degli spacciatori, degli alcolizzati ad alcuni cittadini, con il silenzio e assenso di tutta l’aula e soprattutto del suo, signor Presidente». Nella passata legislatura «per molto meno si sono chieste le dimissioni di un consigliere». Si rifiuta di parlare delle persone assenti «per un fatto culturale ed etico» e a chi lo accusa di “bazzicare” gli uffici, risponde che «occorre chiedere alla Casa delle associazioni da dove arrivano gli arredi», una frequentazione derivante dalla richiesta di atti negli vari uffici «per fatti personali che solo io posso riportare e non terzi ».

«Quindi – conclude Piras – ribadisco la sua totale disconoscenza del Regolamento e la invito a ripassarselo o a studiarselo». Argomentazioni che hanno costretto la presidente del consiglio a sospendere la seduta per un confronto con i capigruppo. L’argomento “ritornerà a galla” nelle prossime sedute come sottolinea la presidente De Marco che ha riconosciuto la sussistenza del fatto personale «in alcune frasi pronunciate da Davide Tellini».
Commenti
30/1/2017
L’incarico del presidente del Parco dell’Asinara sarebbe «incompatibile con altri incarichi pubblici»La proposta di delibera del Consiglio comunale convocato per domani mattina (martedì) sull’isola dell’Asinara non lascia spazio a dubbi sul ruolo del futuro presidente del parco dell’Asinara
16:42
La foto-simbolo del degrado cittadino cresciuto nell´ultimo decennio sul fronte del decoro e dell´inefficiente servizio di gestione dei rifiuti ritrae un cumulo di spazzatura sotto il campanile della Cattedrale il 14 agosto del 2007 (non un giorno qualunque per Alghero). Cresce l´attesa tra gli algheresi per l´avvio del nuovo capitolato. «Non sarà facile» mettono in guardia alcuni residenti
24/2/2017
Per la società di Ravenna presente in forza in Sardegna, quello in Riviera del corallo sarà un vero e proprio banco di prova fondamentale. Alghero è infatti la città più grande che sarà gestita dalla cooperativa. In attesa degli investimenti - possibili dopo maggio - già programmati i primi rinforzi per la partenza del 100° Giro d'Italia
23/2/2017
Firmata oggi dal dirigente competente Giovanni Spanedda, la consegna anticipata in via d'urgenza dell'appalto di nettezza urbana alla Ciclat Trasporti Soc.Coop., dando contestuale mandato alla Centrale Unica di Committenza per la stipula del contratto
22/2/2017
Il Consiglio di Stato si è espresso respingendo il ricorso proposto da Ambiente 2.0. Di conseguenza, grazie alla sentenza del T.A.R. Sardegna del giugno 2016, l’appalto per la Nettezza Urbana del Comune di Alghero va affidato alla Ciclat, l’impresa arrivata seconda in base alla valutazione della stazione appaltante
9:02
La Giunta comunale ha dato indirizzo al responsabile dell’Area tecnica affinché si proceda allo stanziamento dei fondi per il ripristino della viabilità nella zona
© 2000-2017 Mediatica sas