Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notiziesassariSportSurf › A Porto Ferro il surf è rosa
Red 15 luglio 2017
Nella nota spiaggia di Sassari andrà in scena una gara di surf dedicata alle donne: ecco il Girl surf power
A Porto Ferro il surf è rosa


SASSARI – Il nome è evocativo: Girl surf power. Tre parole che indicano la forza e la bellezza del surf declinato al femminile, tre parole per indicare la competizione, in programma a Porto Ferro, dedicata esclusivamente alle donne. Infatti, le onde della spiaggia del Comune di Sassari saranno il campo di gara per questo evento, aperto a tutte le atlete, ma dedicato in particolare alle allieve delle scuole surf della Sardegna. Si aspetta solamente il vento giusto, il maestrale: non appena soffierà a sufficienza sarà acceso il semaforo verde. L’intento è valorizzare il surf femminile ed allo stesso tempo far avvicinare sempre più ragazze all’antico sport hawaiano. Nasce così il Girl surf power, la gara di surf organizzata dalla Bonga Surf School (la prima scuola di surf itinerante in Sardegna), in collaborazione con il Baretto di Porto Ferro, la Cooperativa Piccoli passi ed il Surf camp di Porto Ferro.

Il waiting period (il periodo di attesa) è fissato tra oggi (sabato) e Ferragosto. Durante questa finestra di tempo, non appena il maestrale soffierà sulla baia di Porto Ferro, la competizione sarà chiamata con il tradizionale sistema dei semafori (giallo: allerta; verde: via definitivo). Le scuole invitate a partecipare sono tante: oltre alle allieve della Bonga surf school, saranno presenti anche quelle del Bulli surf club (Castelsardo), di SardiniAction (Badesi), Marinedda Bay (Marinedda, Isola Rossa); Is Benas (Oristano), Buggerru surf school (Buggerru), della South Coast surf school e Break point (entrambe di Cagliari). La gara è aperta a tutte e non è escluso che altre scuole italiane possano iscriversi. «L’obiettivo è dare rilievo e visibilità alle donne – ha spiegato l’organizzatore Marco Pistidda – il surf è stato visto da sempre come uno sport maschile, ma erroneamente: in oceano, la presenza delle ragazze è costante e in crescita, e ci sono molte atlete che competono a livelli altissimi. Insomma, vogliamo far capire a tutti che il surf è anche uno sport femminile».

Oltre alla gara vera e propria, il Girl surf power sarà anche l’occasione per fare festa ed avvicinarsi a questo sport. Ci sarà spazio per le prove di Indoboard ed anche per una speciale esibizione in acqua con atleti esperti. Saranno presenti anche due madrine d’eccezione, le cagliaritane Ivana Usai e Marta Maggetti. Usai è stata una delle prime donne in Italia a cavalcare le onde. Frequenta i surf spot dal 1992 ed insieme a poche altre ragazze ha contribuito allo sviluppo del surf femminile nella Penisola. Si considera più una free-surfer, che un’agonista, ma può contare una partecipazione con la nazionale italiana agli Europei in Portogallo nel 1995, un’epoca in cui le gare di surf per ragazze erano una rarità. Insieme a lei ci sarà la 21 enne Maggetti, professionista nel mondo del windsurf, ma in realtà una vera e propria water-woman. Marta, che nel suo palmares conta tre titoli mondiali, due europei e l'ultimo (il più importante) un quarto posto assoluto nella categoria senior all'Europeo del 2016, passa infatti con facilità dal suo sport madre al surf da onda, senza disdegnare ogni tipo di allenamento in acqua.

Giuseppe Bulla sarà lo speaker dell'intera giornata, mentre alla consolle ci sarà DJ Shit, insieme ad altri musicisti, durante la giornata sarà distribuito anche il magazine 4 Surf e sarà presente lo shaper sardo Fabio Ruina con le sue tavole. La serata si concluderà con una festa ed un concerto di musica rock. Inoltre, l’organizzazione ha coinvolto inoltre diversi artisti: la locandina è stata disegnata dalla tatuatrice Anna Sanna (studio Desade Art), mentre i trofei sono realizzati dal pittore e sculture Vincenzo Ganadu, famoso in tutto il mondo per i suoi dipinti dedicati al surf. La quota di iscrizione per la gara è di 15euro, con inclusa la canotta dell’evento. Per ulteriori informazioni ed iscrizioni, si può contattare Marco Pistidda, telefonando al numero 333/4785055 o inviando una e-mail all'indirizzo web bongasurfschool@gmail.com.

Nella foto: Marta Maggetti
Commenti
© 2000-2017 Mediatica sas