Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaDisservizi › Porto Torres, Pd: «il sindaco chieda incontro con Abbanoa»
M. P. 7 novembre 2014
Il partito democratico chiede al sindaco Scarpa di convocare i vertici Abbanoa e di scendere in piazza perchè gli amministratori comunali si facciano portatori autorevoli delle rimostranze dei cittadini
Porto Torres, Pd: «il sindaco chieda incontro con Abbanoa»


PORTO TORRES - In questi giorni in seguito ai persistenti disagi provocati da Abbanoa in molti si son chiesti: ma chi gestisce il servizio idrico effettivamente sta’ erogando un servizio oppure si sta’ rivelando solamente un problema? I cittadini di Porto Torres sono ormai esasperati dai continui disservizi di Abbanoa. «Gli ultimi episodi di una lunga serie sono la dimostrazione che vi è una totale assenza non solo di sensibilità nei confronti dei cittadini ma anche una evidente cattiva volontà di fornire un servizio adeguato». E’ quanto denuncia il gruppo consiliare del Partito democratico (Luciano Mura, Massimiliano Ledda e Lisa Sorrenti). Si nota, per contro, un’attenzione spietata per chiedere i pagamenti delle bollette e per intervenire nelle chiusure dell’erogazione dell’acqua ai cittadini.

«E’ ora di dire basta. Mentre i vertici di Abbanoa si precipitano ad incontrare gli amministratori degli altri comuni al minimo segno di protesta, a Porto Torres non si sono mai visti e la riprova della assoluta mancanza di autorevolezza del nostro Sindaco», sostiene Luciano Mura. «Scarpa si autoassolve perché ha presentato un esposto alla magistratura, ma i disservizi nel frattempo si sono sempre più aggravati. Non siamo più disposti a sopportare i soprusi di Abbanoa nei confronti dei cittadini portotorresi». Il Pd si aspetta una maggiore difesa dei diritti dei cittadini e la necessaria dura reazione da parte della istituzione comunale anche chiamando i cittadini a scendere in piazza, in maniera civile, per fare in modo che gli amministratori comunali si facciano portatori autorevoli delle loro sacrosante rimostranze.

«Sarà l’occasione per il sindaco per abbandonare la sua fortezza, uscire per strada e a parlare con i cittadini di Porto Torres, per capirne le reali esigenze e aspettative», si legge nel documento. La situazione degli utenti che loro malgrado si sono dovuti scontrare con la "burocrazia" degli Uffici di Abbanoa è paradossale: inoltrano reclami, tramite le associazioni dei consumatori e l’associazione Civiltà è Progresso di Porto Torres, per contestare fatture e consumi, il non rispetto della periodicità della fatturazione in acconto e saldo, la sostituzione di contatori senza essere stati avvisati, ma anziché ottenere una risposta (diventata ormai un miraggio), ricevono solleciti di pagamento, diffide e notifiche di distacco del servizio. Ci si aspetta che Abbanoa, una volta per tutte fornisca risposte valide a migliaia di utenti che invano attendono la fine di un incubo.
Commenti
© 2000-2016 Mediatica sas