Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresCulturaTurismo › Il Movimento: «Al centro solo bancarelle di prodotti tipici»
Mariangela Pala 14 febbraio 2017
Dal porto e lungo il corso Vittorio Emanuele, la via centrale «dovrebbe essere il luogo privilegiato dello shopping più esclusivo della città reso decoroso dagli ambulanti di prodotti artigianali spostando le bancarelle di oggettistica varia e gadget nelle altre vie». Così l’associazione politica e culturale “Il Movimento” chiede di accogliere i visitatori
Il Movimento: «Al centro solo bancarelle di prodotti tipici»


PORTO TORRES - Dal porto e lungo il corso Vittorio Emanuele, la via centrale «dovrebbe essere il luogo privilegiato dello shopping più esclusivo della città reso decoroso dagli ambulanti di prodotti artigianali spostando le bancarelle di oggettistica varia e gadget nelle altre vie». Così l’associazione politica e culturale “Il Movimento” chiede di accogliere i visitatori che scelgono Porto Torres come meta di vacanze, ma anche in occasione dello sbarco dei crocieristi e durante le manifestazioni.

«Chiediamo a tutti i commercianti del corso di far partire la raccolta firme per convincere l’amministrazione comunale a spostare gli ambulanti di articoli dalla via principale della nostra città nel piazzale della Renaredda oppure lungo la passeggiata del lungomare» per accogliere i turisti «con le bancarelle che espongono le creazioni artigianali, prelibatezze gastronomiche, dolci e prodotti tipici locali». Un modo per offrire ai visitatori un’immagine di tipicità della città, un caleidoscopio di voci, profumi, sapori, luci - e qualche ombra - che rendono gli acquisti tra le bancarelle itineranti un’esperienza irrinunciabile per i turisti.

«Non abbiamo niente contro gli ambulanti, sia chiaro, - dice Il Movimento - però i nostri commercianti che hanno investito al corso devono sopportare costi molto alti per gestire l'attività in centro città, e non riteniamo giusto che le loro vetrine in certe occasioni vengano oscurate dalle bancarelle che nulla hanno a che vedere con la nostra cultura e i nostri prodotti tipici». Una valorizzazione di prodotti alimentari locali, lavorazioni artigianali, negozi vagabondi in grado di offrire delle “specialità” che attirano gli ospiti italiani e stranieri.

Un modo per abbellire il centro prima di accogliere i crocieristi che già dalla prossima stagione sbarcheranno dalle navi di Costa Crociere e si aspettano di trovare “oggetti speciali” del posto, ma anche un sistema per «tutelare i nostri commercianti soprattutto in questo drammatico momento di crisi. Per tutte queste ragioni, - conclude Il Movimento - saremo al loro fianco per far sì che l'amministrazione prenda in seria considerazione lo spostamento delle bancarelle»,
Commenti
© 2000-2017 Mediatica sas