Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaLavoro › Francesconi: «Sancire la tutela delle imprese turritane»
Mariangela Pala 24 ottobre 2014
Garantire la tutela delle imprese e delle maestranze del territorio. Proposta di ordine del giorno del consigliere comunale di Autonomia popolare, Davide Francesconi
Francesconi: «Sancire la tutela delle imprese turritane»


PORTO TORRES - Garantire la tutela delle imprese e delle maestranze del territorio come atto dovuto alla professionalità acquisita in decenni di alta attività industriale a Porto Torres. E’ ciò che chiede il consigliere comunale di Autonomia popolare, Davide Francesconi attraverso una proposta di ordine del giorno per promuovere l’avvio di un tavolo istituzionale con chi dovrà gestire le attività industriali inerenti le bonifiche, che, attraverso un dibattito diretto e crudo sancisca la piena tutela della manodopera locale. «E’ormai provato dai fatti e dalla cronaca di questi ultimi anni, che se non si riesce a fare quadrato attorno ad una delle più grandi emergenze occupazionali d’Italia attraverso provvedimenti di tale entità, tutti i lavori che ruotano attorno al petrolchimico ed al sito di interesse nazionale per le bonifiche, continueranno ad essere un affare unicamente per le aziende estranee al nostro territorio» sottolinea Francesconi.

In questa fase di investimenti sulle bonifiche (tra cui i 150 milioni stanziati da Syndial), con un attività poco trasparente e monca di certezze, «dove gli scippi sugli stessi “step” definitivi alla chimica verde vengono svenduti sui mercati rionali di mezza Italia,sulle bonifiche», è quanto mai opportuna «la costituzione di una atto convenzionale istituzionale con il coinvolgimento delle parti sociali (sindacati, Camera di commercio, Consorzio Industriale Provinciale e associazioni di categoria) per sottoscrivere l’accordo di tutela e salvaguardia del lavoro del nostro territorio e far sì che le imprese locali abbiano l’opportunità di partecipare allo svolgimento delle attività di bonifica», si precisa nel documento. Un’azione forte e decisa della politica locale, provinciale e regionale in un momento in cui non ci si può più permettere che imprese non locali, provenienti dal resto d’Italia, prendano il posto delle imprese turritane, paralizzate dalla crisi che travolge da anni i lavoratori e le famiglie coinvolte.

«Auspicando che l’intero asse istituzionale, - continua Francesconi - tralasciando beghe di povertà elettorale, faccia quadrato attorno ad un concetto fondamentale e vigili affinchè le comunità del nord-ovest della Sardegna non barattino il proprio futuro con qualche flebile promessa lavorativa, carente di un piano industriale con risorse economiche certe, o che addirittura abbia un ulteriore impatto ambientale negativo sul territorio». In conclusione il consigliere di Autonomia popolare chiede che venga dato seguito al presente ordine del giorno promuovendo immediatamente un’assemblea pubblica aperta con il coinvolgimento della Provincia di Sassari, dei comuni di Sassari, Porto Torres e Alghero, Consorzio Industriale Provinciale insieme alle rappresentanze sociali e di categoria per portare avanti attraverso un fronte comune con gli Enti Locali, le prerogative citate nel presente documento.
Commenti
26/5/2016
Il nord ovest Sardegna si ferma per far sentire la propria voce e chiedere alla Regione interventi decisi in ogni settore. Il corteo terminerà in piazza d´Italia
22:04
Una settimana dopo l’inaugurazione dei corsi a Cagliari, è partito anche a Sassari una delle numerose iniziative del Programma Triennale per l’Internazionalizzazione 2015-2018 predisposto dall’Assessorato Regionale dell’Industria
20:41
La Giunta Regionale mobilitata per la crisi del nord ovest della Sardegna. «L´attenzione dell´Esecutivo non è mai mancata», dichiara l´assessore regionale del Lavoro Virginia Mura
© 2000-2016 Mediatica sas