Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notiziealgheroCronacaArresti › Narcotrafficanti con base ad Alghero: arresti
Red 11 ottobre 2018
Il nucleo Pef di Sassari ha setacciato i contatti dei referenti campani (vicini alla famiglia scafatese degli Albano, raggiunti dal provvedimento cautelare) riuscendo ad individuare una ramificazione di persone, con base ad Alghero e collegamenti ad Olbia e Nuoro, che ha introdotto partite di cocaina dalla Campania
Narcotrafficanti con base ad Alghero: arresti


ALGHERO - Era Alghero l’epicentro degli affari della banda sardo-campana sgominata dal nucleo di polizia economico-finanziario della Guardia di finanza di Sassari e dal servizio centrale investigazione criminalità organizzata di Roma, che hanno interagito sotto il coordinamento della Dda di Cagliari. Qui avevano piazzato la propria base i grossisti di origine napoletana che ricevevano la cocaina proveniente da oltre Tirreno a bordo di autoarticolati, soprattutto di quelli che trasportavano piante e fiori. Stavano ad Alghero, da dove fornivano la loro rete sino a Olbia, e a Macomer, piazza attraverso cui gestivano la loro fetta di mercato anche nel Nuorese.

Dalle prime ore dell’alba, i militari del Comando provinciale della Guardia di finanza di Sassari e del Servizio centrale investigazione criminalità organizzata hanno eseguito una misura cautelare emessa dal Tribunale di Cagliari nei confronti di quattro persone tutte appartenenti ad un’organizzazione criminale campana dedita al narcotraffico tra la Campania e la Sardegna. Coordinati dalla locale Direzione distrettuale antimafia con Guido Pani, i finanzieri affiancati dal supporto logistico dello Scico, attraverso intercettazioni telefoniche, ambientali e servizi dinamici sul territorio, hanno scoperto l’operatività della pericolosa gang che lucrava ingenti profitti dal traffico di stupefacenti.

Ma Alghero e il suo centro storico, in tempi di crisi economica per il territorio sardo e italiano più in generale, era diventata ideale anche per gli affari immobiliari e commerciali dell’organizzazione che, comprando attività di ogni genere e appartamenti da destinare a uso turistico, ripulivano gran parte dei soldi guadagnati. Referenti dell’organizzazione erano un 41enne ed un 36enne napoletani che, con l’ausilio di corregionali trasportatori, gestivano i traffici di droga tra la Penisola e la Sardegna sfruttando quella che ritenevano una “entrata sicura” nell’isola, ovvero l’utilizzo degli autoarticolati transitanti sulle vie del mare. Il narcotico introdotto era destinato a “grossisti” di origine napoletana (all’epoca dei fatti residenti ad Alghero ed a Macomer), che provvedevano, poi, a rifornire i pusher di stanza in Sardegna.

L’associazione malavitosa poteva contare su una nutrita schiera di collaboratori cui sono stati notificati sempre in data odierna specifici decreti di perquisizione emessi dall’Autorità giudiziaria e che ha visto per l’esecuzione l’impiego di un centinaio di finanzieri in ambito nazionale. Nel corso delle indagini, sono state documentate tre importazioni di cocaina per circa 6chilogrammi, mentre sono state arrestate in flagranza di reato nove persone oltre al sequestro di tre autoveicoli, una pistola modello92 e 54mila euro in contanti. L’operazione (eseguita nelle province di Sassari, Cagliari, Nuoro, Roma, Massa Carrara, Viterbo, Pescara, Napoli e Salerno) è tutt'ora in corso in piena sinergia con il servizio centrale ed i Comandi provinciali interessati.
Commenti
19:16
Il Gruppo di Olbia della Guardia di finanza ha fermato un camper tedesco che conteneva mezzo chilogrammo di sostanza stupefacente. Arrestati il conducente ed il passeggero. Sequestrate anche piante di San Pedro, potente droga allucinogena sudamericana
15:47
Ieri, un giovane ivoriano, presentatosi all’Ufficio Immigrazione della Questura di Sassari per ottenere il permesso di soggiorno per motivi umanitari, è stato tratto in arresto. Per le stesse motivazioni, altri tre migranti si sono presentati negli uffici del Commissariato di Pubblica sicurezza di Tempio Pausania che, all’atto dell’esibizione di un documento di identità, hanno mostrato un passaporto palesemente falsificato, privo di tutte le misure di sicurezza previste
19/10/2018
Dopo i tre arresti già effettuati nei giorni scorsi, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando provinciale di Sassari, con i militari delle Compagnie di Sassari, Alghero, Porto Torres e Napoli, del Nucleo Cinofili e dello Squadrone eliportato Cacciatori Sardegna, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di sei indagati per associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti e produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti in concorso. Eseguite perquisizioni locali e personali a carico di altri sedici indagati
15:11
Prosegue l´azione della Guardia di finanza per contrastare lo spaccio e la diffusione di sostanze stupefacenti. Sequestrati 128,45grammi di hashish, un grammo di marijuana e 0,8grammi di cocaina. Una persona è stata arrestata e cinque sono state segnalate alla Prefettura
19/10/2018
I controlli effettuati dai Carabinieri tra le vie del centro del capoluogo gallurese hanno portato ad un arresto, a due denunce ed al ritrovamento di refurtiva, armi, esplosivi e diversi chilogrammi di stupefacente
© 2000-2018 Mediatica sas