Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notiziesassariCronacaCronaca › Polizia locale Sassari: il report 2018
Red 10 gennaio 2019
Nel 2019, sono cresciute le attività della Polizia locale del Comune di Sassari in tutti i campi, come Polizia giudiziaria, ambientale, edilizia e commerciale. Inoltre, hanno assorbito uno peso significativo le azioni rivolte a rafforzare la sicurezza stradale e ad assicurare l´ordinato svilupparsi della mobilità urbana, sia veicolare, sia pedonale
Polizia locale Sassari: il report 2018


SASSARI - Nel 2019, sono cresciute le attività della Polizia locale del Comune di Sassari in tutti i campi, come Polizia giudiziaria, ambientale, edilizia e commerciale. Inoltre, hanno assorbito uno peso significativo le azioni rivolte a rafforzare la sicurezza stradale e ad assicurare l'ordinato svilupparsi della mobilità urbana, sia veicolare, sia pedonale. Sono solo alcuni degli aspetti emersi dal report annuale presentato ieri mattina (mercoledì), al Comando in Via Carlo Felice, che fotografa l'attività del Corpo nel 2018: trentotto slide che racchiudono i numeri di un anno intenso, durante il quale la Polizia locale è stata impegnata in operazioni di controllo, di prevenzione e di repressione degli illeciti per aumentare la sicurezza dei cittadini e la sua percezione. All'incontro con la stampa, erano presenti il sindaco Nicola Sanna, l'assessore comunale alla Polizia municipale Antonio Piu ed il comandante Gianni Serra.

Particolarmente apprezzata ed efficace si è rivelata la campagna di sicurezza stradale “Smartphone zombie”, così come le azioni di educazione e di sensibilizzazione realizzate nelle scuole, nelle piazze, nelle sedi istituzionali e di associazioni che operano nel sociale. Inoltre, la campagna pedoni sicuri e la lotta alle condotte pregiudizievoli della sicurezza stradale ha permesso di arginare le condotte di guida dissennate, riducendo i fattori di rischio. Sul fronte della prevenzione e della repressione dei reati, emerge il lavoro straordinario assicurato da nucleo investigativo in borghese e dagli agenti appartenenti ai nuclei specialistici motoveicoli e pronto intervento. «Gli investimenti compiuti dall'Amministrazione comunale hanno permesso di accrescere e di ammodernare le attrezzature e i dispositivi di lavoro, con il potenziamento del parco mezzi, con l'acquisto di una nuova stazione mobile dotata di tecnologia avanzata, con l'installazione in via sperimentale di telecamere dash-cam sulle auto destinate ai servizi operativi, e di telecamere body-cam sulle divise degli agenti», ha dichiarato Sanna. «La Polizia locale del Comune di Sassari consolida e rafforza i risultati conseguiti negli ultimi anni, dimostrando un'inclinazione spiccata verso le attività operative, rivolte ad accrescere la sicurezza urbana su tutto il territorio, ma anche la percezione, ovvero il sentimento di sicurezza e legalità nella comunità locale», ha commentato Serra. «Ulteriori investimenti hanno permesso di dotare il nucleo Sapr di un drone di ultima generazione, destinato alle operazioni in scenari critici, di acquistare nuovi motocicli e di potenziare il parco velocipedi» ha aggiunto Piu.

Nel 2018, si è registrato un incremento degli illeciti correlati alle violazioni delle norme del Codice della strada, e ciò principalmente per l'incisività e l'efficacia delle campagne di sicurezza stradale rivolte a sensibilizzare, prevenire e reprimere le condotte maggiormente pregiudizievoli della sicurezza della mobilità sia veicolare, sia pedonale. Nel campo dell'infortunistica stradale, si osserva che in dodici mesi sono stati rilevati 944 sinistri, con una crescita complessiva modesta rispetto al 2018, ma dall'analisi dei dati emerge un calo del 15percento dei decessi, a dimostrazione dell'efficacia delle azioni di contrasto delle condotte illecite. Anche nel 2018 la maggior parte dei sinistri si sono registrati lungo le strade del consorzio Predda Niedda, a dimostrazione del sempre più importante carico veicolare che questa rete viaria assorbe. Inoltre, si sono rivelate ancora una volta più insidiose sotto il profilo dell'incidentalità le strade di collegamento tra il perimetro urbano ed il sistema viario extraurbano. Hanno registrato una crescita anche le attività svolte dai nuclei della polizia edilizia, di polizia commerciale, di polizia ambientale, specie quelle specialistiche e che assorbono profili di natura penale.

