Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaServizi › A Porto Torres fondi per affittuari in difficoltà
M. P. 7 novembre 2014
Porto Torres tra i diciotto comuni della Sardegna beneficiari dei fondi per gli inquilini morosi incolpevoli. Le domande devono essere presentate presso i Servizi Sociali, entro il termine perentorio del 20 novembre
A Porto Torres fondi per affittuari in difficoltà


PORTO TORRES - Grazie al Decreto legge varato dal Governo nel luglio scorso sulla morosità incolpevole, si prevede un sostegno per gli affittuari che non riescono a pagare a causa delle difficoltà economiche. L’emergenza casa colpisce non tanto le grandi città ma soprattutto i piccoli centri. Porto Torres è tra i diciotto comuni della Sardegna beneficiari dei fondi per gli inquilini morosi incolpevoli. I finanziamenti sono finalizzati alla concessione di contributi alle persone destinatarie di sfratto per morosità causata dalla perdita o dalla consistente riduzione del reddito familiare. L’importo massimo dei contributi per un singolo nucleo familiare può ammontare sino a 8mila euro. La ripartizione sarà stabilita attraverso un bando pubblicato dal Comune di Porto Torres.

Le domande devono essere presentate all’Ufficio dei Servizi Sociali in via delle Vigne, entro il termine perentorio del 20 novembre. Le istanze devono essere compilate esclusivamente sull’apposita modulistica in distribuzione presso la sede degli Uffici dei Servizi Sociali Comunali in Via delle Vigne n. 5, dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9 alle ore 11.30. Per ogni informazione è possibile contattare il numero di telefono 079 5008550. «In considerazione dell’alta tensione abitativa, il nostro Comune – spiega il sindaco Beniamino Scarpa – è stato individuato dalla Regione come beneficiario di risorse a favore di questa tipologia di utenti. Spesso, per cause indipendenti dalla loro volontà, tante famiglie non riescono a far fronte alle spese di affitto e sono costrette a dover lasciare la casa in cui abitano. Questi contributi consentiranno di risolvere diverse situazioni di emergenza».

Tra i destinatari ci sono coloro che hanno ricevuto intimazione di sfratto per non aver potuto ottemperare ai pagamenti a causa di licenziamento, riduzione di orario o cassa integrazione, mancati rinnovi di contratti di lavoro, cessazioni di attività, malattie o infortuni gravi che abbiano causato inabilità al lavoro o la necessità di utilizzo di risorse per spese mediche e assistenziali.

«Il problema della casa a Porto Torres è, purtroppo, frequente ed è conseguenza di un forte disagio sociale per chi lo vive e di difficoltà anche per chi non riesce a ottenere i pagamenti dovuti per l’affitto», sottolinea l’assessore ai Servizi Sociali, Piera Casula. «Con questo bando – conclude l’assessore – coloro che non riescono a far fronte a queste spese a causa di eventi imprevisti potranno fare richiesta di accesso ai contributi, che rappresentano anche un ripristino della solvibilità e del corretto rapporto tra proprietario e locatario. Invito, perciò, gli utenti interessati a contattare i Servizi sociali per avere informazioni utili alla presentazione delle domande».
Commenti
© 2000-2016 Mediatica sas