Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notiziecagliariSportSolidarietà › Un canestro per ExMè
Red 10 agosto 2017
La Cagliari Dinamo Academy ha iniziato la sua avventura sportiva con un primo importante atto benefico. Il club rossoblu ha donato un canestro, con relativa struttura, e alcuni palloni al Centro giovani della Fondazione Domus de Luna
Un canestro per ExMè


CAGLIARI - La Cagliari Dinamo Academy ha iniziato la sua avventura sportiva con un primo importante atto benefico. Infatti, il club rossoblu ha donato un canestro, con relativa struttura, e alcuni palloni al Centro giovani ExMè, della Fondazione Domus de Luna, che saranno messi a disposizione di tutti gli appassionati del quartiere Santa Teresa di Pirri e non solo.

La volontà della società cagliaritana è quella di cercare di diffondere l’amore della pallacanestro in tutta la città permettendo al maggior numero di ragazzi possibile di praticare questo fantastico sport. Da questa idea nasce la collaborazione con la Fondazione Domus de Luna, che dal 2005 assiste e cura bambini, adolescenti e mamme in situazione di grave difficoltà e che recentemente ha aperto il centro ExMè, che sorge nell’immobile di un ex mercato civico, per coinvolgere i giovani in attività creative ed espressive e offrire uno spazio per momenti di aggregazione e confronto.

«Sono davvero contento – commenta il presidente della Cagliari Dinamo Academy Giovanni Zucca – che i ragazzi del Centro ExMè abbiano a disposizione un nuovo canestro. Sono infatti convinto che lo sport non sia solamente divertimento, ma abbia anche un importantissimo valore sociale e formativo e che quindi sia compito delle società della città cercare di diffonderne la pratica».
Commenti
15/12/2017
L´evento benefico, in programma sabato sera, al Teatro comunale, è organizzato dall´Admo Nicolò Spano, con Eventi Sardinia Caboni Marco, ed Anna Rita Oggiano, per raccogliere fondi destinati alle cure mediche per un bambino di nove anni affetto da una malattia rara non curabile in Italia
© 2000-2017 Mediatica sas