Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresCronacaSicurezza › Stintino: Gavino Depalmas comandante Barracelli
A.B. 11 ottobre 2014
Con dieci voti su dodici, il comandante uscente è stato confermato al vertice della compagnia rinnovata con trentatre membri e sei aspiranti
Stintino: Gavino Depalmas comandante Barracelli


STINTINO – Con dieci voti su dodici, Gavino Depalmas è stato confermato comandante della compagnia barracellare stintinese. La votazione, avvenuta nei giorni scorsi, è stata ratificata dal Consiglio Comunale di Stintino, che ha così proceduto alla sua nomina. Inoltre, il Consiglio ha anche deciso di rinnovare la Compagnia barracellare del Comune di Stintino per il triennio 2014-2017.

La Compagnia risulta così composta da trentatre membri e sei aspiranti barracelli. Per questi ultimi è già arrivata dalla Prefettura di Sassari la comunicazione per il conferimento della qualifica di agente di pubblica sicurezza, nella quale viene precisato che l’istruttoria si è conclusa, mentre mancano ancora i requisiti che gli aspiranti barracelli devono produrre ai fini dell’attribuzione della qualifica, e cioè maneggio alle armi ed idoneità psicofisica allo svolgimento della mansione, che dovrà essere presentata nei prossimi mesi. Soltanto quando sarà arrivato il definitivo nullaosta da parte della Prefettura, il Comune di Stintino potrà emettere i nuovi tesserini di riconoscimento.

«Una volta terminato questo iter – ha dichiarato il sindaco di Stintino Antonio Diana – avremo a disposizione una compagnia di quasi quaranta componenti, tra uomini e donne. Siamo convinti della loro importanza e del ruolo che essi svolgono, a partire dall'attività dell’antincendio, quindi di controllo dell’attività venatoria, di controllo sull’attività edilizia e dell’ambiente. La presenza di uomini in uniforme è servita, in molte occasioni, anche per prevenire azioni illegali».

Nella foto: il comandante della Compagnia barracellare stintinese Gavino Depalmas
Commenti
27/8/2016
Prima delle leggi ci vuole la responsabilita´, l´uso consapevole della libertà di ciascuno di noi. «Giovanni Falcone ce lo ha insegnato: la lotta alla mafia è una battaglia di legalità e di civiltà. Per combatterla non bastano le leggi se prima non le abbiamo scritte nelle nostre coscienze». E’ il messaggio chiaro e diretto lanciato ieri da don Luigi Ciotti per la prima volta all’Asinara
26/8/2016
Nella zona, verrà installato a spese del locale algherese un impianto di segnalazione luminosa a sbraccio con tabella bifacciale con il simbolo di “attraversamento pedonale” rafforzata da una barra luminosa a due semafori lampeggianti gialli che renderà molto più evidente le sottostanti strisce pedonali e l´area prossima alle stesse
© 2000-2016 Mediatica sas