Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaInformazione › Dall´ amministrazione attacco alla stampa di Porto Torres
M. P. 11 agosto 2014
Un consiglio comunale che doveva concentrarsi esclusivamente sull’approvazione del bilancio e che invece ha preferito dedicare ampio spazio ad un attacco volgare e sgangherato alla libertà di stampa
Dall´ amministrazione attacco alla stampa di Porto Torres


PORTO TORRES - Un consiglio comunale che doveva concentrarsi esclusivamente sull’approvazione del bilancio e che invece ha preferito dedicare ampio spazio ad un attacco volgare e sgangherato alla libertà di stampa. Critiche al quotidiano on line Portotorres24 e alla Nuova Sardegna, per non aver dedicato ampi spazi alle notizie che riguardano l’operato dell’amministrazione comunale. «I giornalisti on line pompano alcune notizie per far apparire il partito di loro appartenenza», dichiara il consigliere Pietro Madeddu. «Che cosa ci si può aspettare da un giornale di partito», sottolinea il sindaco Beniamino Scarpa. Attacchi alla Nuova che quotidianamente denuncia fatti che secondo alcuni consiglieri comunali “simpatizzano” troppo con la posizione della minoranza, a cui si dedicherebbe uno spazio eccessivo rispetto a quello riservato alla maggioranza.

«Faziosità di certi organi di informazione» continua Madeddu, ma il limite oltrepassa ogni buongusto attraverso attacchi personali: «non voglio parlare dei giornalini on line che sono evidentemente organi di stampa di partito perché sono scritti da militanti politici, ma rimango amareggiato dal nostro principale organo d’informazione locale la Nuova che continua a non dare importanza a quello che noi facciamo», aggiunge “discretamente” il sindaco. C’è chi nella maggioranza insinua che dietro la presenza dei giornalisti di Portotorres24 ci sia un mano “occulta" che mira a screditare l’amministrazione comunale. Ancora una volta si fa riferimento a persone che pur non avendo alcun ruolo istituzionale diventano “bersaglio” di alcuni amministratori che evidentemente per affermare se stessi non sono in grado di utilizzare le normali regole del dialogo politico ma ricorrono a meschini attacchi personali. «Ogni giornale ha la sua linea editoriale ma questo mi fa perdere la fiducia nell’informazione. Poi leggiamo scarichi a mare, mentre è saltato solo un tombino, o scarichi nel fiume. Ho rinunciato all’auto blu e nessuno dice nulla», conclude il sindaco.

«Nel 2010 sono stato oggetto di una campagna su facebook vergognosa, eppure non credo di essermi mai scagliato contro gli organi di informazione. Non ho mai pensato che i giornali on line fossero i bollettini dell’amministrazione comunale. Sono organismi di informazione e come tali danno informazione. Poi si può avere il diritto di non concordare e di replicare, ma non si può dare colpa all’informazione se le persone vi criticano. I giornali non sono come l’ufficio stampa del comune», interviene Luciano Mura. E’ sconcertante che nel 2014 si debba ancora assistere ad attacchi frontali nei confronti della libertà di stampa che rappresenta una delle garanzie fondamentali della democrazia, assieme agli organi di informazione (giornali, radio, televisioni, internet). Una libertà che dovrebbe essere garantita ai cittadini ed alle loro associazioni, per assicurare l'esistenza di una stampa libera, con una serie di diritti estesi principalmente ai membri delle agenzie di giornalismo, ed alle loro pubblicazioni.
Commenti
© 2000-2016 Mediatica sas