In materia ambientale sono stati ulteriormente intensificati i controlli rispetto al 2017. L'elevata professionalità raggiunta dal nucleo di polizia ambientale emerge dal numero delle attività delegate dall'Autorità giudiziaria, cresciute del 66percento, e dalla crescita esponenziale delle attività specialistiche rappresentate dalle indagini realizzate con il supporto degli aeromobili a pilotaggio remoto e dai rilievi fonometrici tesi a rilevare il valore limite di immissione delle sorgenti inquinanti negli ambienti abitativi e nell'ambiente esterno. Per accrescere l'attenzione verso il degrado e l'inquinamento provocati dall'abbandono e dal deposito indiscriminato di rifiuti sul suolo e nel sottosuolo, sono state realizzate cinque campagne informative: 127mila cittadini ti osservano; La condotta immorale della settimana; I costi della mancata differenziazione; Il viaggio più lungo della mondezza; Suv sulla spiaggia; I cafoni non vanno in vacanza. «Lo scopo di queste iniziative è stato quello di sensibilizzare la comunità su un fenomeno diffuso: quello degli illeciti ambientali, chiedendo, nel contempo, a ogni cittadino di svolgere il ruolo di sentinella di legalità – ha continuato il comandante Serra - Il messaggio che si è voluto divulgare è stato anche quello di sottolineare la gravità delle conseguenze, sotto il profilo sia amministrativo sia penale, in cui incorrono i trasgressori».

Nel campo della sicurezza urbana un sempre maggiore e più qualificato impegno si ricava dall'analisi dei dati elaborati dall'ufficio di polizia giudiziaria da cui risaltano le numerose operazioni rivolte alla repressione di reati predatori e le azioni tese ad arginare i reati collocabili nella sfera della microcriminalità. Nel 2018 la Polizia Locale ha assicurato una vigilanza costante nei parchi pubblici, nei centri Caritas, nel campo nomadi e all'interno dei quartieri che registrano maggiori rischi di attecchimento di fenomeni di disagio e di illegalità. Stazione mobile, agenti di quartiere, agenti in borghese, unità cinofila, reparto motociclisti, nuclei di pronto intervento e di infortunistica hanno assicurato azioni costanti a tutela della legalità. Il Comando ha organizzato anche quest'anno numerose campagne educative di sicurezza stradale rivolte agli studenti che frequentano gli istituti scolastici cittadini. E proprio in tema di sicurezza stradale, ieri mattina, è stata riproposta per il 2019 la campagna “Smartphone zombie”, attraverso un nuovo video elaborato con l'attore Alessandro Gazale ed il suo staff. La riproposizione della campagna risponde alla volontà di rafforzare nei pedoni e negli automobilisti la consapevolezza dei rischi correlati all'uso dissennato e senza regole dei cellulari durante la mobilità lungo le strade, a piedi o alla guida di veicoli.
Commenti
19/1/2019
Diego Baltolu, 19 anni, è stato ritrovato sugli scalini di fronte alla sua abitazione con un buco nel petto. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del comando provinciale di Sassari
19/1/2019
Si tratta di un ragazzo di Olbia, giunto ad Alghero in occasione delle manifestazioni del Cap d´Any. Finito il concerto di Moses Concas in Piazza Pino Piras lo aveva derubato
18/1/2019
I Carabinieri della locale Stazione, impegnati in servizio di controllo del territorio e di prevenzione dei reati, hanno trovato un’autovettura abbandonata, risultata rubata e denunciata dal suo proprietario, un sassarese
19/1/2019
Un 25enne di Dorgali ha risposto ad un´inserzione di vendita di bancali di combustibile nocciolino a prezzo conveniente: ma era una truffa. Si è così presentato alla locale Stazione dei Carabinieri
19/1/2019
I Carabinieri della Squadriglia di Monte Pizzinnu, hanno deferito in stato di libertà all´Autorità giudiziaria un allevatore del posto, già noto alle Forze dell´ordine. Sequestrato circa un etto di marijuana
18/1/2019
L’area su cui è stato rinvenuto il materiale è stata sottoposta a sequestro e bandellata, anche per ragioni di sicurezza del sito. Sul posto è intervenuto anche il personale delle Guardie Ecozoofile dell’Anpana
© 2000-2019 Mediatica sas