Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notiziealgheroEconomiaTurismo › «Buoni turismi per una buona crescita»
Red 5 febbraio 2019
Torna in Sardegna l’Alta scuola di turismo ambientale. Al via tre nuove edizioni del corso per operatori turistici, a Villasalto, Alghero ed Arzachena, che vogliono scommettere sull’ambiente. L’appuntamento formativo, realizzato da VivilItalia, in collaborazione con Legambiente, è organizzato dal Parco geominerario della Sardegna
«Buoni turismi per una buona crescita»


ALGHERO - Dopo il successo dei corsi realizzati l’anno scorso ad Iglesias, Domus de Maria, Guspini e Torpè, torna in Sardegna l’appuntamento con l’Alta scuola di turismo ambientale, l’iniziativa di formazione per entrare in contatto con le migliori esperienze italiane nel campo turistico ed ambientale realizzate nei territori di eccellenza e raccontate dalla viva voce dei protagonisti. Gli appuntamenti con le nuove edizioni della prestigiosa scuola di turismo ambientale si terranno a Villasalto da sabato 2 a venerdì 8 marzo e ad Alghero e Arzachena da sabato 9 a sabato 16 marzo per conto del Parco geominerario della Sardegna. Le tre edizioni del corso prevedono una combinazione di testimonianze, esperienze e laboratori pratici che si terranno sia sul territorio, sia in aula. Insieme a docenti esperti ed ai racconti autorevoli degli operatori del settore, si cercherà di comprendere e far emergere il mix di azioni e strategie necessarie per un corretto sviluppo dei territori e di immaginare e realizzare prodotti e servizi turistici sostenibili. I corsi, rivolti agli operatori turistici locali che vogliono perfezionare il proprio percorso formativo e le proprie competenze nel settore del management turistico ambientale, sono organizzati da VivilItalia, la società di Legambiente che si occupa di turismo ambientale, in collaborazione con Federparchi e con l'Associazione italiana turismo responsabile. I corsi si occuperanno di governance, creazione del prodotto turistico ambientale, promo-commercializzazione ed altre tematiche finalizzate a creare un sistema integrato sul territorio che sia capace di fare della risorsa ambiente la prima occasione di sviluppo turistico.

«Per i partecipanti al corso Asta abbiamo selezionato le migliori esperienze italiane nel campo turistico ed ambientale, raccontate dalla viva voce dei protagonisti – ha dichiarato il presidente di Vivilitalia Sebastiano Venneri – Si tratta di un’esperienza unica nel nostro Paese che mette a disposizione dei partecipanti un’offerta formativa di livello in un settore, quello del turismo ambientale, di grande prospettiva occupazionale». Per Tarcisio Agus, presidente del Parco geominerario della Sardegna, «i corsi Asta hanno rappresentato finora un’ottima opportunità per quanti, operanti nel settore del turismo, hanno voluto sviluppare la propria attività professionale. Si tratta di un percorso formativo qualificato che sta provando a mettere il territorio del Parco e i suoi luoghi d’attrazione al centro della proposta turistica. Abbiamo voluto condividere quest’esperienza con altre aree protette presenti sul territorio, un’occasione concreta per fare sistema fra i soggetti che lavorano per tutelare e promuovere la nostra regione». Alle precedenti edizioni di Asta hanno partecipato centinaia di operatori turistici locali. Durante i giorni di lavoro dei percorsi formativi, si sono alternati ai cinque docenti d’aula numerosi testimonial, rappresentanti di imprese, associazioni ed istituzioni, locali e nazionali, che hanno portato le loro esperienze e si sono confrontati con la classe.

Anche i corsi in Sardegna stanno avendo un approccio fortemente esperienziale. Sono in programma uscite ed escursioni in loco, occasioni per conoscere in prima persona i luoghi, le persone e gli altri elementi che caratterizzano un territorio dal forte potenziale come quello compreso nel Parco geominerario della Sardegna. Le esperienze diventeranno quindi oggetto di rielaborazione teorica e le docenze in aula permetteranno di affrontare i temi legati alla governance dei territori e della costruzione e promo-commercializzazione dei prodotti di turismo ambientale legando in questo modo l’esperienza alla teoria e viceversa. Il corso, per il quale è previsto un numero massimo di trenta partecipanti, è rivolto in particolare a funzionari di amministrazioni pubbliche, manager, esperti in pianificazione ambientale e del territorio, operatori di settore e piccoli imprenditori locali con una corsia preferenziale riservata ai residenti nei Comuni interessati dal Parco. I corsi realizzati a Villasalto, Alghero ed Arzachena per conto del Parco geominerario della Sardegna hanno ottenuto infine il patrocinio dell’Associazione italiana guide ambientali escursioniste e la partecipazione garantisce 10crediti formativi alle guide che aderiscono all’associazione.
Commenti
13/2/2019
La Giunta comunale ha definito le aree dedicate agli stand dell’area mercato e ai servizi di informazione, promozione e turistici in occasione dell’arrivo delle navi da crociera
© 2000-2019 Mediatica sas