Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notiziesassariCulturaScuola › Cultura e disabilità: Premio Farace a Sassari
Red 11 giugno 2018
Proclamati all´Università degli studi di Sassari i vincitori del premio dedicato alla disabilità ed intitolato al giovane chirurgo prematuramente scomparso
Cultura e disabilità: Premio Farace a Sassari


SASSARI - Video, poesie, temi e racconti, fumetti, fotografie, elaborati musicali: il “Premio Farace”, indetto dall'Università degli studi di Sassari cresce nelle modalità e possibilità di partecipazione e, anche nella sua edizione 2018, ha coinvolto decine di studenti delle scuole superiori di Sassari e provincia intorno ad un tema di grande impatto sociale: la disabilità. Hanno aderito il Liceo “Margherita di Castelvì” di Sassari, il Liceo Artistico “F.Figari” di Sassari, il Liceo “D.A.Azuni” di Sassari, il Liceo Artistico “Francesco Costantino” di Alghero e l'Istituto di istruzione superiore “Luigi Oggiano” di Siniscola. Nei giorni scorsi, si è tenuto l'atto conclusivo del concorso dedicato alla memoria del giovane chirurgo Francesco Farace, scomparso prematuramente: la cerimonia di premiazione, che si è svolta nell'Aula magna dell'Ateneo alla presenza del rettore Massimo Carpinelli, del delegato di Ateneo per le problematiche degli studenti disabili e con Dsa Stefano Sotgiu e della delegata all'Orientamento ed alla didatttica Rossella Filigheddu.

I quattro premi pari merito, del valore di mille euro ciascuno, sono andati ad un gruppo di studenti della Terza L del Liceo Coreutico e musicale “Azuni” di Sassari: Andrea Budroni, Mario Careddu, Leonardo Carta, Manuela Cau, Barbara Marras, Claudia Meloni e Giada Moschella, che hanno convinto la commissione con il file musicale “L’unico limite sei tu”. L’elaborato racconta la storia di un ragazzo che diventa disabile dopo un incidente stradale. Poi tutto è dramma, finché germoglia la scoperta della musica, del pianoforte, quale strumento per potere nuovamente vedere i colori e la bellezza del mondo. Premiato anche il video di Marco Peddio del Liceo artistico “Costantino” di Alghero. Con la forza delle immagini, l’autore illumina tutti noi sul cosa vuol dire vivere dal “di dentro” l’autismo, con la vita quotiana ed il sogno ad occhi aperti che accomuna tutti, disabili e non.

Un altro premio è andato a Stefano Pio ed Alessandro Tanca, del Liceo Classico “Azuni” di Sassari, per un video breve e denso che, con una colonna sonora originale di musica elettronica incalzante, descrive una tipica esperienza sensoriale di un bambino affetto da un disturbo autistico. È stata la poesia “Il suono della libertà” ad aggiudicarsi il quarto premio. L'autrice, Giulia Serra della Terza H del Liceo “Margherita di Castelvì” di Sassari, ha scritto la toccante testimonianza di una ragazza che parla ad una persona con disabilità con il rimpianto di non averla difesa, in passato, dalla prigione di parole. La Commissione ha poi deciso di attribuire tre menzioni a Giada Demartis (Liceo “Castelvì”, Quinta H), Jacopo Uzzau (Liceo “Castelvì”, Quarta H) e Giovanni Piga (Liceo “Figari”, Quinta D).
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas