Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notiziesassariSportBasket › Basket: la Dinamo si impone su Cremona
Red 11 marzo 2018
È un Banco di Sardegna Sassari bello e vincente quello che, nell’anticipo della sesta giornata di ritorno del campionato Lba, di fronte ad un PalaSerradimigni rovente, supera 102-86 la Vanoli
Basket: la Dinamo si impone su Cremona


SASSARI - È un Banco di Sardegna Dinamo Sassari bello e vincente quello che, nell’anticipo della sesta giornata di ritorno del campionato Lba, di fronte ad un PalaSerradimigni rovente, ha superato 102-86 la Vanoli Cremona. Domani, lunedì 12 marzo, il Banco partirà verso la Francia dove mercoledì 14 andrà in scena la sfida di ritorno con Le Portel per il Round of 16 di Fiba Europe cup. Prima della palla a due il presidente Stefano Sardara ha consegnato a coach Meo Sacchetti una targa celebrativa dei successi raggiunti insieme negli anni a Sassari. Invece, capitan Jack Devecchi ha consegnato a Travis Diener (alla prima da avversario al PalaSerradimigni) una maglia con lo slogan “Ca semus prus de unu giogu”, che lo consegna alle Dinamo Legends, i giocatori che resteranno nella memoria del club.

Federico Pasquini manda in campo Bostic, Bamforth, Pierre, Jones e Stipcevic, coach Sacchetti risponde con Johnson-Odom, Gazzotti, Ruzzier, Sims e Milbourne. Cremona apre le danze, i primi punti dei sassaresi portano la firma di Dyshawn Pierre. Johnson Odom cerca il primo break e conduce la Vanoli avanti, i sassaresi si riportano a contatto con Jones e Bamforth. La tripla di Pierre sigla la parità, con un break di 8punti, il Banco mette la testa avanti. I cugini Diener accorciano le distanze, dopo 10’ è 23-21. Nella seconda frazione, il Banco trova il break per scappare via. In avvio c’è il botta e risposta dall’arco tra Drake Diener e Bostic, presente e passato del club: il numero 3 però è ispirato ed infila 10punti, che conducono i biancoblu avanti in doppia cifra. I padroni di casa piazzano un parziale di 16-6 con Bostic, Planinic e Spissu. A fermare l’offensiva sassarese ci sono Ricci ed i cugini Diener. Al 20’, il tabellone dice 50-40.

Al rientro dall’intervallo lungo, Polonara domina, con 6punti, scrivendo il +16. Ma Cremona si sblocca con Ricci e Johnson-Odom. Stipcevic ricaccia indietro gli avversari dall’arco. Cremona trova il parziale per riportarsi a contatto, Planinic infila 4punti, che danno respiro ai locali. In chiusura di quarto, Fontecchio conduce i suoi al sorpasso: il giocatore azzurro, seguito da Portannese, bombarda dall’arco e permette alla Vanoli di chiudere avanti di misura al 30’ (69-70). Negli ultimi 10', Polonara trascina i suoi con 10punti in avvio: sua la bomba, replicata Bostic. I due proseguono la corsa, conducendo la Dinamo e scrivendo l'87-72. Cremona prova a rimontare condotta da Portannese e Fontecchio dalla lunga distanza, ma Bostic ricaccia indietro gli avversari e mette a referto 20punti, il terzo uomo insieme a Polonara e Planinic a scrivere il ventello. La bomba allo scadere di Pierre sigla il ribaltamento della differenza canestri: la Dinamo, che al PalaRadi aveva perso di 15, vince 102-86.

Pasquini commenta così la gara: «E' stata una bella partita, siamo stai bravi a limitare Djo, prima con Stipcevic e poi di squadra, e bravi ad attaccare i quintetti piccoli utilizzando Planinic e i quintetti grandi ribaltando la palla. L’aspetto però più importante è stato quando all’inizio del quarto quarto loro sono entrati dentro la partita e ho visto nei ragazzi uno step mentale importante, ho visto cinque leoni pronti a combattere e con una reazione davvero di alto livello. Sono stati tutti bravissimi, Bostic e Polonara hanno fatto una grandissima gara, così come Spissu, ma la vera chiave è stata la difesa, tutti coinvolti e pur con qualche errore tutti a fare il meglio. Sono molto soddisfatto del lavoro che stiamo facendo». «Sono molto felice di come abbiamo giocato questa partita – dichiara Achille Polonara - ci tenevamo tantissimo a vincerla e con un po’ di fortuna siamo anche riusciti a ribaltare la differenza canestri. Ci avviciniamo alla fine del campionato, tutte le gare d’ora in poi saranno come delle finali e non vogliamo fare passi falsi ed evitare errori già fatti».

«E’ stata una partita un po' “up and down” - spiega coach Sacchetti - siamo stati bravi a colmare il gap, ma poi abbiamo subito la maggiore energia loro. Mi da stizza, perché è una delle partite in cui siamo stati più bravi nei rimbalzi, eppure non siamo stati bravi a saperne approfittare e sfruttare le palle sporche. Complimenti a Sassari, come dico sempre, la squadra che vince è stata la più brava». Chiude l'ex Travis Diener: «E’ stata sicuramente la partita più emozionante che ho giocato finora, per l’affetto incredibile da parte dei tifosi. Sono stato nervoso tutta la settimana in attesa di questa sfida. Per me e per tutta la mia famiglia questo è un ambiente davvero speciale, penso che tornerò sempre qui ogni volta che potrò per tutta la vita. Quanto alla partita, conosciamo il valore di Sassari, sapevamo che sarebbe stata una gara dura e molto importante per i play-off. Noi abbiamo giocato bene per 20', ma per vincere bisogna giocare bene per tutti i 40'».

BANCO DI SARDEGNA DINAMO SASSARI-VANOLI CREMONA 102–86:
BANCO DI SARDEGNA DINAMO SASSARI: Spissu 3, Bostic 20, Bamforth 6, Planinic 23, Devecchi, Pierre 13, Jones 8, Stipcevic 9, Hatcher, Polonara 20, Picarelli, Tavernari. Coach Federico Pasquini.
VANOLI CREMONA: Johnson Odom 9, Martin 15, Gazzotti, Travis Diener 5, Ricci 4, Ruzzier 5, Portannese 15, Fontecchio 12, Sims 2, Drake Diener 15, Milbourne 4. Coach Meo Sacchetti.
PARZIALI: 23-21, 50-40, 69-70.

Nella foto (di Luigi Canu-Ciamillo&Castoria): Darko Planinic in azione
Commenti
20/6/2018
Primo tassello per il sodalizio rossoblu: l´esperta ala varesina vestirà la canotta cagliaritana anche per il campionato nazionale di serie A2 di pallacanestro maschile 2018/19
© 2000-2018 Mediatica sas