Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresCulturaAnimali › Porto Torres, Bruno Falchi : «un Rottweiler per amico»
Mariangela Pala 18 agosto 2014
Bruno Falchi, turritano con il pedigree, alleva Rottweiler ormai da 11 anni, una passione che nasce per curiosità dopo un incontro “ravvicinato” e la costruzione di un buon rapporto con i cani
Porto Torres, Bruno Falchi : «un Rottweiler per amico»


PORTO TORRES - Bruno Falchi, adora gli animali, in particolare i Rottweiler che alleva ormai da 11 anni, una passione che nasce per curiosità dopo un incontro “ravvicinato” e la costruzione di un buon rapporto, da cui scaturisce l’interesse di farli accettare nella società e da chi non ha la minima idea di cosa sia un rottweiler o, peggio, di cosa sia un cane di certe dimensioni. Tra le passioni di Bruno Falchi anche il basket in carrozzina: è presidente del Gruppo sportivo disabili di Porto Torres.
Come nasce la tua passione per i Rottweiler?
«Nasce nel 2003 per curiosità, curiosità verso una razza decantata da tutti come aggressiva e pericolosa...Ricordo che frequentavo le esposizioni canine con gli shar-pei, alcuni amici avevano i Rott, mi sono avvicinato al ring e ho visto uno splendido esemplare che ha appoggiato il muso sulle mie ginocchia e mi guardava, si chiamava Brad Pitt. E' iniziata così...»
Raccontami da quanti anni allevi Rottweiler
«Allevo i Rott dal 2003. Ho imparato ad educarli e a comunicare con loro, cioè a capire il loro modo di esprimersi e a come farsi intendere da loro.»
Che tipo di addestramento richiedono e quale disciplina
«Dipende sempre da quale lato la si voglia guardare la parola addestramento, questi cani sono nati per lavorare, hanno necessità di rendersi utili. Un rottweiler che non esprime le sue potenzialità è un cane triste che ha bisogno di fare movimento, di giocare e conoscere. Alcuni mi chiedono se possono tenere un rottweiler in appartamento, beh io sono fermamente convinto che un appartamento o un giardino cambia poco. Si può rendere felice o triste un Rott sia in appartamento che in un giardino di un ettaro. E' il rapporto con il proprietario che fa la differenza, la sinergia che si crea in famiglia, E un cane molto sensibile dolce e affettuoso. Paragonando le auto alle razze canine estrapolo parte dell'introduzione allo standard in cui viene spiegato e riassunto il carattere del rottweiler: "se uno ha bisogno di una utilitaria o di una jeep è del tutto inutile che si comperi una Porsche! Ma se desidera il massimo, il non plus ultra per velocità, potenza, stile e prestazioni, sicuramente tra le auto che possono soddisfare queste sue esigenze c’è la Ferrari. Il Rottweiler è la Ferrari dei cani: è un signor cane dalle prestazioni straordinarie e con doti tali che solo chi ne ha posseduto uno può comprendere pienamente. Già sento il coro di proteste degli appassionati di altre razze, ma tengo a precisare che non ho affermato che la Ferrari è la sola auto con determinate qualità.»
Perché si dice che il Rottweiler sia un ottimo guardiano e difensore?
«Il Rottweiler sa vivere per il suo padrone e per il suo nucleo familiare, ricerca disperatamente il contatto e la vicinanza anche fisica del padrone a cui però è in grado di non arrecare troppi fastidi perché gli è sufficiente poter controllare da vicino che nulla gli accada, poter ricevere una carezza, sonnecchiargli accanto aprendo di tanto in tanto un occhio per rendersi conto di ciò che sta succedendo. Questo apparente dormiveglia, in cui sembra quasi estraniarsi e rendersi del tutto indifferente, è solo una messinscena: tutto è sotto controllo, basta il minimo gesto fuori della norma, qualcosa di strano, e come per magia in lui suona improvvisamente un allarme, che lo fa balzare su, pronto, con le sue piccole orecchie triangolari sull’attenti e con lo sguardo interrogativo sembra chiedere “devo intervenire?” . Si noti che ho detto “chiede” prima di intervenire. Questo rientra nella natura più tipica del Rottweiler, al quale si sarebbe tentati di attribuire la capacità di ragionare, se essa non fosse propria dell’uomo.»
Per essere un buon allevatore di cani Rottweiler cosa bisogna fare?
«Per essere un buon allevatore di rottweiler occorre conoscerne a pieno le caratteristiche di razza, occorre avere dei soggetti sani, da sottoporre ad un test minimo che garantisca la tipicità il carattere e il grado di displasia, un test che viene chiamato ZTP.»
Quali consigli daresti a chi volesse acquistare un cucciolo di Rottweiler?
«Di solito seleziono anche i futuri proprietari dei miei cuccioli perchè non credo che il rottweiler sia un cane per tutti. Purtroppo troppe persone prendono questi cani per farne un uso sconsiderato senza avere alcuna base cinofila che ne garantisca un rapporto senza grandi problematiche. Troppe volte si tende ad umanizzare i cani e non parlo solo dei Rott, il mio sogno è seguire i proprietari dei cani in modo da aiutarli a vivere un ottimo rapporto, nel contempo ne approfitto per veder crescere i miei cuccioli».
Cosa pensi della vicenda accaduta al porto qualche giorno fa? Come dovrebbe essere un padrone responsabile?
«Quello che è successo qualche giorno fa al porto su un cane, razza dogue de Bordeaux,che aggredisce il padrone, direi sia solo l'epilogo di una situazione molto pesante per il cane. Non credo minimamente sia frutto di un episodio isolato come la costrizione di farlo salire in macchina. Credo piuttosto che ci sia stata una situazione conflittuale molto pesante tra il cane e il proprietario. Andrea Loriga ha fatto un ottimo lavoro nel riuscire a portarlo via da quella situazione di stress in cui era, e ora si trova nelle migliori mani possibili, con risultati visibili a tutti. E’ evidente che il cane non ha alcun tipo di problema nel relazionarsi con le persone, il suo unico problema era il suo proprietario».
Commenti
20:00
Ai ripetuti avvertimenti ha risposto che «non aveva visto alcun cartello» e che «conosceva bene i periodi di riproduzione dell’avifauna». Peccato che la zona sia interdetta dal 15 aprile al 15 agosto
13:36
In stretto raccordo con la Questura di Nuoro ed avendo informato il sindaco all´inizio dell´operazione, l´Unità di missione regionale è intervenuta oggi per risolvere il problema, più volte segnalato, della presenza di suini che circolano liberamente all´interno del paese
© 2000-2016 Mediatica sas