Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresEconomiaLavoro › Sindacati Uiltec: «giorni contati per E.On»
M. P. 9 agosto 2014
Il sindacato Uiltec ancora una volta interviene contro E.On per sottolineare come la multinazionale tedesca sia in fuga dall’Italia e dalla Spagna. Tra i possibili acquirenti una municipalizzata di Shangai
Sindacati Uiltec: «giorni contati per E.On»


PORTO TORRES - Il sindacato Uiltec ancora una volta interviene contro E.On per sottolineare come la multinazionale tedesca sia in fuga dall’Italia e dalla Spagna, e che oramai i giorni di permanenza sono davvero contati. Il processo di vendita è in corso da tempo, anche se ai tavoli di trattativa sindacale, E.On continua a negare tutto in senso assoluto. « Si dimostra quanto sino alla fine quest’azienda rimesti nel torbido, magari col suo agire, confondendo gli stessi possibili investitori», attacca la Uiltec. Ancora non si conosce chi si occuperà di bonifiche e che cosa accadrà alla società tedesca che amministra il fotovoltaico «costruito con i contributi dei Sardi», si precisa nel comunicato.

Entro l’11 agosto si procederà con la manifestazione di interesse ad acquistare con offerte non vincolanti, e a fine agosto si aprirà la procedura di vendita con la valutazione delle offerte pervenute. A settembre si avvierà la fase delle manifestazioni d’interesse con proposte vincolanti. Pertanto entro ottobre/novembre, sarà reso noto chi si aggiudicherà E-On produzione e ciò che resta di E-On Italia. «Parrebbe che, la stessa azienda non abbia manifestato contrarietà allo spacchettamento degli asset, ciò può tradursi nel fatto che, il nuovo acquirente potrebbe comprare tutti gli asset, oppure tutti tranne Fiumesanto, o viceversa», afferma il coordinatore settore elettrico Uiltec-UIL, Franco Peana.

Tra i possibili acquirenti, Edison interessata anche a Fiumesanto, ma che avrebbe qualche problema a mettere in piedi l’investimento per la costruzione del 5° gruppo. Enel parrebbe attratta dalla parte idroelettrica di proprietà E-On, in particolare a Terni. Una nuova volontà di acquisto che diventa sempre più prepotente e incalzante nelle ultime settimane, è quella riguardante una municipalizzata di Shangai, teoricamente interessata anche all’investimento sulla costruzione a Fiumesanto. «Come Uiltec, riteniamo che, sia in ogni caso positivo che vi siano manifestazione di interesse, ma ci auguriamo non siano eguali a quelle messe in atto in questi anni da E-On, ovvero mungere al massimo e mandare al tracollo gli impianti. Noi non abbiamo nulla in contrario sulla provenienza o sull’etichetta, al contrario è fondamentale che si facciano gli investimenti, che si porti tecnologia in questo territorio, si garantisca l’occupazione, che si osservino le leggi, si rispetti l’ambiente,altrimenti meglio che si astengano i perditempo», conclude Franco Peana.
Commenti
22:44
La vicenda dell’azienda di Macchiareddu, che qualche settimana fa ha annunciato di voler dismettere gli stabilimenti di Assemini e di Avezzano e che proprio oggi ha comunicato l’avvio della procedura di licenziamento collettivo, è stata affrontata in un incontro tra l’assessore regionale dell’Industria Maria Grazia Piras, i sindacati e le Rsu
21:16
L’assessore regionale dell’Industria Maria Grazia Piras ha incontrato la società Clea, Confindustria Sardegna settentrionale e le organizzazioni sindacali per analizzare la situazione della società e la richiesta da parte dell’azienda di ricorrere alla procedura per la messa in mobilità di un consistente numero di lavoratori
12:31
Il Comune di Oristano indice una selezione per soli titoli ai fini della costituzione di un Albo dei rilevatori statistici
24/9/2016
I dirigenti greci hanno confermato la volontà di far ripartire l´attività estrattiva della miniera di bauxite ferma da più di un anno
24/9/2016
Ieri, il presidente della Regione Autonoma della Sardegna e l’assessore regionale dell’Industria hanno accompagnato il sottosegretario della Presidenza del Consiglio dei ministri in visita all’esterno dello stabilimento
© 2000-2016 Mediatica sas