Skin ADV
Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notiziecagliariCronacaCronaca › Altri tre lavoratori in nero nel Cagliaritano
Red 13 marzo 2019
Le Fiamme gialle delle Tenenze di Muravera, Sarroch e Sanluri, nell’ambito delle attività’ di contrasto al lavoro nero ed irregolare, hanno concluso tre controlli nei confronti di altrettanti realtà commerciali, operanti nel settore della grande distribuzione, della ristorazione e dell’artigianato
Altri tre lavoratori in nero nel Cagliaritano


CAGLIARI - Le Fiamme gialle delle Tenenze di Muravera, Sarroch e Sanluri, nell’ambito delle attività’ di contrasto al lavoro nero ed irregolare, hanno concluso tre controlli nei confronti di altrettanti realtà commerciali, operanti nel settore della grande distribuzione, della ristorazione e dell’artigianato. In un centro dell’hinterland cagliaritano, del Basso Sulcis e della Marmilla, i finanzieri hanno indirizzato le rispettive attività di controllo nei confronti di alcuni operatori commerciali che, dopo un’attenta analisi operata in ufficio sulla base delle informazioni acquisite, presentavano indici di irregolarità.

Nello specifico, l’azione dei finanzieri di Muravera è conseguente ad un’attività di controllo su strada quando, dopo aver controllato la regolarità del carico trasportato da un automezzo, hanno identificato il conducente ed acquisito i dati in ordine al suo profilo d’impiego. I successivi riscontri d’ufficio hanno evidenziato che l'autista non risultava regolarmente assunto: per cinque mesi, il lavoratore era stato impiegato “in nero”, in modo saltuario, senza la regolarizzazione formale del rapporto di impiego, sia sotto il profilo contributivo, sia assicurativo. Il datore di lavoro è stato diffidato a regolarizzarne la posizione ed è stato destinatario di una sanzione amministrativa fino ad un massimo di 10.800euro. Inoltre, nel corso dei controlli è stato appurato che il dipendente veniva retribuito in contanti, condotta che rappresenta una violazione alle disposizioni entrate in vigore dal primo luglio 2018, che prevedono il divieto di pagamento dello stipendio in contanti e l’obbligo per i datori di lavoro di effettuare il pagamento solo con strumenti tracciabili. Per questa circostanza, al datore di lavoro è stata comminata una sanzione amministrativa che va fino ad un massimo di 5mila euro.

I militari di Sarroch, dopo un controllo nei confronti di una società operante in un centro del Basso Sulcis nel settore della ristorazione, hanno accertato che a fronte di tre dipendenti presenti nel locale al momento dell’ispezione, uno risultava essere in “nero”. Il titolare dell’attività è stato diffidato a regolarizzare il lavoratore e gli è stata irrogata una sanzione amministrativa fino ad un massimo di 10.800euro.

Le Fiamme gialle di Sanluri, dopo l’esame della documentazione acquisita nel corso di un controllo operato nei confronti di un’azienda operante nel settore della grande distribuzione in un centro della Marmilla, hanno accertato che un lavoratore veniva impiegato in nero, in particolare negli orari di chiusura al pubblico, sia nel magazzino, sia per il posizionamento della merce nelle corsie di un supermercato. Anche in questo caso, il titolare dell’azienda è stato diffidato a regolarizzare il lavoratore ed è stato destinatario di una sanzione amministrativa fino ad un massimo di 21.600euro. Dall’inizio dell’anno, sono diciannove i lavoratori in nero scoperti dalla Guardia di finanza del Comando provinciale di Cagliari.
Commenti
23:13
I Carabinieri della locale Stazione hanno rinvenuto un motociclo Kawasaki Ninja risultato oggetto di furto denunciato a Cagliari, perpetrato nel luglio 2017
23/5/2019
La locale Guardia costiera blocca in porto un’altra nave che non rispetta gli standard minimi di sicurezza previsti dalle normative internazionali: è la motonave Sea Music, battente bandiera moldava
23/5/2019
L’operazione della scorsa notte era finalizzata non solo a preservare le risorse ittiche del luogo, ma anche a tutelare i pescatori professionali, che in regime di pesca in esclusiva quotidianamente svolgono la propria attività nel rispetto delle leggi, oltre ai consumatori che hanno il diritto di acquistare prodotti sani e con una filiera sicura
23/5/2019
Sabato sera, su disposizione del questore Massimo Alberto Colucci, la Polizia di Stato ha effettuato un servizio mirato alla prevenzione ed alla repressione dei pericoli conseguenti alla guida in stato di ebrezza alcolica o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope
22/5/2019
L’attività degli uomini del 15esimo Centro controllo area pesca ha portato al sequestro di 335chilogrammi di prodotto ittico, 150 nasse, una rete da pesca di 3700metri e, ad Alghero, 3200 ricci. Sono state effettuate quarantanove ispezioni tra ristoranti, pescherie, venditori ambulanti, e diciassette ispezioni a motopesca in mare. Elevate sanzioni per circa 10mila euro
22/5/2019
Il provvedimento, che durerà cinque giorni, è stato adottato dalla Questura in quanto, in più circostanze, è stata accertata nel locale la presenza di persone pericolose, gravate da precedenti di polizia, nonché il verificarsi di fatti reato avvenuti all’interno e all’esterno del circolo. Inoltre, in più occasioni, si è reso necessario l’intervento della Polizia per segnalazioni di schiamazzi notturni imputabili agli avventori del locale, musica alta e disturbi alla quiete pubblica
22/5/2019
Ad un 43enne catanese, appartenente all´etnia roma dei camminanti e già noto alle Forze dell´ordine, sono stati sequestrati tutti gli “arnesi” da lavoro ed è stato denunciato dai Carabinieri della Stazione
22/5/2019
Nell’ambito dei quotidiani controlli finalizzati al rispetto delle prescrizioni da parte delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale diverse dalla detenzione carceraria, i Carabinieri della Stazione di Ollolai hanno arrestato in flagranza per il reato di evasione un uomo, originario della provincia di Sassari
22/5/2019
Ieri mattina, il team specialistico della Capitaneria di porto–Guardia costiera ha sottoposto a fermo amministrativo la Akasya 1, motonave battente bandiera delle Comore con undici persone di equipaggio
22/5/2019
Le Fiamme gialle del Reparto Operativo aeronavale e del Gruppo Aeronavale di Cagliari, in stretta sinergia con la locale Capitaneria di porto, hanno intercettato nelle acque a sud di Capo Teulada quattro barchini, identificati quarantasei migranti e sequestrati quattro motori fuori bordo
© 2000-2019 Mediatica sas