Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaLavoro › Porto Torres: la Provincia di Sassari chiede un vertice con l’Eni
A.B. 20 ottobre 2014
Ad insistere sull’urgenza di un confronto, oltre alla presidente Alessandra Giudici ,è anche l’assessore provinciale dell’Ambiente Paolo Denegri, che auspica anche la presenza di Syndial
Porto Torres: la Provincia di Sassari chiede un vertice con l’Eni


PORTO TORRES - «Le società del gruppo Eni ci ascoltino e convochino con urgenza un vertice per discutere col territorio il programma di sviluppo complessivo legato a Porto Torres». Dopo la lettera scritta verso la fine di settembre e l’appello pubblico fatto di dieci giorni fa, la Provincia di Sassari si rivolge ancora alle aziende della “galassia Eni”. «Alcune notizie legate all’imminente interruzione dei cantieri di Matrìca hanno provocato un clima di tensione sociale al quale bisogna dare risposte certe che possono arrivare solo dalle aziende, alle quali spetta il compito di spiegare come procede il progetto di riconversione del polo industriale e quali sono le prospettive di breve, medio e lungo termine», è la precisa richiesta formulata dal presidente Alessandra Giudici.

Ma ad insistere sull’urgenza di un confronto è anche l’assessore provinciale dell’Ambiente Paolo Denegri, che auspica anche la presenza di Syndial, «perché, come già ho anticipato ai vertici dell’azienda nell’ultimo incontro avuto, c’è la necessità di elaborare un processo di condivisione pubblica della scelta fatta per l’individuazione del gruppo che dovrà realizzare le bonifiche». Due settimane fa, il progetto di bonifica dei suoli è stato presentato alle istituzioni, annunciando che la scelta fosse ricaduta su un gruppo di imprese che ha come capofila Astaldi, uno dei principali general contractor italiani e tra i primi cento a livello mondiale nel settore delle costruzioni.

«Questa scelta è in controtendenza rispetto alle indicazioni e dei pareri unanimi del Consiglio Provinciale e del Consiglio Comunale di Porto Torres – spiega Denegri – perciò riteniamo, senza alcuna preclusione o polemica, che Syndial debba spiegare ai rappresentanti del territorio quali saranno i vantaggi che il nord ovest Sardegna potrà trarre dalla decisione, assolutamente legittima, di Syndial». La Provincia chiede di essere aggiornata sul percorso complessivo. «L’oggetto centrale delle nostre attenzioni, per cui l’incontro si fa straordinariamente urgente – conclude Alessandra Giudici – è legato all’obiettivo di garantire la continuità occupazionale delle maestranze coinvolte nelle attività dirette e dell’indotto nell’area di crisi».
Commenti
26/9/2016
La vicenda dell’azienda di Macchiareddu, che qualche settimana fa ha annunciato di voler dismettere gli stabilimenti di Assemini e di Avezzano e che proprio oggi ha comunicato l’avvio della procedura di licenziamento collettivo, è stata affrontata in un incontro tra l’assessore regionale dell’Industria Maria Grazia Piras, i sindacati e le Rsu
26/9/2016
L’assessore regionale dell’Industria Maria Grazia Piras ha incontrato la società Clea, Confindustria Sardegna settentrionale e le organizzazioni sindacali per analizzare la situazione della società e la richiesta da parte dell’azienda di ricorrere alla procedura per la messa in mobilità di un consistente numero di lavoratori
26/9/2016
Il Comune di Oristano indice una selezione per soli titoli ai fini della costituzione di un Albo dei rilevatori statistici
© 2000-2016 Mediatica sas