Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notiziesassariCronacaSanità › L´importanza dei vaccini e della farmacovigilanza
Red 6 dicembre 2018
Gli esperti incontrano gli studenti all´Istituto Devilla di Sassari. Premiati gli Istituti che hanno partecipato al concorso. L´Aou di Sassari presente con la struttura di Igiene e controllo delle infezioni ospedaliere
L´importanza dei vaccini e della farmacovigilanza


SASSARI - È importante che la popolazione capisca la necessità di accedere in maniera consapevole alla vaccinazione e, ancora, che vaccinarsi vuol dire aumentare la qualità della vita e ridurre la circolazione di agenti infettivi. Perché, in termini di prevenzione primaria, la cultura scientifica ha documentato che in questo modo si salvano vite umane e si ha un miglioramento della salute globale. Ed ancora, che le vaccinazioni riducono l'utilizzo di antibiotici, che devono essere accompagnate da un'informazione ad un corretto utilizzo degli antibiotici, così da ridurre la possibilità di creare antimicrobico resistenze. In sintesi questo quanto emerso mercoledì mattina, nell'auditorium dell'Istituto Devilla di Via Monte Grappa, a Sassari. È stata questa la location scelta dal Centro regionale di farmacovigilanza della Sardegna per l'evento formativo “Farmacovigilanza con e per il cittadino”, che ha coinvolto circa quattrocento studenti degli istituti superiori della provincia di Sassari, anche con un concorso fotografico e video.

Ai ragazzi si sono rivolti i numerosi esperti che, nell'arco della mattina, si sono alternati al tavolo dei relatori. Tra questi anche Paolo Castiglia, direttore della struttura di Igiene e controllo delle infezioni ospedaliere dell'Aou di Sassari, e Giovanni Sotgiu della stessa struttura. Il direttore della struttura di Igiene e controllo dell'Aou ha descritto l’importanza della comunicazione vaccinale inserita nel panorama dell’evoluzione tecnologico-informatica in cui emergono i fenomeni della Mobile health (uso delle tecnologie mobili quali telefoni cellulari, smarthphone e tablet nell’ambito sanitario), e si implementano sistemi comunicativi come il sito internet VaccinarsinSardegna, strumento istituzionale della Regione autonoma della Sardegna e della stessa Azienda ospedaliero universitaria. «In un momento in cui si dibatte sull'obbligo vaccinale – ha dichiarato Castiglia – è importante che venga garantito un accesso consapevole alla vaccinazione». Un contributo all'informazione arriva proprio dal sito web dedicato alle vaccinazioni nato nel 2017 con l’obiettivo di contrastare la “cyber disinformation” limitata non solo alle fake news, ma anche a tutte le notizie fuorvianti ed ingannevoli, presentate e promosse intenzionalmente sul web. In particolare, le bufale sui rischi da vaccinazione. I vaccini proprio perché somministrati a centinaia di milioni di soggetti sani sono i presidi sanitari meglio tollerati, più sicuri e controllati. È importante che i cittadini continuino a segnalare ogni possibile evento avverso da farmaci e da vaccini anche dopo la loro commercializzazione, proprio per consolidare le conoscenze cliniche di sicurezza ed efficacia sul campo.

Sotgiu, invece, ha raccontato ai ragazzi la rivoluzione compiuta dai vaccini e come, con il loro utilizzo, sia stato possibile sconfiggere le grandi epidemie. A partire dal vaiolo, che l'Oms ha dichiarato eradicato nel 1980, dopo gli ultimi due casi di malattia registrati nel 1975 in Bangladesh e nel 1977 in Somalia. Ed ancora, il vaccino contro la poliomielite, che ha reso l'Europa “area polio-free” e così quasi tutto il mondo, eccetto una ristretta area geografica del sud est asiatico. L’importanza della prevenzione primaria non va dimenticata, essendo le vaccinazioni spesso vittime del loro successo. In conclusione, il docente ha ricordato i vantaggi del vaccino contro contro l'Hpv che negli Stati Uniti, attraverso la sua sistematica distribuzione, ha condotto al calo delle infezioni che causano il carcinoma della cervice uterina e le lesioni condilomatose. Inoltre, l'Aou di Sassari era presente nel cortile anche con un gazebo informativo per dare ai giovani un'ampia informazione sull'importanza dei vaccini.
Commenti
20:21
L´Ats Sardegna ha avviato il percorso di pianificazione delle modalità operative di coordinamento del Registro dei tumori della Regione Sardegna. Analizzati i processi informativi ed informatici destinati alla raccolta dei dati nell’intero contesto regionale
7:07
Avviato il percorso per la gestione delle emergenze-urgenze nell’ambito ostetrico, organizzato dall’Assessorato regionale della Sanità, in collaborazione con le Università di Cagliari e di Sassari e l’Ats Sardegna
10/12/2018
Il sindaco di Sassari ha commentato l´esito dell´incontro che si è tenuto a Cagliari, tra i direttori generali dell´Assessorato regionale alla Sanità e dell´Azienda ospedaliera universitaria di Sassari. L´incontro serviva per garantire l’equilibrio del bilancio di previsione dell’Azienda e le stabilizzazioni del personale precario
10/12/2018
Dirigenti e funzionari dell’Assessorato e dell’Aou si sono confrontati per alcune ore, fino a eliminare ogni ostacolo amministrativo che precluda il raggiungimento dell’obiettivo fissato dall’assessore regionale della Sanità Luigi Arru
© 2000-2018 Mediatica sas