Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notiziealgheroCulturaManifestazioni › Rafael Sari, ritorna il Premio dell'Obra
Red 26 settembre 2018
Per la particolarità della ricorrenza, l’Obra cultural ha pensato alle cose in grande dedicando alla cerimonia di premiazione due giornate: venerdì e sabato, giorno di San Michele, patrono di Alghero, per tradizione dedicato alla consegna dei premi
Rafael Sari, ritorna il Premio dell'Obra


ALGHERO - Il concorso di poesia e prosa intitolato al maestro Rafael Sari è arrivato alla 35esima edizione, un risultato impensabile per lo stesso ideatore del premio Giovanni Irranca quando, nel 1984, per onorare il poeta morto nel 1978, decise di organizzare un concorso poetico alla sua memoria. Dopo trentacinque anni, il premio ha raggiunto un alto prestigio letterario ed è diventato un punto di riferimento non solo per Alghero, ma per la Sardegna e per la Catalogna. Di fatto è uno dei più vecchi concorsi letterari in lingua dell’Isola, secondo solamente al Premio di Letteratura sarda di Ozieri e permette, malgrado le obiettive difficoltà nelle quali si trova la lingua algherese, di portare avanti una forte azione di tutela e valorizzazione linguistica.

Nel corso di tutti questi anni, sono state presentate migliaia di poesie e racconti che costituiscono un patrimonio letterario incredibile che non si può perdere. Per questo, l’Obra cultural ha deciso di pubblicare tutte le poesie che hanno vinto o sono state segnalate dalla commissione e ne sono venuti fuori tre libri, che adesso sono nella disponibilità di tutti. La poesia che ha vinto la prima edizione, quella del 1984, è stata “Lo dia de Déu”, di Maria Chessa Lai; dopo di lei, tanti poeti si sono affermati e tanti altri si sono fatti conoscere: Antonio Canu, Rosanna Ciampelli, Antonello Colledanchise, Michele Rondello, Antonio Coronzu, Anna Maria Piras, Felicina Di Napoli, Elisa Fois, Simonetta Rosella, Enzo Sogos, Carlo Demartis, Fedele Carboni e Davide Casu, ma anche gli alunni e gli studenti delle scuole elementari, medie e superiori, guidati dai maestri e dai professori, hanno scritto poesie e racconti in algherese e tutto questo ha fatto e continua a fare del Premio Rafael Sari una autentica “muralla” contro la mancanza d’interesse delle famiglie nei confronti della lingua algherese.

Questa edizione si presenta come la più parecipata per il numero delle opere arrivate, sia da parte algherese (trenta poesie e dieci racconti), sia da parte catalana (dieci poesie e sette racconti), opere che hanno imopegnato la commissione giudicatrice presieduta da Maria Antonietta Salaris e formata da Ginetta Amadori, Luigina Cano, Marzia Caria, Marianina Delrio, Giusi Pascalis e Franco Sanna. Anche quest’anno, tutte le poesie saranno pubblicate in un libro intitolato “Premi Sari 2018”, editato da “Edicions de l’Alguer”, che sarà presentato il giorno della premiazione. Per la particolarità della ricorrenza, l’Obra cultural ha pensato alle cose in grande dedicando alla cerimonia di premiazione due giornate: venerdì 28 settembre e sabato 29 settembre, giorno di San Michele, patrono di Alghero, per tradizione dedicato alla consegna dei premi.

Venerdì, alle 19, alla sala dell’ex seminario di Via Sassari 139, il direttore dell’Obra Carlo Sechi e lo scrittore Salvatore Tola, esperto di concorsi letterari in lingua, membro della commissione del Premio di Letteratura sarda di Ozieri, che ha scritto tanti libri, tra i quali “Cinquant’anni di premi letterari in lingua sarda”, ricorderanno la figura del maestro Sari e parleranno del ruolo dei concorsi letterari in termini di difesa, valorizzazione e promozione delle lingue minoritarie. Durante la serata, il poeta, scrittore, presidente dell’associazione Alguer cutura Pier Luigi Alvau farà conoscere, attraverso l’interpretazione di diverse poesie, l’autobiografia sentimentale e la piccola vita quotidiana di Alghero, due temi che ricorrono con intensa partecipazione nelle poesie di Rafael Sari.

La seconda giornata, sabato, alle 17.30, sempre nella sala dell’ex-seminario di Via Sassari, sarà dedicata totalmente alla cerimonia di premiazione. Saranno premiati i partecipanti alle re sezioni nelle quali è diviso il premio: Sezione A (riservata agli alunni delle scuole di Alghero), B (riservata agli autori in lingua catalana) e C (riservata agli autori nella variante algherese). Durante la serata del 29 settembre, saranno consegnati due premi speciali al progetto “Kyrial alguerés” della Coral del Kyrial ed al progetto “Mans Manetes” della Plataforma per la llengua. La sala dell’ex-seminario, è stata gentilmente messa a disposizione dall’Università delle Tre età.
Commenti
28/9/2018
Gli iscritti all´Associazione nazionale Polizia di Stato delle sezioni di Nuoro, Macomer e Tortolì saranno presenti in massa alle manifestazioni in programma nel fine settimana a Roma, rappresentandola provincia nuorese
© 2000-2018 Mediatica sas