Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notiziealgheroSpettacoloCinema › Petrov, un premio Oscar al Sardinia film festival
Red 25 giugno 2018
Il regista russo è stato candidato più volte all’Academy award, che ha poi conquistato nel 2000 con “Il vecchio e il mare”, un’animazione tratta dall’omonimo romanzo breve di Ernest Hemingway, realizzata in Canada e lanciata in formato Imax
Petrov, un premio Oscar al Sardinia film festival


SASSARI - Il programma della 13esima edizione del Sardinia film festival non smette di riservare sorprese. Tra gli ospiti illustri che andranno ad impreziosire il focus sulla cinematografia russa, che quest’anno contraddistinguerà particolarmente il Premio cinematografico internazionale organizzato dal Cineclub Sassari Ficc, oltre ad Andrej Koncalovskij ed Artur Aristakisyan, ci sarà anche il premio Oscar Aleksandr Petrov. Regista, disegnatore, animatore e sceneggiatore pluripremiato in tantissimi festival internazionali, Petrov è stato candidato più volte all’Academy award, che ha poi conquistato nel 2000 con “Il vecchio e il mare”, un’animazione tratta dall’omonimo romanzo breve di Ernest Hemingway, realizzata in Canada e lanciata in formato Imax.

Fin dal suo debutto nella regia, l’artista russo si è avvalso di una tecnica di pittura ad olio su vetro molto particolare. Una tecnica sempre più perfezionata, che è divenuta il segno distintivo delle sue opere. La conferma della sua presenza è arrivata in questi giorni, con grande soddisfazione da parte del direttore artistico Carlo Dessì, del presidente Angelo Tantaro e di tutto lo staff, che in queste settimane sta lavorando intensamente per la buona riuscita della manifestazione. Petrov sarà nell’Isola da lunedì 2 a martedì 10 luglio, e terrà una masterclass sull’Animazione mercoledì 4 ad Alghero. Saranno proiettati alcuni suoi capolavori come “Il vecchio e il mare”, “La mucca”, “Il mio amore” e “Rusalka”. Invece, a causa di impegni personali, non potrà essere presente Naum Klejman, ex direttore del Museo del cinema di Mosca e massimo esperto al mondo sulla figura di Ejzenstejn, che invierà tuttavia un video saluto al pubblico del festival. Il Sardinia partirà giovedì 28 giugno a Villanova Monteleone, alla presenza della madrina Cecilia Mangini, prima documentarista donna in Italia e voce libera del cinema. Seguiranno le tappe di Alghero, Bosa, Stintino e infine Sassari, per quindici giornate consecutive di appuntamenti.

La giuria del festival è al lavoro per assegnare la Medaglia del Presidente della Repubblica al primo classificato assoluto (scelto tra i film vincitori di ogni sezione), poi la Medaglia del presidente della Camera al miglior film prodotto nelle scuole sotto i diciotto anni e la Medaglia del presidente del Senato. Altri importanti riconoscimenti della kermesse sono il Premio Sillumina Siae-Mibact al miglior autore italiano sotto i trentacinque anni, il Premio UnipolSai al miglior autore straniero, il Premio Villanova Monteleone al miglior documentario italiano ed il Premio Bosa animation award alla migliore animazione. Intanto, ieri (giovedì), anche il Ministero della Giustizia ha concesso il patrocinio alla manifestazione, nella quale, oltre alla giuria formata da esperti internazionali, sono al lavoro altre due giurie di persone detenute del carcere di Bancali (una femminile e l’altra maschile) coordinate dal garante Mario Dossoni.

Nella foto: Alexandr Petrov
Commenti
14/7/2018
Vince la 13esima edizione il corto “Màtria” del regista spagnolo Alvaro Gago. La medaglia della Presidenza del Senato va a Marcello Fois per il Festival di Gavoi. La Targa UnipolSai young director 2018 è stata assegnata a Natalia Konchalowskji. Il Premio Villanova Monteleone al miglior documentario italiano è per “Cinema grattacielo”, di Marco Bertozzi. Il Bosa animation award va allo spagnolo “Bendito machine IV-carry on”, di Jossie Malis
© 2000-2018 Mediatica sas