Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizienuoroCronacaOpere › Macomer: 400mila euro per l’efficientamento delle reti
Red 10 febbraio 2018
Presentato il progetto esecutivo ad Abbanoa, seguirà l’approvazione da parte di Egas e poi la gara per l’appalto dei lavori da parte del Comune. Il progetto di risanamento delle reti frutto delle “convenzioni a tre”. Macomer tra i primi 130 Comuni interessati dal progetto Reti intelligenti
Macomer: 400mila euro per l’efficientamento delle reti


MACOMER - Addio condotte idriche vetuste e soggette a perdite, Macomer è interessata dal progetto di efficientamento delle reti: sette le vie principali oggetto del progetto esecutivo che il Comune ha già presentato ad Abbanoa. Dopo l’autorizzazione da parte dell’Egas, l’Amministrazione comunale potrà procedere con la gara per l’appalto dei lavori. Il progetto di sostituzione delle condotte ammalorate e relativi allacci idrici (importo del finanziamento 400mila euro) rientra nella tipologia delle “convenzioni a tre” in virtù dei soggetti coinvolti (Abbanoa, Comune ed Egas), che affida agli uffici comunali la realizzazione dell’intervento. Non solo sostituzione di interi tratti di rete: l’anzianità ed il degrado delle condotte ha spinto Abbanoa ad attivare a Macomer moderni criteri di gestione delle reti acquedottistiche, il Comune figura tra i primi 130 interessati dal progetto sulle reti intelligenti (progetto Oliena).

“Il progetto concorre a migliorare la qualità dell'acqua potabile, a ridurre la dispersione della risorsa contribuendo ad abbattere i costi. La tecnologia e la gestione intelligente delle reti, rendono merito ad uno sforzo innovativo che ci proietta in una nuova era di modernità assoluta”, dichiara il sindaco di Macomer Antonio Succu. I Comuni gestiscono direttamente gli interventi dei propri territori occupandosi dell'iter di progettazione, gara d'appalto e realizzazione delle opere; Egas mantiene le funzioni di controllo e garantisce la certezza dei tempi di erogazione delle risorse; Abbanoa supervisiona tutte le fasi dell’iter affidato al Comune e, una volta completate le opere previste nell'intervento, le prende in gestione e le mette in esercizio. E’ l’iter definito delle cosiddette “convenzioni a tre”, accordi che coinvolgono i tre soggetti e che puntano ad accelerare la realizzazione delle opere liberandole (almeno in parte) dal peso della burocrazia, con tempi e passaggi amministrativi inferiori rispetto al normale iter.

Sebbene una parte del sistema idrico di Macomer sia già stata interessata da parziali rifacimenti attraverso la sostituzione dei collettori principali, le diramazioni e gli allacci idrici alle utenze, in una buona fetta del Comune le reti idriche principali risultano vetuste e ammalorate, tanto da essere origine e fonte di continue e diffuse perdite. Fin qui la sostituzione dei tratti di rete previsti dalla convenzione. Ma sul fronte dell’efficientamento delle reti Abbanoa ha anche definito la metodologia Gar (Gestione attiva delle reti) che, partita da Oliena, è stata estesa a 130 Comuni entro il 2018 ed ulteriori cento entro il 2019. Progetto e metodologia di lavoro che punta proprio ad invertire il paradigma: non più solo sostituzione di tratti di rete, ma efficientamento delle reti esistenti, da rendere “intelligenti” adottando tecnologia e strumenti evoluti. La rete di distribuzione idrica di Macomer è quindi interessata dall’appalto “Servizi tecnici specialistici per l’efficientamento idraulico, energetico e gestionale (ingegnerizzazione) delle reti idriche di distribuzione in 130 Comuni della regione Sardegna caratterizzati da un elevato tasso di dispersione idrica”.

Il piano di lavoro che sottintende la metodologia segue una precisa programmazione: analisi (esame critico del funzionamento della rete), diagnosi (definizione delle criticità e delle cause di malfunzionamento) e prognosi (l’indicazione delle soluzioni da adottare, finalizzata a raggiungere il target previsto di aumento della efficienza della rete). Più nello specifico, anche a Macomer, nella fase di “analisi” si procede con la verifica della rete e l'individuazione degli snodi principali, con la misura ed il monitoraggio delle portate, delle pressioni nelle condotte e dell'aria. Il monitoraggio sui flussi d'acqua, soprattutto nelle ore notturne quando i consumi delle utenze sono minimi, consente di individuare anche le dispersioni nelle reti, che spesso non emergono direttamente in superficie (a questo scopo vengono utilizzati anche sistemi di rilevazione acustica e gas traccianti). Ma è nella fase di “diagnosi” che si definiscono meglio le criticità e le cause con le ipotesi di soluzione. La “prognosi” consiste nella scelta, tra le decine di combinazioni di soluzioni possibili, di quella più idonea in termini di efficienza, efficacia, economicità e stabilità.
Commenti
20:20
I Riformatori Sardi scelgono di schierarsi al fianco degli interessi della città e fugando ogni strumentalizzazione pre-elettorale si dicono pronti alla lotta pur di vedere riconosciuto il diritto alla 4 corsie Alghero-Sassari
18:52
Così il sindaco Nicola Sanna interviene all´indomani della commissione per la valutazione di impatto ambientale, che ha rimesso in discussione il progetto per la realizzazione del tracciato dalla rotaria di Rudas fino ad Alghero, tratto in cui si dovrà innestare la bretella per l´aeroporto Riviera del Corallo
15:53
Realista, sconfortato e spazientito al punto giusto. Enrico Daga, consigliere comunale ad Alghero, riporta il grave stop subito dalla Sassari-Alghero alla dura realtà che tante opere pubbliche attualmente vivono
15:40
Il neo presidente del Consorzio turistico Riviera del Corallo sveste i panni dell´associazione di categoria, si tuffa nella polemica politica e sullo stop dei Ministeri all´Ambiente e ai Beni culturali alla 4 corsie parla di «situazione surreale» sfidando il sindaco
10:20
Ecco quanto riportato nei documenti datati 7 maggio 2018 e all´attenzione di tutti gli enti a vario titolo coinvolti nell´iter autorizzativo della Sassari-Alghero. Nessun vincolo alla realizzazione della strada
15:15
I cittadini di Alghero, per la prima volta nella storia, saranno chiamati ad esprimersi sulla volontà di completamento della strada con 4 corsie che collega al capoluogo sassarese. L´annuncio del sindaco dopo lo stop del Governo alla realizzazione dell´importante arteria
15/11/2018
All´orizzonte un referendum popolare in città ad Alghero. Braccio di ferro sul numero delle corsie dell´ultimo lotto della Sassari-Alghero. I pareri dei Ministeri di Ambiente e Beni Culturali prevedono una semplice strada a 2 corsie. Il problema diventa tutto politico
14/11/2018
Il primo incontro, domani mattina, al Ministero Infrastrutture con il direttore generale del Ministero e quello dei Lavori pubblici della Regione autonoma della Sardegna. Il secondo, nel pomeriggio, al Ministero dell’Ambiente con la Commissione Via. Presenti i Ministeri dell’Ambiente, dei Beni Culturali e delle Infrastrutture, la Regione e l’Anas
14/11/2018
L´onorevole del Movimento 5 stelle Paola Deiana annuncia l'imminente proroga al finanziamento di circa 150milioni di euro per il completamento della Sassari-Alghero (SS 291). «Presentato l'emendamento da inserire nel decreto fiscale, concordato con le forze di Maggioranza»
14/11/2018
Il piano prevede il cablaggio di oltre 44mila unità immobiliari entro diciotto mesi dall’avvio dei lavori. In totale saranno posati circa 26mila chilometri di fibra, con un investimento complessivo a partire da 15milioni di euro
14/11/2018
Ieri mattina, si è tenuto un incontro negli uffici della Regione convocato dall´assessore regionale dei Lavori pubblici Edoardo Balzarini che ha chiesto a chi di dovere di intervenire subito
© 2000-2018 Mediatica sas