Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresCronacaSocietà › Festa per la centenaria di Stintino
A.S. 19 maggio 2018
È la signora Gavina Barabino che nel giorno del suo compleanno è stata festeggiata dai familiari nella casa di via Sassari. A circondarla d´affetto le figlie e i tanti nipoti, ben 12, accompagnati da un piccolo esercito di pronipoti, 10, con l´ultima nata il 7 maggio scorso
Festa per la centenaria di Stintino


STINTINO – Con i suoi 100 anni compiuti venerdì 18 maggio, rappresenta la memoria storica di Stintino. È la signora Gavina Barabino che nel giorno del suo compleanno è stata festeggiata dai familiari nella casa di via Sassari. A circondarla d'affetto le figlie e i tanti nipoti, ben 12, accompagnati da un piccolo esercito di pronipoti, 10, con l'ultima nata il 7 maggio scorso. Ieri sindaco e assessori hanno voluto festeggiare con lei questo importante traguardo.

La sua famiglia discende dai pescatori e operai di Camogli che nel 1800 avevano abitato l'isola dell'Asinara. Il nonno della signora Gavina, Nicolò Barabino, partecipò alla costruzione della scalinata del faro dell'isola parco. Ha vissuto con la famiglia per tanti anni alla Pedraia, vicino Palmadula. Il marito, Gavino Satta, lavorava in miniera, prima all'Argentiera e poi, appunto, alla Pedraia, ma la sua Stintino e le sue origini le hanno sempre fatto volgere lo sguardo verso il mare. Nel paese di pescatori è ritornata 50 anni fa dove, adesso, vive con le figlie. In lei i ricordi sono vivissimi e, nonostante una frattura al femore rimediata nei mesi scorsi, la signora Gavina ha già ripreso a camminare.

Ieri il sindaco Antonio Diana con le assessore Francesca Demontis e Antonella Mariani hanno festeggiato con la signora Gavina il traguardo del secolo, portandole in dono un mazzo di fiori, un piatto in ceramica sarda e una raccolta di libri su Stintino. «Gli anziani – ha detto il primo cittadino – sono la nostra memoria storica, sono l'identità del nostro paese. Dal rispetto nei loro riguardi deriva il futuro della nostra comunità».
Commenti
19/7/2018 video
A distanza di un anno dal terribile incendio che ha devastato il palazzo di via Vittorio Emanuele, alle porte di Alghero, decine di famiglie si sono date appuntamento tra le macerie per una simbolica fiaccolata organizzata dalla Parrocchia del Rosario. Nelle loro facce ancora scolpiti quei ricordi indelebili. Con loro anche il Vescovo della Diocesi Mons. Mauro Maria Morfino. Su Alguer.it le commoventi immagini
© 2000-2018 Mediatica sas