Porto Torres 24
Notizie    Video   
NOTIZIE
Porto Torres 24 su YouTube Porto Torres 24 su Facebook Porto Torres 24 su Twitter Alguer.cat
Porto Torres 24notizieportotorresPoliticaPorto › Porto Torres: interventi prioritari su porto civico e industriale
Mariangela Pala 27 novembre 2014
La commissione portualità darà mandato al sindaco Beniamino Scarpa, affinchè le richieste degli interventi strutturali proposte dal Consiglio Comunale, vengano presentate all’Autorità portuale nella riunione del Comitato portuale, la prossima settimana ad Olbia
Porto Torres: interventi prioritari su porto civico e industriale


PORTO TORRES - Lavori di riqualificazione delle aree portuali, attraverso interventi infrastrutturali necessari alla funzionalità del porto civico e industriale di Porto Torres. Questi gli argomenti oggetto della discussione della commissione portualità, riunitasi ieri mattina, con l’audizione del dott.Luca Carboni e l’ingegner Claudio Vinci dell’Ufficio tecnico comunale, per una ricognizione sui possibili interventi strutturali realizzabili all'interno del porto turritano. In coerenza ed in continuità con il finanziamento della Regione, affidato all'Autorità Portuale, per il completamento della scalinata di collegamento tra la Stazione Marittima e la banchina della Teleferica e la realizzazione della strada intra portuale tra la stessa Teleferica ed i Moli di Ponente, l'attenzione della commissione si è concentrata sul progetto di Hub portuale, indirizzato alla riconfigurazione degli spazi di relazione tra la città ed il porto.

Il progetto si collocherebbe nello spazio intermodale su cui confluiscono la stazione marittima, la stazione ferroviaria di prossima riattivazione e la previsione di una nuova stazione degli autobus con degli ampi parcheggi.«Questo intervento farebbe confluire i passeggeri in uno spazio unitario dotato di una serie di servizi e infrastrutture quali la Stazione Marittima ed il nascente Terminal Crocieristico, a cui si permetterebbe di assumere un importante ruolo di collettore e rimodulatore dei flussi di transito tra città e porto», ha precisato il Presidente della commissione, Massimo Piras. La commissione portualità darà mandato al sindaco Beniamino Scarpa, affinchè le istanze proposte dal Consiglio Comunale, vengano presentate all’Autorità portuale nella riunione del Comitato portuale, in programma la prossima settimana ad Olbia.

L’ufficio tecnico ha sottoposto così, alla commissione una serie di opere realizzabili e programmabili nel breve termine anche nell’ottica di un possibile accorpamento delle due Autorità portuali del nord e sud Sardegna, che si porterebbero in dote l’eventuale avanzo di bilancio accertato. Nell' idea di pianificazione è evidente la volontà di trasformare lo spazio di fronte alla stazione marittima in un raccordo tra la viabilità che, partendo dai fabbricati de “La Piccola”, costeggia la stazione marittima e arriva fino all’ingresso del parco archeologico e le banchine del porto, alle quali si accederà attraverso il completamento dell'opera delle Scalinate. In questo ragionamento di continuità e coerenza trova posto il trasferimento del capolinea del servizio di Navetta, attivato circa quattro anni fa dalla Autorità Portuale, d'intesa con l'amministrazione comunale, presso la fermata della stazione Marittima con la realizzazione di una pensilina d'attesa ed i relativi servizi annessi. Altro punto di integrazione tra la città ed il porto è il completamento della rotatoria di ingresso del porto sul lato Capitaneria.

«Le altre criticità emerse riguardano la necessità di proseguire in un persorso comune tra Comune di Porto Torres ed Autorità Portuale che possa portare al definitivo completamento del mercato Ittico, e la programmazione di interventi per la risistemazione del banchina“ Nino Pala“ che ospita la nautica da diporto», ha sottolineato Piras. «E' emerso dai lavori della Commissione un indirizzo verso il Sindaco e la Giunta, non solo di una verifica dei fondi, compreso l'avanzo di bilancio, che l'Autorità Portuale possa ulteriormente programmare su Porto Torres ma anche l'intervento di competenze sovracomunali che hanno interesse affinché la città consolidi il proprio ruolo di crocevia di traffici col Mediterraneo dell'area Metropolitana che comprende Sassari, Alghero, Stintino, Sorso, Castelsardo e Sennori», ha aggiunto il presidente Piras, convinto di convergere sul lavoro fatto dalla struttura tecnica e sulla volontà comune della commissione di proseguire il lavoro di interconnessione che l'Autorità Portuale, in accordo con l'Amministrazione Comunale, sta già portando avanti con le opere previste dai fondi recentemente rimodulati dall'assessorato regionale presieduto da Massimo Deiana. «Un riassetto della viabilità interna ed esterna del porto turritano al fine di incrementare la sicurezza e la produttività dello scalo portuale, ed interventi strutturali per abbattere quel confine che ancora esiste tra due entità percepite come distinte ma in realtà unitarie: il porto e la città», ha concluso Piras.
Commenti
© 2000-2016 Mediatica sas