Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notiziesardegnaEconomiaTurismo › Economia e turismo: la Sardegna e i suoi competitor
Red 15 luglio 2017
L’Isola prima in Italia per stagionalità (le strutture ricettive lavorano a pieno regime per sessanta giorni l’anno, contro i 138 delle Baleari ed i 210 di Malta) e fenomeno del sommerso (100mila le case vacanza, che offrono 313mila posti letto, un’offerta 1,5 volte superiore a quella delle strutture ufficiali; 9,5milioni le presenze negli alloggi non ufficiali stimate nel 2015)
Economia e turismo: la Sardegna e i suoi competitor


CAGLIARI - Il 2017 ed il 2018 saranno ancora anni da record per il turismo in Sardegna. Alla fine dell’anno, dovrebbero arrivare nell’Isola poco meno di 3milioni di turisti (circa il 37percento in più rispetto al 2013), oltre la metà stranieri. Nel biennio 2017/2018, sono attesi 2,9milioni di stranieri. A questi, deve essere aggiunto chi anche quest’anno sarà ospitato in una delle oltre 100mila case vacanze esistenti nell’Isola, per arrivare ad un totale di 6milioni di arrivi e circa 24milioni di presenze.

L’industria del turismo (una delle poche realtà in grado di sostenere davvero l’economia sarda e creare occupazione in questo prolungato periodo di estenuante congiuntura negativa) è stata al centro dell’Assemblea regionale della Cna Sardegna, che si è tenuta a Cagliari con la partecipazione di circa 160 delegati provenienti da tutta l’Isola, espressione delle sette associazioni provinciali e delle unioni di mestiere della confederazione artigiana. Prima del congresso, è stata presentata una dettagliata ricerca dal titolo “Economia e turismo: modelli a confronto. La Sardegna e i suoi competitor”, con cui la Cna ha inteso offrire un contributo di riflessione sul turismo regionale, guardando agli scenari di sviluppo, alle aree strategiche, alle potenzialità e criticità del settore, descrivendone lo stato attuale e comparandolo con altre realtà nazionali ed internazionali (Baleari, Corsica, Creta, Cipro, Algarve, Croazia, Malta) che competono con la Sardegna, per intercettare la domanda turistica nel sud Europa.

Le proiezioni internazionali indicano un trend in forte espansione dell’industria turistica per la crescita continua della domanda internazionale (nel prossimo decennio il fatturato del turismo internazionale nei paesi del Sud Europa come Italia, Grecia, Spagna e Portogallo crescerà del 37percento, ad un tasso medio del 3percento annuo). Limitando l’analisi alle regioni europee competitor naturali della Sardegna per la domanda turistica internazionale del Mediterraneo (Creta, Algarve, Puglia, Corsica, Croazia, Malta, Sicilia, Baleari, Calabria e Cipro), il trend espansivo è evidente: il numero di arrivi internazionali è passato dai circa 20milioni del 2000 ai quasi 35milioni del 2015, ovvero 13,8milioni di arrivi in più (+66percento).
Commenti
18/9/2017
«Tradizione che si apre al mondo, questa è la strada giusta per combattere lo spopolamento», dichiara l´assessore regionale della Programmazione
© 2000-2017 Mediatica sas