Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieoristanoCronacaCronaca › Nave fermata nel porto di Oristano
Red 6 dicembre 2017
Ieri, la Guardia costiera ha effettuato alcuni controlli sulla motonave Lady Bo, unità portarinfuse battente bandiera panamense, e ha individuato numerose irregolarità sulla sicurezza
Nave fermata nel porto di Oristano


ORISTANO – Ieri (martedì), la motonave Lady Bo, unità portarinfuse battente bandiera panamense e con equipaggio di diciassette persone di diverse nazionalità, in prevalenza azera ed ucraina, è stata detenuta nel porto di Oristano,dopo un’ispezione condotta dal team specializzato della Capitaneria di porto–Guardia costiera di Oristano, per evidenti non conformità relative alla sicurezza della nave. L’attività condotta dagli ufficiali del Nucleo ispettivo Port state control della Guardia costiera, rientrante nell’attività ispettiva condotta da parte dello stato di approdo prevista dal Memorandum di Parigi del 1982 e tesa a verificare il rispetto delle convenzioni internazionali, ha accertato gravi carenze da parte dell’equipaggio, che nel corso di un’esercitazione dimostrativa ha evidenziato una mancata familiarità e dimestichezza con le necessarie procedure di sicurezza bordo.

Il controllo da parte dei militari, finalizzato ad accertare i prescritti standard di sicurezza sulle unità navali operanti nel porti del Compartimento marittimo, ha consentito di individuare delle gravi deficienze che compromettevano la sicurezza della nave stessa e la tutela dell’ecosistema marino; in particolare è stato riscontrato il mancato funzionamento di due importanti apparati di sicurezza in sala macchine come il separatore di acquee oleose e l’allarme per eventuali colaggi di combustibile sul motore principale, importantissimo per scongiurare il rischio di incendio a bordo che le alte temperature potrebbero far innescare. Oltre a queste, sono stati trovate danneggiate la linea antincendio principale, alcune tubazioni a doppio rivestimento all’interno delle quali scorreva combustibile per l’alimentazione del motore principale e dei generatori di bordo, oltre che i sistemi di chiusura e copertura delle stive di bordo, essenziali per evitare l’ingresso in stiva di acqua e per assicurare le previste condizioni di stabilità alla nave.

Nel corso dell’ispezione, inoltre, è stata riscontrata l’errata compilazione del registro degli idrocarburi, sul quale non erano stati annotati la qualità del combustibile imbarcato ed i metodi di conferimento degli olii esausti a terra, registrazioni importantissime sotto il profilo ambientale; per scongiurare qualsiasi pericolo di inquinamento e considerato che la sala macchina è stata trovata in pessime condizioni di pulizia a causa dei numerosi colaggi di olio ed acquee oleose dagli apparati di bordo, alla nave è stato imposto di scaricare tutti i residui oleosi a terra prima della partenza. L’unità mercantile, arrivata ad Oristano dal porto ucraino di Reni per sbarcare una quantità di circa 5mila tonnellate di farina di semi di girasole in pellets, è stata quindi sottoposta a fermo amministrativo e potrà riprendere la navigazione soltanto dopo aver ripristinato le necessarie condizioni per una sicura navigazione in mare ed esser stata sottoposta ad una nuova visita di controllo da parte del team ispettivo della Guardia costiera.
Commenti
11:58
Ieri sera, ad Olbia, tre persone a bordo di una Renault Scenic sono andate a sbattere contro un Peugeot. A quel punto, sono scappati. Nell´auto sono state trovate quattro mountain bike risultate rubate
12:44
Ieri, gli agenti del locale Commissariato di Pubblica sicurezza hanno rintracciato in una struttura ricettiva un 48enne emiliano denunciato come scomparso dalla sua compagna due giorni fa
14:02
Venerdì pomeriggio, lo staff dell´Ispettorato micologico Ats Sardegna-Assl Sassari è intervenuto, in seguito alla chiamata dei sanitari dell´ospedale Santissima Annunziata, per analizzare un campione di funghi, la cui ingestione ha provocato una sindrome gastroenterica ad un paziente giunto al Pronto soccorso
21/6/2018
Ieri mattina, i Carabinieri della Stazione di Porto Rotondo, a conclusione di accertamenti effettuati con i colleghi dell´Ufficio Vigilanza edilizia del Comune di Olbia, hanno presentato alla Procura della Repubblica di Tempio Pausania un rapporto per un abusivismo edilizio in zone sottoposta a vincolo paesaggistico ed ambientale, a carico degli amministratori di una società
21/6/2018
Nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale, le Fiamme gialle delle Tenenze di Sanluri e di Sarroch hanno concluso due verifiche fiscali nei confronti di due ditte individuali, con sede rispettivamente in un centro del Medio Campidano ed in uno del Basso Sulcis operanti, rispettivamente, nel settore del commercio di veicoli a due ruote ed in quello delle case vacanze e dei b&b
21/6/2018
Nell’ambito dell’azione a tutela della spesa pubblica, le Fiamme gialle di Sanluri hanno individuato una persona che ha indebitamente usufruito di sovvenzioni statali nel settore sanitario
21/6/2018
Confermata la diffamazione per gli insulti fatti con l´utilizzo del social network. Condannato un insegnante algherese di 69 anni. Aveva diffamato pubblicamente la San Giuliano, nota azienda olearia di Alghero
21/6/2018
Frode al bilancio nazionale per incentivi nel settore delle energie alternative. Eseguito dalla Guardia di finanza di Cagliari un provvedimento di sequestro conservativo della Corte dei conti nei confronti di un’azienda, a garanzia del credito erariale
21/6/2018
Ieri pomeriggio, una 45enne turista olandese si è recata dai Carabinieri di Alghero per sporgere denuncia contro ignoti che poco prima, nella spiaggia di Porto Ferro, le hanno rubato dalla sua auto la propria borsa, lasciata incustodita, contenente un telefono cellulare IPhone 6S, una collana, un orologio, la carta di credito, il documento d’identità e 110euro in contanti
21/6/2018
A La Maddalena, una postazione informatica è stata posta sotto sequestro amministrativo ed è stata irrogata una sanzione pari, al massimo, a 20mila euro, mentre il titolare dell’esercizio è stato segnalato all’Ufficio dei Monopoli di Stato di Sassari
21/6/2018
Ieri mattina, i Carabinieri della locale Stazione hanno chiuso un’indagine e hanno deferito in stato di libertà per il reato di ricettazione un 26enne. Gli accertamenti condotti dai militari hanno consentito di trovare giovane in possesso di un´Aprilia 125, che era stata rubata a Sassari
© 2000-2018 Mediatica sas