Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notiziealgheroCulturaSocietà › Filatelia: Alghero protagonista a Verona
Red 7 giugno 2018
Il padiglione 9 della Fiera ha ospitato l’esposizione nazionale “Un quadro” di filatelia musicale, a cui hanno partecipato ventuno collezionisti provenienti da tutta Italia. Alla manifestazione, ha preso parte il collezionista algherese Salvatore Picconi, che ha proposto un canto tipico della sua terra in versione filatelica, “L’Ave Maria cantata in lingua sarda”
Filatelia: Alghero protagonista a Verona


ALGHERO - Il padiglione 9 della Fiera di Verona ha ospitato l’esposizione nazionale “Un quadro” di filatelia musicale, a cui hanno partecipato ventuno collezionisti provenienti da tutta Italia. Alla manifestazione, ha preso parte il collezionista algherese Salvatore Picconi, che ha proposto un canto tipico della sua terra in versione filatelica, “L’Ave Maria cantata in lingua sarda”.

Nonostante fosse all’esordio in filatelia musicale e fosse presente un’agguerrita concorrenza di esperti collezionisti, Piccioni si è classificato al sesto posto, ottenendo la medaglia di vermeil, 77punti e grandi apprezzamenti per la sua collezione. La mostra si è tenuta nella prestigiosa cornice di Verona, nella più grande manifestazione fieristica del settore che viene organizzata in Italia, nei locali di una fiera che ospita manifestazioni conosciute in tutto il mondo, fra cui Vinitaly, ad aprile.

Impeccabile è stata l’organizzazione della Società filatelica scaligera, che ogni anno organizza due manifestazioni del genere sotto il nome di “Veronafil”, che quest’anno celebrava la sua 130esima edizione. Una manifestazione che attira collezionisti e commercianti non solo da varie parti d’Italia, ma anche dall’estero, dalle vicine Austria e Germania, fino ai più lontani russi, che hanno venduto oggetti di collezione dei prossimi mondiali di calcio che si disputeranno nel loro paese.
Commenti
15/6/2018
Ad aprire gli interventi del sit-in sono stati Giovanni Sotgiu dell´UDU e Rita Diez e Giovanni Salis di Emergency Sassari che hanno ricordato, alla parola d´ordine "restiamo umani", che esiste ancora una parte di paese disposta a lottare e che crede fermamente che le vite umane hanno tutte lo stesso valore, al di là della razza, del colore della pelle e del luogo di nascita
© 2000-2018 Mediatica sas