Skin ADV
Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaAmbiente › Porto Torres: 37 telecamere in 14 punti strategici
Mariangela Pala 4 gennaio 2019
Ci vorranno almeno 90 giorni prima di vedere installate 37 telecamere in alcune zone sensibili con i sistemi di connettività e tutte le infrastrutture a supporto degli impianti. Quattordici i punti strategici
Porto Torres: 37 telecamere in 14 punti strategici


PORTO TORRES - Una rete di monitoraggio del territorio con sistemi di videosorveglianza per combattere gli atti vandalici in città. Ci vorranno almeno 90 giorni prima di vedere installate 37 telecamere in alcune zone sensibili con i sistemi di connettività e tutte le infrastrutture a supporto degli impianti. Quattordici i punti strategici individuati dalle forze dell’ordine in accordo con il Comune di Porto Torres distribuiti nel territorio, undici dei quali sono stati indicati dalla Prefettura e si concentrano sulla litoranea per Platamona, in strade e zone periferiche spesso oggetto di abbandono indiscriminato di rifiuti, nei pressi dei varchi del porto, in centro, nelle strade urbane di connessione con la fascia costiera e nei quartieri in cui si riscontrano frequentemente atti di vandalismo.

In particolare verranno collocate nei punti di accesso della strada provinciale 81 nei pressi della chiesa di Balai Lontano, nella ex 131 nell’incrocio tra via Sassari e via dell’Erica, in via Fontana di Cherchi e nelle rampe di accesso di via dell’Industria. Altri impianti verranno installati nei varchi portuali vicino la Guardia di finanza, in piazza Colombo e piazza Renaredda. Punti strategici a maggior rischio anche in via Balai e nell’intersezione con via Ettore Sacchi, viale delle Vigne nell’incrocio tra via Mannu e via Sassari, nella rotatoria con via dei Corbezzoli, ma anche al centro, in piazza Umberto I e in periferia in piazza delle Regioni.

«Risale al 21 dicembre del 2017 l’incontro preliminare con le forze dell’ordine presso la sede della Polizia Locale con la comandante Katia Onida per la predisposizione del progetto diretto a realizzare una rete per la sicurezza del cittadino e del territorio», ha detto il capitano Giovanni Manunta durante la commissione Attività Produttive convocata dalla presidente Loredana De Marco. Nasce solo ora l’esigenza di avviare il progetto finanziato nel 2013 dalla Regione con una cifra di circa 119mila euro e rimasto fermo nei cassetti del Comune. Un sistema realizzato attraverso una convenzione Consip con Tim che provvederà a creare i siti interconnessi tra loro da una rete di ponti radio.

«Non sarà possibile il controllo diretto 24 ore su 24 perché manca il personale, - ha aggiunto il capitano Manunta – ma la Polizia locale si limiterà ad estrarre le registrazioni a visionarle in seguito». Le telecamere si aggiungono ai 4 dispositivi già esistenti nei punti di ingresso della città, ma per esigenze di maggiore controllo del territorio e per tutelare il patrimonio pubblico occorrono altri dispositivi. «E’ arrivato il momento di trovare le risorse per assicurare la presenza di personale affinché i vigili urbani possano controllare il territorio con una pattuglia notturna - afferma il presidente del consiglio Gavino Bigella – per questo chiederemo all’assessore al Bilancio che venga data alla Polizia locale o ad una ditta esterna la possibilità di stare davanti alle telecamere 24 ore al giorno per garantire maggiore sicurezza».

Un modo per assicurare la prevenzione attraverso il riscontro di irregolarità e sanzionare comportamenti contro l'ambiente e il patrimonio dell'ente. «Le videocamere saranno in grado di leggere la targa non solo dei mezzi che trasportano merci pericolose ma anche di altri mezzi senza bisogno di fare la ricerca - spiega il vicesindaco Marcello Zirulia – con impianti di videosorveglianza a colori o in bianco e nero con buona risoluzione e in grado di rilevare i volti delle persone». Nei prossimi giorni la giunta dovrà deliberare la collocazione dei punti strategici, una decisione che comporta la modifica del Regolamento sulla sicurezza che successivamente passerà al vaglio del Consiglio per essere approvato.
Commenti
22:18
Fotografi, filosofi e scrittori, ma anche cineasti e critici d’arte, una comunità di 100 ospiti all’Asinara. Tre giornate dedicate alla fotografia sull’isola dove dal 20 al 22 giugno, nasceranno spazi studio
15:21
Giovedì sera, la libreria in Via Vittorio Emanuele 11, ad Alghero, dedica una serata alla natura della Sardegna. Protagonista della serata sarà il fotografo naturalista Renato Brotzu. Interverrà con l´autore Giuseppe Izza
17/6/2019
«Il Wwf chiede un´ordinanza che vieti, in tutto il territorio comunale, l’uso della plastica monouso in occasione di fiere gastroenteriche e/o degustazione e sia consentito il solo utilizzo di stoviglie e bicchieri riciclabili, compostabili, a basso impatto e zero emissioni di Co2», auspica Carmelo Spada
© 2000-2019 Mediatica sas