Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresCulturaPoesia › A Porto Torres le poesie di Gigliola Pinna
M. P. 22 luglio 2014
Il nuovo libro di Gigliola Pinna, “In chissu loggu di prigadoria” sarà presentato il 26 luglio, alle 17.30, nella Cappella di Casa Sant’Angela
A Porto Torres le poesie di Gigliola Pinna


PORTO TORRES - Si chiama “In chissu loggu di prigadoria” e sarà presentato il 26 luglio, alle 17.30, nella Cappella di Casa Sant’Angela, il nuovo libro della poetessa Gigliola Pinna. All’evento, patrocinato dal Comune di Porto Torres e realizzato in collaborazione con Le Figlie di Sant’Angela Merici, interverranno Mondina Sole, Venere Rosati, Clara Farina e Don Ignazio Carassino.

La raccolta di poesie in lingua sassarese, con traduzione a fronte, è la sesta opera realizzata dalla scrittrice turritana, che recentemente ha partecipato ad eventi benefici nazionali, a favore degli alluvionati nelle Cinque Terre, ricevendo numerosi attestati di stima e riconoscimento. Gigliola Pinna ha anche avviato contatti con il circolo di La Spezia “Grazia Deledda”, affiliato al Fasi, la Federazione associazioni sarde in Italia, per la divulgazione dell’opera fuori dai confini isolani. Su autorizzazione delle consorelle, il libro contiene delle poesie di Maria Mannoni, una “figlia” di Sant’Angela Merici, venuta a mancare diversi mesi fa.

Poetessa, autrice di prosa e di testi per canzoni, Gigliola Pinna ha partecipato al primo concorso letterario in giovanissima età classificandosi al 1° posto. Membro dell’Accademia dei Poeti del Sole di Roma è anche iscritta alla S.I.A.E. nella sezione musica, con la qualifica di Autore della parte letteraria. Dal 1991, da autodidatta, si e’ dedicata alla composizione di versi in vernacolo sassarese. Numerosi sono i premi e le menzioni sia di carattere nazionale che regionale ricevuti nel corso della sua carriera.
Commenti
30/8/2016
L´inaugurazione è alle 19.00 nel Campo della Grande Quercia con la non-scuola e il "Don Giovanni Maradittu" di Molière
© 2000-2016 Mediatica sas