Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresSpettacoloMusica › A Castelsardo il “World Music Festival”
S.A. 20 luglio 2014
Dal 23 luglio all´8 agosto si volerà da Donizetti alla musica del Mali, dalla canzone napoletana alle sonorità senegalesi e brasiliane
A Castelsardo il “World Music Festival”


CASTELSARDO - Anche quest'anno Castelsardo ospita il “World Music Festival”, l'attesa rassegna musicale in cui si incontrano musica classica ed etnica attraverso le performance di numerosi artisti internazionali. L’evento organizzato dalla Cooperativa Teatro e/o Musica, dall'amministrazione Comunale e dalla la Pro Loco di Castelsardo propone tra luglio e agosto, nel suggestivo scenario del castello dei Doria, un ricco cartellone articolato in otto concerti. «Gli ospiti idi quest'anno - dice il il direttore artistico Stefano Mancini - provengono da luoghi e culture distanti geograficamente tra loro ma accomunati da un valore condiviso: la tutela della propria identità etnica attraverso la musica». Dal 23 luglio all'8 agosto si volerà così da Donizetti alla musica del Mali, dalla canzone napoletana alle sonorità senegalesi e brasiliane.

Ad inaugurare la stagione accanto alla musica anche un tuffo nel cinema con il “Cineconcerto” presentato mercoledi 23 luglio nella terrazza del castello dall'insieme vocale Nova Euphonia diretto da Vincenzo Cossu. Sul palco uno spettacolo multimediale dedicato ad uno dei generi musicali più importanti del panorama musicale: la musica da film . L'idea alla base del progetto è quella di andare oltre la forma del concerto tradizionale realizzando uno spettacolo inedito che mescola attentamente suono, letteratura, immagini. Si prosegue giovedi 24 luglio nella sala XI del Castello con “Invito all’Opera: La forma strumentale del salotto operistico” un progetto che ha l’obiettivo di portare le più celebri melodie dell’Opera Lirica nei salotti e nelle sale da concerto, esattamente come si faceva a fine Ottocento. L’ensemble è composto da tre apprezzati musicisti: Antonio Amenduni (flauto) Tony Chessa ( flauto), Michele Nurchis (pianoforte).

Ancora musica classica martedì 29 con un concerto per orchestra e flauti che conclude lo Stage di Studio tenuto da Antonio Amenduni, un’attività più che trentennale che ha visto Castelsardo un luogo di incontro e scambio con docenti di fama internazionale. Altro appuntamento mercoledì 30 nella terrazza del castello protagonista del festival sarà la musica della tradizione sarda con la performance “Dal rito allo spettacolo” che vedrà sul palco il Coro di Nulvi e Fabio Melis alle launeddas. Emblema musicale della Sardegna le launeddas, o “sonus de canna” sono considerate lo strumento polifonico più antico del mondo come attesta un bronzetto rinvenuto in Sardegna, datato tra il 300 e il 900 a.c. Ad accompagnare l'affascinante repertorio del sonus de canna sarà Il “Coro di Nulvi” un ensemble atipico nel panorama della Sardegna, in quanto tutti i coristi cantano a cuncordu, e all’occasione anche come cuncordu allargato oltre che naturalmente come coro tipico sardo.

Il “World music festival” proseguirà Venerdi 1 Agosto nella terrazza del castello con il trio afrojazz Sebrit che nasce dall'espressione di nuovi concetti e paradigmi musicali che si trasformano in passione miscelando culture apparentemente lontane che condividono radici comuni: Senegal, Brasile e Italia. Il trio è composto da Papis "Peace" Diouf alla chitarra, Mauricio Melo alla batteria e percussioni, Paolo Di Marco al basso. A seguire lunedi 4 agosto nella terrazza del Castello l'esibizione del chitarrista Habib Koitè uno dei musicisti africani più noti e apprezzati. Viene da una famiglia di Khassonkè griots, musicisti tradizionali del Mali. Si ritorna in Italia mercoledì 6 agosto con “La posteggia napoletana di Claudio e Diana”. Per posteggia napoletana si intende un complesso musicale ambulante che in questo caso proporrà un ampio repertorio di tipiche sonorità partenopee.

La rassegna venerdi 8 agosto si sposterà per l’ultimo appuntamento nella piazza del Novecentenario. Un’immersione nella musica senegalese con Natty Fred & Peace Djouf. Reduce da un tour di 2 anni con Fiorella Mannoia il cantante senegalese Natty Fred ama definirsi un messaggero di pace innamorato della vita. Grazie al suo carisma, alla sua abilità di intrattenitore ed ad un timbro di voce che tocca l’anima, Natty Fred si è saputo conquistare una degna popolarità e non è un caso se ogni live show sfocia in una vera e propria festa. Accanto a lui il talentuoso Papis Diouf, grande professionista ed arrangiatore senegalese riservato a parole, ma incredibilmente estroverso nel suono. Tutti i concerti avranno inizio alle ore 22.

Nella foto: Habib Koitè
Commenti
27/9/2016
Una collaborazione davvero singolare quella tra gli Istentales e Danilo Sacco, l’ex cantante dei Nomadi, che hanno scelto le rovine del palazzo di Re Barbaro, nell’area archeologica dell’antica Turris Libisonis, per girare alcuni minuti del video clip dell’ultimo singolo “Notte e Luna”.
© 2000-2016 Mediatica sas