Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notiziesardegnaCronacaArcheologia › Musei statali sardi, più incassi e visitatori
M.V. 10 gennaio 2018
Nel 2017 quasi 550 mila persone affamate di cultura in Sardegna. Si registra anche un aumento degli incassi del 14%. Introiti per 1.603.360 dai siti statali dell´Isola. I dati del Ministero presieduto da Dario Franceschini
Musei statali sardi, più incassi e visitatori


ALGHERO - Numeri in crescita per i musei statali della Sardegna: dai 516.800 visitatori del 2016, si è passati nel 2017 a quota 548.553. Cifre che rappresentano un incremento del 6,1%. Si registra anche un aumento degli incassi del 14%, con introiti che passano dai 1.406.592 euro del 2016 a 1.603.360 euro a fine 2017.

In crescita le aree archeologiche di Tharros a Cabras (114.371 visitatori contro 109.050 del 2016, +4,9%) e di Nora a Pula (74.221, +8,8%). Bene anche il compendio garibaldino di Caprera a La Maddalena (67.747, +5,3%), il museo archeologico nazionale di Cagliari (58.731, +5,2%) e il Castello della Fava a Posada (23.929, +19,1%). Lieve flessione, ma sempre tra i primi otto siti visitati in Sardegna, per il Museo Nazionale Archeologico Etnografico “Giovanni Antonio Sanna” di Sassari (14.730 -7,5%) e per l'Area Archeologica Anghelo Ruju di Alghero (14.341 -1,7%).

Tra i luoghi della cultura a ingresso gratuito della Sardegna, l'area archeologica "Su Nuraxi" di Barumini è stata visitata da 81.439 persone con un incremento di pubblico del 2,2%. Seguono l'area archeologica "Nuraghe Losa" di Abbasanta con 26.674 visitatori (+18,8%) e l'ipogeo di San Salvatore in Sinis con 11.336 ingressi (+3,9%).
Commenti
13:23
Importante ritrovamento nel villaggio nuragico di Lu Brandali, a Santa Teresa di Gallura: trovata una zanna di cinghiale che faceva parte dell’elmo di un guerriero miceneo. Il reperto è ora esposto nel sito archeologico e fa parte della mostra “Lu Brandali: leggi, tocca, ascolta”
© 2000-2018 Mediatica sas