Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresAmbienteDisservizi › Porto Torres: topi a scuola, gli studenti del liceo scioperano
Mariangela Pala 11 ottobre 2014
Sit-in di protesta degli studenti del Liceo Scientifico Paglietti contro lo stato di degrado in cui versa l’istituto dall’inizio dell’anno scolastico
Porto Torres: topi a scuola, gli studenti del liceo scioperano


PORTO TORRES - Sit-in di protesta al liceo scientifico e linguistico di Porto Torres. Topi che si aggirano nelle aule, erbacce del cortile altissime, carcasse di uccelli dove si svolgono le lezioni di educazione fisica e gli studenti scioperano. Succede all’Istituto superiore Mario Paglietti, dove questa mattina i ragazzi non sono entrati in classe per protestare contro una situazione davvero critica. A sintetizzarla è il Dirigente scolastico Franco Fracchia che spiega: «Da circa due settimane abbiamo fatto le prime segnalazioni alla Multiss a cui avevo chiesto un sopralluogo per rendersi conto della situazione in cui si trovava la scuola. La Provincia mi aveva rassicurato un intervento di derattizzazione».

Ma nell’ultima settimana la situazione è peggiorata, e stamattina a non presentarsi tra i banchi, gli studenti che, indignati sono rimasti fuori a protestare perché l’emergenza topi sta preoccupando tutti. Dopo aver portato pazienza per un mese, gli studenti del liceo hanno detto basta a questa situazione ed hanno organizzato un sit-in di protesta davanti all’istituto per chiedere a gran voce di poter seguire le lezioni in condizioni degne di un paese civile. Non è tutto, perché anche le aule sono sporche a causa della carenza di personale addetto alle pulizie. «Non è possibile - chiosano gli studenti – andare a scuola e vedersi gironzolare tra i piedi i topi».

Non ci stanno a questo scempio, la presenza di ratti, avvistati nel cortile e all’interno della scuola ha fatto scattare la protesta e oltre alla preoccupazione per la salute c’è anche lo sconcerto dei genitori. Il Responsabile del servizio di prevenzione e protezione della scuola, il geometra Pino Masia ha dichiarato che le condizioni igienico-sanitarie non consentivano il proseguimento dell’attività didattica e ha raccomandato che venisse interdetto l’accesso alle persone. Lunedì l’ufficiale sanitario visiterà la scuola che resterà chiusa fino a nuove disposizioni, mentre gli studenti si recheranno in comune per trovare una soluzione.

Intanto dalla Provincia arrivano le prime rassicurazioni sull’intervento di derattizzazione che dovrebbe essere avviato nei prossimi giorni. L’amministrazione provinciale ha approvato il bilancio proprio ieri, venerdì 10 ottobre, in cui sono previsti fondi per la Multiss, società in house della Provincia che garantisce i servizi di manutenzione e disinfestazione degli edifici scolastici. «Capisco la reazione dei ragazzi che hanno pazientato fin troppo rispetto ad una situazione determinata dalla stato di abbandono della scuola. Auspico che già da martedì gli studenti possano riprendere le attività scolastiche», dichiara il Dirigente scolastico Fracchia.
Commenti
19:27
Operatori a lavoro dalle 8,30 nelle vie Della Resistenza, Risorgimento e Toti. Durante il trattamento e nei trenta minuti successivi, sarà vigente il divieto di transito e stazionamento di persone e animali nell´area interessata
14:38
Sono già state avviate le manovre di sezionamento del tratto interessato per evitare ulteriore dispersione di acqua. Durante i lavori l’erogazione all’utenza sarà garantita dalle scorte nei serbatoi
© 2000-2016 Mediatica sas