Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresAmbientePorto › Porto turritano invaso dalla spazzatura
Mariangela Pala 19 novembre 2014
Il porto di Porto Torres invaso dalla spazzatura. I rifiuti hanno trasformato in discarica il porto turritano. Scaduto il contratto del servizio di pulizia di competenza dell´Autorità portuale
Porto turritano invaso dalla spazzatura


PORTO TORRES - Il porto di Porto Torres non è invaso dai turisti ma dalla spazzatura: tra una stagione che va e una che viene, non resta che la vergogna dei rifiuti che hanno trasformato in discarica il porto turritano. Ancora nella giornata di oggi cumuli di immondizia giacevano abbandonati sull’asfalto, materiale organico mescolato al secco indifferenziato, plastica, vetro e quant’altro. Una situazione di degrado, conseguenza della scadenza del contratto del servizio di pulizia, avvenuta il 9 novembre e che comporta rischi a livello igienico-sanitario.

E’ di competenza dell’Autorità portuale del nord Sardegna indire il nuovo bando di gara elettronica per assegnare il servizio di pulizia all’interno dell’ area portuale, con il pericolo, visti i tempi burocratici, di penalizzare ulteriormente un’area praticata dagli operatori del porto, in cui sostano i mezzi di trasporto, e dove vi passeggiano i cittadini di Porto Torres. Uno scempio al quale portotorresi potevano dirsi non abituati, eppure, sembrerebbe che basti davvero poco perché l’immondizia della città prenda il sopravvento a dispetto della tutela e del decoro ambientale. Ciò non giustifica, tuttavia, l’inciviltà di coloro i quali hanno pensato bene di depositare i rifiuti proprio lì dove sino a pochi giorni fa era prevista la raccolta.

«L’Autorità portuale non può lasciare il porto in uno stato di degrado e incuria con il rischio di pericolo per la salute degli operatori del porto e non solo», denuncia l’assessore comunale al Decoro, Davide Tellini. «Ma soprattutto non può esercitare una disparità di trattamento tra il porto di Olbia, dove l’Autority è intervenuta a ripulire e diserbare 18 mila metri quadri di aree demanali, tra Mogadiscio e Cala Saccaia, - dichiara Tellini – mentre a Porto Torres, nelle spiagge della Marinella, Renaredda e le “spiaggette” fino a Punta Balai, di competenza della stessa Autorità portuale, è intervenuta con risorse proprie l’amministrazione comunale». Al Comune, che ha sollecitato l’intervento di pulizia da parte dell’Autority, non resta che prendere provvedimenti urgenti per evitare che lo spettacolo che si dipana innanzi ai nostri occhi diventi ancora più devastante, per poi rivalersi su chi ha la competenza a tenere pulito il porto.
Commenti
27/9/2016
La Pullmantur la compagnia spagnola controllata dal gigante delle crociere Royal Caribbean, sceglie ancora Porto Torres per gli itinerari della stagione crocieristica 2016. In totale saranno 7 gli approdi della Sovereign in programma dal 6 ottobre al 17 novembre tutti i giovedì dalle 9 alle 17 presso il molo Asi 2
© 2000-2016 Mediatica sas