Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notiziecagliariCronacaCronaca › Contributi scolastici: false dichiarazioni a Muravera
Red 12 gennaio 2018
Le locali Fiamme gialle hanno effettuato controlli in materia, scoprendo una persona che ha dichiarato il falso per ottenere indebitamente prestazioni sociali agevolate
Contributi scolastici: false dichiarazioni a Muravera


MURAVERA – Nell'ambito dell'azione a tutela della spesa pubblica, le Fiamme gialle di Muravera hanno individuato una persona che ha dichiarato il falso per usufruire di sovvenzioni statali nel settore scolastico. Nella circostanza, l'azione dei finanzieri è stata orientata sul controllo delle provvidenze pubbliche di “sostegno”.

E' stata quindi verificata la corrispondenza tra quanto dichiarato con l'autocertificazione iguardo la consistenza reddituale e quanto censito dalle banche dati in uso al Corpo. Le verifiche hanno fatto emergere come il richiedente l'agevolazione avesse attestato falsamente una situazione reddituale inferiore al reale, potendo così beneficiare degli aiuti pubblici.

Nello specifico, a San Vito, i finanzieri hanno constatato come le autocertificazioni presentate per l'ottenimento di borse di studio non fossero corrispondenti alla reale posizione reddituale e patrimoniale del richiedente. E' stato così possibile impedire l'indebita erogazione di contributi allo studio per 1.817euro. A quel punto, è scattata la segnalazione all'Autorità giudiziaria per falso in atto pubblico.
Commenti
20/10/2018
Nei giorni scorsi, si è realizzato un servizio congiunto ed interforze, frutto delle valutazioni condivise anche in sede di Comitato provinciale per l’ordine pubblico. Il servizio ha visto il coinvolgimento di equipaggi della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di finanza, che hanno operato con il supporto di unità investigative e con personale specializzato
16:06
Continua l’impegno della Polizia di Stato nella lotta all’abusivismo commerciale nella provincia nuorese. Altri nove casi di esercizio abusivo di attività turistico ricettive sono stati rilevati e perseguiti con sanzioni pecuniarie che oscillano da 2mila a 12mila euro
© 2000-2018 Mediatica sas