Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresCulturaManifestazioni › I Doc Sound chiudono con stile Asinara Aperta
M. P. 15 settembre 2014 video
Un’atmosfera di piacevole familiarità quella che sono riusciti a creare i Doc Sounds, il trio musicale che ha chiuso Asinara Aperta, manifestazine ricca di eventi culturali, storia, gastronomia e artigianato
I Doc Sound chiudono con stile Asinara Aperta


PORTO TORRES - Un’atmosfera di piacevole familiarità quella che sono riusciti a creare i Doc Sounds, the acoustic trio, il gruppo che propone musica “live” senza alcuna alterazione elettronica o aggiunta di strumenti midi e basi musicali “pronte” che possano contaminare un “Suono a Denominazione di Origine Controllata”, come i tre musicisti amano definirlo rifacendosi al nome. Assistiti da uno splendido scenario tra gli alberi, di fronte la Chiesa di Cala d’Oliva, hanno proposto domenica alcuni brani cover“ di Fabrizio De Andrè, di Sting, dei Dire Straits, Pink Floyd e di tanti altri artisti con l’ausilio di tre chitarre acustiche. Il trio sassarese composto da Mauro Manca (chitarra e voce), Giuseppe Loriga (chitarra) e Fabrizio Sulliotti (chitarra, voce e percussioni) ha strappato applausi ad un pubblico entusiasta.

Nello stesso spazio, sabato si era esibita la cantante algherese Franca Masu, incantando il pubblico con la sua classe. Ma Asinara Aperta presentava un ricco programma, non solo di appuntamenti culturali, ma anche di gastronomia e degustazioni tra gnocchetti e pecora bollitta, tra pane con purpugia e cipolle, e ancora le ricottelle, il torrone, i ravioli. Non è mancato il menù di pesce per gli appassionati del fritto misto, tutti sapori che si sono confusi nel caratteristico borgo di Cala d’Oliva, animato nello scorso fine settimana dalla manifestazione Asinara Aperta, organizzata dall’amministrazione comunale nel caratteristico nucleo di case bianche incastonato tra le cale trasparenti dell’isola parco.

Durante l’evento non sono mancate le esibizioni dei gruppi folk di Porto Torres e dei gruppi medievali, gli appuntamenti con i reading e le rappresentazioni storiche. Apprezzate anche le esposizioni di artisti e pittori, le testimonianze fotografiche sulla storia dell’isola e le spiegazioni sui beni culturali di Porto Torres. Tante persone hanno visitato la chiesa e il bunker di Cala d’Oliva, quest’ultimo in passato supercarcere per i capi della criminalità organizzata, oggi spazio dedicato alla memoria di chi ha lottato contro le mafie. Le imbarcazioni (Sara D, Gwaihir, il Gabbiano e altre provenienti da Stintino) hanno viaggiato a pieno carico soprattutto domenica, così come i mezzi del trasporto interno.

«E’ stata una manifestazione bellissima e per questo mi sento di ringraziare le istituzioni che hanno collaborato, gli operatori e le associazioni che hanno contribuito a rendere straordinario questo evento. Asinara Aperta è tra gli appuntamenti che permettono di destagionalizzare l’offerta turistica, in linea con gli indirizzi dettati recentemente dalla Regione Sardegna, – sottolinea il consigliere delegato alle Politiche per l’Asinara, Gilda Usai – a cui chiediamo, a questo punto, che sulla scia del nostro progetto sperimentale si sviluppi un completo sistema turistico sull’isola».
Commenti

21:52
Sarà dedicata alla figura di Giorgio Asproni Sa die de sa Sardigna 2017. La festa del popolo sardo ricorda i “Vespri sardi”, ovvero l’insurrezione popolare del 28 aprile 1794 con la quale si allontanarono da Cagliari i piemontesi e il viceré Balbiano, in seguito al rifiuto del governo torinese di soddisfare le richieste dell’Isola
26/4/2017
Dopo la deposizione delle corone di fiori accanto alla lapide commemorativa del 25 aprile, l´inno di Mameli e il silenzio suonato dalla tromba solista della banda musicale “Luigi Canepa”
19:04
Venerdì sera, la Sala conferenze della Fondazione Meta, a Lo Quarter, ospiterà la relazione del direttore dell´Istituto di terapia familiare di Firenze, co-fondatore e co-creatore dei Centri CoMeTe sulle “Nuove tecniche della mediazione familiare” in occasione dell’inaugurazione del Centro CoMeTe di Alghero
© 2000-2017 Mediatica sas