Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notiziesassariPoliticaScuola › Iscol@: Pigliaru a Bono
Red 14 aprile 2018
«Una scuola del territorio, frutto di un lavoro comune», ha dichiarato il presidente della Regione autonoma della Sardegna, in occasione della presentazione del progetto del nuovo polo dell´istruzione
Iscol@: Pigliaru a Bono


BONO - «Questo territorio avrà una scuola bellissima, una scuola dove mi piacerebbe aver studiato e dove già i più giovani di voi potranno farlo. E tutto questo è possibile grazie al lavoro comune che abbiamo portato avanti tutti insieme, con la stessa determinazione, con l'impegno e il protagonismo di una comunità che è di esempio per tutta la Sardegna. Noi abbiamo creato le condizioni investendo risorse ed energie, voi avete dimostrato che raggiungere un risultato così ambizioso è possibile, anche mostrando un lodevole modello di continuità amministrativa». Lo ha dichiarato il presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru, ieri (venerdì) al CineTeatro Rex di Bono, ai tanti alunni che hanno affollato la sala insieme a sindaci, insegnanti e cittadini per la presentazione del progetto vincitore per la realizzazione della scuola del nuovo millennio, nell'ambito del programma straordinario iscol@. Con Pigliaru, sono intervenuti l'assessore regionale alla Pubblica istruzione Giuseppe Dessena, il sindaco Elio Mulas, altri primi cittadini del territorio, i consiglieri regionali Daniele Cocco (anche nel ruolo di sindaco di Bottida) e Gaetano Ledda ed i progettisti. In precedenza, il presidente e l'assessore, accompagnati dal sindaco del paese e dal dirigente scolastico Vincenzo Scano, avevano visitato la scuola media di Via Tirso che sta per essere sostituita dal nuovo polo scolastico che ospiterà elementari e medie per un totale di circa 500 alunni. Gli studenti, che frequentano il corso di educazione musicale, hanno eseguito, sotto la guida degli insegnanti, i brani di un repertorio molto vario.

«Il progetto del polo scolastico di Bono - sottolinea Dessena - è un passo ulteriore nell'ampio quadro di Iscol@. Si va delineando un orizzonte nuovo grazie agli interventi per migliorare le infrastrutture e per innalzare la qualità della didattica. Una scuola più moderna e accogliente è una base importante per lo sviluppo dei territori, in grado di frenare il grave fenomeno dello spopolamento. Andiamo avanti con questo investimento che comincia a dare risultati di grande rilievo. Ricordo che procede in modo altrettando spedito anche il progetto “Tutti a Iscol@” come abbiamo potuto verificare nel corso della visita di oggi». A Bono nascerà, grazie ad Iscol@, una nuova scuola del territorio, un punto di riferimento per sette Comuni del Goceano. Un’idea molto concreta e vicina al traguardo dell’attuazione che rientra nei primi dieci concorsi di progettazione in fase di chiusura sulla base di uno stanziamento complessivo di 45milioni di euro. La conclusione dei lavori è prevista nel 2020. Sarà un nuovo polo dell’istruzione, moderno ed in linea con le effettive esigenze del territorio. L’intervento prevede, con un investimento di 4,4milioni di euro, la riconfigurazione del vecchio edificio con il rinnovo delle aree esterne e la riqualificazione e l’ampliamento degli spazi interni. Una scuola che viene “ripensata” secondo forme e dimensioni più adatte alle pratiche della nuova didattica. Verranno realizzati la biblioteca, l'auditorium, nuovi spazi per la didattica e per l'educazione musicale, ambienti per l'aggregazione sociale, un punto ristoro ed impianti sportivi. Il progetto vincitore è stato elaborato dal raggruppamento “Sbarch.Bono”, sulla base del documento preliminare alla progettazione nato dal confronto tra i tecnici del Comune, il dirigente scolastico e l'Unità di progetto Iscol@.

Sono in fase di chiusura dieci concorsi di progettazione per la realizzazione e riqualificazione di altrettante scuole con uno stanziamento di 45milioni di euro. Sono stati avviati altri quattordici concorsi per un investimento di 55milioni. Tutte le proposte progettuali sono scaturite dal confronto tra amministratori locali, dirigenti scolastici, docenti, studenti, l’Unità di progetto Iscol@ della Regione, il gruppo di lavoro delle Università di Cagliari e Sassari e del Politecnico di Milano. Tutti i progetti, già presentati al pubblico nelle due giornate della manifestazione “Iscol@ design” alla Fiera di Cagliari, sono stati esposti a Bono, in occasione della presentazione dell’importante intervento finalizzato alla realizzazione del nuovo polo scolastico. Iscol@ si articola in due assi di intervento: Asse I, Scuole del nuovo millennio (stanziamento 110milioni di euro), ed Asse II che contempla interventi di messa in sicurezza e manutenzione degli edifici scolastici con azioni finanziate per un totale di 160milioni. La Regione ha lanciato il bando per i nuovi arredi e le attrezzature tecnologiche delle scuole. Sono disponibili 30milioni di euro destinati a 450 istituti della Sardegna. Il bando è stato illustrato, nelle scorse settimane, nel corso di Iscol@ design. Dopo la presentazione del progetto del nuovo polo scolastico del Goceano il presidente Pigliaru ha incontrato, nella sala consiliare del Comune di Bono, i sindaci ed alcuni consiglieri regionali eletti nel territorio. Nel corso della riunione, sono state esaminate le principali emergenze che condizionano lo sviluppo delle comunità a partire dal grave fenomeno dello spopolamento.
Commenti
13:06
Il progetto internazionale “The Holocaust and The Righteous”, creato dalla professoressa Daniela Tilloca, permetterà agli allievi della Scuola Media dell´Istituto comprensivo n.3, dei plessi Via Biasi e Santa Maria la Palma , di incontrare i loro compagni della scuola “1st Junior High school of Byron, Gymnasio Karea” di Atene, che visiteranno la Riviera del corallo lunedì 23 aprile
19/4/2018
L’Istituto tecnico “A.Roth” di Alghero è la prima scuola del nord Sardegna con il progetto Fab lab: la scuola si apre al territorio
© 2000-2018 Mediatica sas